Turisti per caso: Viaggio in Sicilia con Claire

Condividi questo articolo con i tuoi amici

Turisti per Caso: Claire In Sicily

Abbiamo intervistato oggi Chiara, autrice del blog ClaireInSicily, che ci ha raccontato di come è nata la sua passione per i viaggi, delle motivazioni per cui ha deciso di aprire il suo blog e delle relazioni strette durante i suoi viaggi.

Raccontaci un po’ di te. Come è nato il tuo blog?

Sono Chiara, siciliana, mamma di due bimbi e moglie di un pilota di elicotteri. Se mi chiedi quando è nata la mia passione per i viaggi ti rispondo da sempre: da quando, da piccola, durante il Carnevale volevo indossare i vestiti tipici di ogni nazione: un volta il Giappone, un volta la Cina e poi la Spagna e per finire l’Africa. Sarà nel mio DNA, ma io sono un’esterofila compulsiva, se così si può dire.

L’idea di questo blog nasce dopo due viaggi importanti:

  • il nostro primo on the road con i bambini in Camper alla scoperta dell’ovest americano
  • da un semplice viaggio nella mia adorata Sicilia tra Trapani, Scopello e Castellammare del Golfo in estate.

Sentivo l’esigenza di raccontare le mie emozioni vissute in viaggio, di condividere le foto, le recensioni e i consigli per vivere queste esperienze anche in famiglia.

 

 

I genitori della nuova generazione (per fortuna non tutti) pensano che viaggiare con i bambini sia una cosa folle, troppo stressante: non si ricorderanno niente, ma chi ce lo fa fare- dicono alcuni. Io credo invece che siamo noi stessi genitori ad imporci questi limiti perché i bimbi sanno adattarsi benissimo alle situazioni se solo gli si offre la possibilità di farlo.

Il secondo punto che mi ha spinto a scrivere questo blog è quello di raccontare la mia terra, la Sicilia per le famiglie, cercando di sdoganare certe idee veicolate dai media, per mostrare che la Sicilia è una terra tutta da vivere, tra mare, montagna, natura, cultura, storia ed enogastronomia. Ecco perché nel mio blog do tutte le informazioni per vivere la Sicilia a misura di bambino.

 

Qual è il posto più bello in cui tu sia mai stata? Ci torneresti?

Senza pensarci troppo ti dico la mistica Monument Valley in Arizona. Un luogo che avevo visto tante volte al cinema, tra i miei film preferiti, gli spot televisivi e le copertine del National Geographic. Ebbene, dal vivo ti lascia senza fiato. Ti rendi conto di quanto noi esseri umani siamo piccoli a cospetto di madre natura. Se ci tornerei? Ma certo che sì, anzi io ci devo ritornare, almeno così mi sono ripromessa perché voglio assolutamente fare il giro a cavallo tra i monoliti!

Se dovessi scegliere un oggetto da portare con te durante un viaggio, cosa sceglieresti? Perché?

Da travel blogger ti dico per forza una macchina fotografica, il mio terzo occhio sul mondo. Non sono una fotografa, ma mi sto approcciando al mondo della fotografia da circa un anno. Adoro scattare le foto. Ciò che mi colpisce di un luogo?  Mi piacciono i piccoli dettagli: una bancarella al mercato, un signore seduto su una panchina e i colori della natura.

 

Ti sei mai trovata in situazioni pericolose durante un viaggio?

Con mia fortuna devo dirti che non mi sono mai trovata in una situazione di reale pericolo in viaggio, forse qualche intoppo sì ma pericolo mai. Ricordo che una volta durante un mio viaggio in solitaria in Tunisia mi dissero “ma sei matta, non andare nei souk da sola, è pericoloso” Onestamente non ho ascoltato i consigli della gente e ho fatto bene, perché ho trascorso un bellissimo pomeriggio tra i colori e i profumi del mercato di Hammamet!

 

Hai mai stretto relazioni importanti durante un viaggio?

Certo che sì, è la parte del viaggio che preferisco di più! Sono una persona abbastanza socievole e non faccio fatica a fare amicizia, quando sono in viaggio sono curiosa mi piace fare domande, mi piace conoscere la gente del posto. Conservo un ricordo molto caro di una guida tunisina che mi ha accompagnato nel deserto del Sahara e poi ho tre cari amici in Francia, a Parigi dove ho vissuto per più di 3 anni.

 

Un’ultima domanda: mare o montagna?

Da siciliana dovrei risponderti mare, e infatti sarà quello che farò, ma da qualche tempo sto scoprendo il gusto della montagna, del trekking, delle passeggiate tra i boschi, tra i crateri e le colate laviche del nostro splendido vulcano: l’Etna, quindi facciamo tutti e due che è meglio!

Ringraziamo ancora Chiara per questa bellissima intervista. Vi ricordiamo che potete trovare il suo blog qui

Sei un viaggiatore? Vuoi provare a viaggiare e vivere le stesse esperienze di Chiara?

Registrati subito!

Condividi questo articolo con i tuoi amici

mood_bad
  • Non ci sono commenti
  • chat
    Add a comment
    keyboard_arrow_up