Turisti per caso: in viaggio con PopPackers

Turisti per caso: i Viaggi di PopPackers

Abbiamo intervistato oggi Federica e Marco, autori del travel blog PopPackers, che ci hanno raccontato delle loro esperienze in fatto di viaggi, di cosa pensano del viaggio come esperienza, di come scelgono le loro mete e dei preparativi che fanno prima di partire per un viaggio.

Raccontateci un po’ di voi e del vostro blog

“La felicità è reale solo se è condivisa” … potremmo partire da qui, dalle parole di Christopher McCandless che portò agli estremi il suo amore per il viaggio, tanto da morire per questa sua passione.

“Condividere” … ecco il motivo per cui nel 2015 nasce PopPackers, uno spazio dove poter condividere le nostre esperienze di viaggio con la voglia e la speranza di essere utili per tutti coloro che avessero il desiderio di “Scoprire” un nuovo pezzettino di mondo,pur dovendo fare i conti con i pochi giorni di ferie a disposizione, pur dovendo affrontare le proprie esigenze e le proprie paure, pur sapendo che dopo ogni viaggio è bello tornare a “casa”.

PopPackers nasce con l’idea che non esistono “viaggiatori” e “turisti”, che l’unico modo giusto di viaggiare è quello che rispetta le altre culture e che è animato dal sano desiderio della scoperta, che poi venga fatto con uno zaino in spalla e dormendo dove capita o in un albergo 3/4 stelle con una pianificazione ferrea poco importa.

PopPackers nasce dalle ore spese anzi, investite online a cercare informazioni su blog, forum, siti internet che ci hanno fatto capire quanto la condivisione delle proprie esperienze possa far nascere passioni, far aprire mondi ed aiutare persone a realizzare piccoli grandi sogni.

PopPackers nasce dal fatto che in viaggio siamo davvero felici … e questa gioia vogliamo condividerla con voi per questo vi diamo il benvenuto sul nostro blog, sperando che possiate trovare tutto quello che state cercando.

Non esitate a contattarci per domande, dubbi, critiche e suggerimenti … Siamo qui per aiutare ed imparare.

 

Scopri i nostri viaggi in USA

Cosa ne pensate del viaggio come esperienza?

Il viaggio è un’esperienza di vita, che ti arricchisce e ti apre la mente, ti fa venire in contatto con modi diversi di vivere di ragionare e di vedere il mondo. Il viaggio però è anche un’esperienza formativa per la realtà quotidiana. Per organizzare un viaggio bisogna pianificare, definire un budget, saperlo monitorare e, una volta in viaggio, è necessario saper gestire gli imprevisti, non farsi prendere dal panico e sviluppare problem solving … insomma un’esperienza formativa a tutto tondo.  Infine per viaggiare bisogna saper uscire dalla propria comfort zone e spesso affrontare le proprie debolezze o le proprie manie … e noi ne abbiamo parecchie.


Scopri i nostri viaggi in Giappone

Come scegliete le vostre mete di solito?

Per il momento non c’è stato un metodo particolare… Di solito è Marco che si invaghisce di un posto, perché vede qualche foto, perché legge un articolo, perché vede un film … Federica poi vaglia le proposte sulla base del suo gusto e delle sue necessità (vedi sopra). Diciamo che finora dei nostri viaggi intercontinentali il primo (USA) è nato quasi per gioco: primo anno di lavoro, primi soldi guadagnati… Amore andiamo negli USA … poi lì ci abbiamo preso gusto … e ogni anno è venuto fuori un posto nuovo. La Namibia, il viaggio di nozze, l’abbiamo scelta per puro caso, eravamo  decisi per l’Indonesia poi un giorno Marco vide un articolo sul Corriere Online che parlava di una ragazza che si era trasferita in Namibia per organizzare viaggi di sole donne. Link inviato a Federica e fu subito amore…un amore diventato profondissimo dopo essere tornati da quel paese meraviglioso.

Scopri i nostri viaggi in Namibia

Quali sono i preparativi che fate di solito prima di un viaggio?

Bhè … innanzitutto si comincia con mesi di anticipo con l’organizzazione e quindi via di file excel con proposte di itinerari. Poi si comprano le guide (generalmente Lonely, ma amiamo molto anche Routard). Si parte con le prenotazioni una volta deciso il tragitto. Poi scatta il countdown e 2/3 giorni prima scatta la raccolta di tutti i documenti (nell’era digitale noi le prenotazioni cartacee preferiamo comunque averle). Federica comincia a fare la sua valigia con un paio di giorni di anticipo e si preoccupa di fare scorte di latte condensato e caffè (senza non parte), Marco invece non fa nulla prima della sera precedente il viaggio, in cui butta dentro quattro cose. Ovviamente si controlla che tutto il materiale per la macchina fotografica sia pronto.

Cosa ne pensate del turismo di massa? Sfruttamento o risorsa?

Domanda difficile. Non c’è alcun dubbio che il turismo di massa sarà un male se nei prossimi anni non si sarà in grado di gestirlo. Il fatto che oggi sia sempre più accessibile viaggiare in ogni parte del mondo è una cosa bellissima perché avvicina le persone e consente a tutti di scoprire la meraviglia che è il nostro pianeta. Se oggi noi, coppia appartenente al ceto medio, ci possiamo permettere di tenere un blog in cui si parla di Giappone, Namibia, Usa … è grazie al fatto che il turismo non è più un qualcosa di elitario. Spesso quando ci si lamenta dei troppi turisti, ci si dimentica che tra loro ci siamo anche noi…. Non c’è dubbio però che il turismo di massa sia un male se non gestito … come gestirlo? Non ne abbiamo la più pallida idea … Numero chiuso  per certe attrazioni ? Può essere un’idea Limitazioni alla diffusione di Airbnb nei centri storici? Forse … Ogni paese poi ha le sue peculiarità … troppo difficile rispondere… di certo ad oggi il turismo di massa si sta trasformando da risorsa in minaccia.

Qual è per voi il significato del viaggio?

Libertà e curiosità. Viaggiare è essere liberi, noi due in una macchina all’avventura lontano da tutto e da tutti, solo noi e il nostro itinerario. Viaggiare è soddisfare la nostra curiosità, la voglia di vedere dal vivo la meraviglia della natura, ammirare le dune rosse del Namib e la sacralità del Monte Fuji,  la voglia di conoscere culture diverse dalla nostra, per sfatare pregiudizi e opinioni precostituite, per capire che esistono molti modi di vivere, non per forza migliori dei nostri, ma comunque diversi.

 

Ringraziamo ancora Federica e Marco per questa bellissima intervista. Vi ricordiamo che potete trovare il loro blog qui

Sei un viaggiatore? Vuoi provare a viaggiare e vivere le stesse esperienze di Federica e Marco?

Registrati subito!

Condividi questo articolo con i tuoi amici

Come funziona Rolling Pandas?

req

Crea il tuo viaggio

  • Viaggia in tutto il mondo
  • Scopri 1000+ tour organizzati
  • Più di 200 partner scelti con cura
prev

Ricevi il preventivo

  • Manda la tua richiesta senza impegno
  • Ricevi il preventivo da un esperto locale
  • Prenota con un clic
go

Parti in sicurezza

  • Piattaforma per pagamenti sicuri
  • Utilizzato da centinaia di viaggiatori
  • Opzioni di pagamento flessibili

Vuoi fare un viaggio su misura? Scrivici!

mood_bad
  • Non ci sono commenti
  • chat
    Aggiungi un commento
    keyboard_arrow_up