Turisti per caso: In viaggio con Fabio

Turisti per caso: in viaggio con Fabio

Abbiamo intervistato oggi Fabio, autore del blog Gomoro, che ci ha raccontato dei suoi viaggi e delle sue idee sul mondo travel.

Raccontaci un po’ di te e del tuo blog

Mi chiamo Fabio e ho 30 anni. Vivo a Tivoli, una città alle porte di Roma, conosciuta per le due ville (d’Este e Adriana) entrambe patrimonio dell’Unesco. Coltivo la passione per la fotografia, per il videomaking e dal 2015 sono un travel vlogger.

Viaggiare è in assoluto la cosa che più amo fare e da sempre lo faccio con la mia compagna Serena con cui ho condiviso tantissime esperienze e avventure, tutte raccontate nel nostro Blog;  è proprio insieme a lei che gestisco questo nostro “diario di viaggio”.

 

 

Quali sono i preparativi che fai di solito prima di un viaggio?

Cominciamo a preparare il viaggio con mesi d’anticipo. Giriamo sul web, guardiamo video su Youtube e compriamo guide che possano aiutarci nella pianificazione. Non arriviamo mai impreparati, anche perchè non ci piace perdere tempo.

Prepariamo il nostro itinerario suddividendolo in base ai giorni a nostra disposizione. Cerchiamo i migliori luoghi d’interesse, i ristoranti dove poter assaporare la cucina locale e le eventuali escursioni per vivere a 360° l’esperienza.

 

Cosa ne pensi del turismo di massa? Sfruttamento o risorsa?

Lo reputiamo un male per l’ecosistema terrestre. Un turismo di massa significa sconvolgere l’habitat naturale di piante e animali. Nel nostro viaggio in Thailandia ci siamo rifiutati di visitare la famosa spiaggia “Maya Bay”, nota al pubblico come la spiaggia dove girò il film Leonardo Di Caprio (The beach) e questo perché su quel paradiso ogni giorno sbarcano più di 5.000 persone provocando danni irreversibili per la natura circostante.

La risorsa può essere vista in ottica umana perché solo l’uomo ha la possibilità di guadagnare da questa modalità di turismo ma in linea generale noi lo vediamo come un immenso sfruttamento di Madre Terra.

Qual è per te il significato del viaggio?

Nell’immaginario comune viaggiare vuol dire fuggire, allontanarsi dalla quotidanità cittadina, dal lavoro, dagli obblighi.

Per noi viaggiare significa arricchire le nostre anime. Quando viaggiamo incontriamo nuove culture, respiriamo nuovi odori, ascoltiamo nuovi suoni e gustiamo nuovi sapori. Quando torniamo ci sentiamo pieni. Ma è una sensazione che dura poco perché ben presto ci ritorna la fame di viaggiare.

Quale legame c’è tra viaggi e cultura secondo te?

Secondo noi viaggio e cultura (se intesa quella personale) sono strettamente legati. Si viaggia per imparare e per accrescere la propria conoscenza. Viaggiare contribuisce a rendere una persona più saggia e pronta ad accettare ciò che nel (proprio) immaginario comune lo si reputa diverso. E questo accade soprattutto quando si entra in contatto con culture completamente diverse dalla nostra che ci mostrano il mondo sotto un altro punto di vista.

Raccontaci un aneddoto di uno dei tuoi viaggi

In Thailandia abbiamo visitato un villaggio nella periferia di Chiang Mai dove la povertà regna sovrana. Qui è possibile trovare persone che vivono in baracche vere e proprie, senza cibo, senza luce e senza acqua, praticamente non hanno nulla ma nonostante ciò il sorriso risplende sempre sui loro volti. La cosa che ci ha colpito di più di questo viaggio è proprio questo, il sorriso dei Thailandesi e questo perché, ascoltando una persona del posto, secondo loro, il sorriso è il miglior biglietto da visita. Sorridere ad una persona significa accoglierlo nel proprio mondo nel migliore dei modi. Si sorride sempre anche se si è in difficoltà. Se tutti cominciassimo a ragionare così, forse, riusciremo, finalmente, a creare un mondo migliore.

 

Sei mai rimasto in contatto con persone conosciute durante i tuoi viaggi?

Durante i viaggi abbiamo avuto la fortuna di incontrare e conoscere molte persone con cui abbiamo stabilito un rapporto d’amicizia. E’ capitato spesso di rivederci o comunque di sentirci spesso telefonicamente. Lo reputiamo uno dei tanti lati positivi del viaggiare, ammesso che ce ne siano di negativi!  😃

 

Ringraziamo ancora Fabio per questa bellissima intervista. Vi ricordiamo che potete trovare il suo blog qui

 

Sei un viaggiatore? Vuoi provare a viaggiare e vivere le stesse esperienze di Fabio?

Registrati subito!

Condividi questo articolo con i tuoi amici

Come funziona Rolling Pandas?

req

Crea il tuo viaggio

  • Viaggia in tutto il mondo
  • Scopri 1000+ tour organizzati
  • Più di 200 partner scelti con cura
prev

Ricevi il preventivo

  • Manda la tua richiesta senza impegno
  • Ricevi il preventivo da un esperto locale
  • Prenota con un clic
go

Parti in sicurezza

  • Piattaforma per pagamenti sicuri
  • Utilizzato da centinaia di viaggiatori
  • Opzioni di pagamento flessibili

Vuoi fare un viaggio su misura? Scrivici!

mood_bad
  • Non ci sono commenti
  • chat
    Aggiungi un commento
    keyboard_arrow_up