Racconti in valigia: I viaggi di GuirriTour tra bisogno e conoscenza!

Condividi questo articolo

Oggi il panda ha avuto il piacere di intervistare Lorenzo e Niccolò, due amanti dei viaggi e autori del blog GuirriTour, nel quale condividono i loro consigli, le loro esperienze e le loro avventure!

Ecco a voi l’intervista:

Raccontatemi qualcosa su di voi e su come nasce il vostro blog; 

Ciao a tutti, siamo Lorenzo e Niccolò e insieme nel gennaio del 2018 abbiamo dato forma al progetto GuirriTour, attraverso un blog ufficiale di viaggi.

In realtà le nostre storie hanno origini differenti, la prima parte con me: Lorenzo.

Iniziava tutto per scherzo quando, la mia compagna di viaggio Chiara mi chiedeva di partire per un breve GuirriTour; lei lo chiamava così, riprendendolo dal mio cognome, perché ero proprio io ad occuparmi di tutta l’organizzazione del viaggio.

In 5a liceo, volavo a Parigi per la prima volta con tre compagne di classe. Da qui si alimentava la mia “malattia” di voler essere sempre in movimento e viaggiare continuamente.

La fortuna di trovare infinite offerte Ryanair a 6€ mi ha portato in tutta Europa per i primi tre anni post maturità.

Ho viaggiato in 32 capitali europee e ho girato gran parte d’Italia on the road!

Poi ho deciso di guardare più in grande organizzando il primo viaggio in America toccando New York e la West Coast (California, Nevada, Utah, Arizona) attraversando le tre grandi città e i parchi Nazionali.

In Giappone ho vissuto tra le strade di Tokyo, Kyoto, Nara e ho meditato nei monasteri del monte Koya per poi tornare nella caotica Osaka.

L’Islanda nel mese di maggio è la terra che mi ha dato più di tutte; ricca di paesaggi ed una fauna strepitosa. Ci son tornato in Inverno come Tour Leader accompagnando gruppi di appassionati viaggiatori.

Qui per la prima volta ho visto il sole di mezzanotte, le balene e le simpaticissime pulcinelle di mare. (Aka Puffins).

La Lapponia Finlandese, partendo da Helsinki fino ad Ivalo, facendo tappa al villaggio di Babbo Natale per un costosissimo saluto. Qui per la prima volta ho ammirato il cielo colorarsi di verde smeraldo! L’Aurora è capace di rubarti il respiro per qualche secondo…

L’esperienza negli Emirati Arabi Uniti, da Dubai ad Abu Dhabi mi ha lasciato abbastanza indifferente e amareggiato per l’eccessivo sfarzo e per la mentalità ancora molto chiusa. Qui per la prima volta in vita mia son stato rifiutato da due strutture perché la legge vieta che due persone di sesso opposto, non sposate, soggiornino nella stessa camera!

In Thailandia mi son subito adeguato al caos di Bangkok e allo spirito tradizionale che aleggia nei villaggi a Nord di Chiang Rai tanto da voler organizzare due viaggi di gruppo nella primavera 2020 seguendo due itinerari opposti, uno adventure e uno più relax mixato a cultura.

A Singapore sono entrato in contatto con le regole più bizzarre che io abbia mai sentito.

L’Australia vissuta on the road mi ha letteralmente stregato! Il nostro Van ha “sopportato” chilometri e chilometri tra bellezze indescrivibili! 

Il Sudafrica, con le sue contrapposizioni sociali mi ha dato molto da pensare. Il free Safari nel Kruger è la parte di viaggio che tra tutte, ho preferito e che ripeterei oggi stesso! 

Nel Novembre 2019 ho lasciato il mio lavoro aeroportuale per inseguire progetti e sogni nei quali credo pienamente e che vi racconterò sui nostri canali social! 

Ora inizia la seconda storia e parla proprio di me: Niccolò.

I viaggi li ho sempre studiati sui banchi di scuola tra le pagine dei libri di storia dell’arte. Viaggiavo con l’immaginazione tra epoche e continenti ancora prima che arrivasse Instagram. Sognavo di visitare tutte le città dell’Antica Grecia e dell’Impero Romano fino alle città moderne con grattacieli impensabili e straordinari.

Dopo il Liceo Artistico ho proseguito sulla strada dell’arte iscrivendomi allo IED di Milano, dove nel luglio del 2018 mi sono laureato in Nuove Tecnologie dell’Arte indirizzo CG Animation. (Aka “realizzo personaggi o animazioni al Pc come nei film della Pixar” -più o meno-).

Nella vita di tutti i giorni mi occupo di VR (Realtà Virtuale) e Graphic Design per Sky Italia a Milano e lungo il tortuoso e trafficato tragitto della Tangenziale, tra una coda e l’altra, penso e progetto il mio futuro.

Tra le varie passioni, amo l’Arte e ogni sua Forma, amo la Musica, i Videoclip e la Tecnologia.

Nell’estate del 2015 conosco Lorenzo e per i primi due anni ci limitiamo a spostamenti di qualche giorno, dai viaggi fuori porta in Trentino, Liguria, Veneto ed Emilia, fino a Trapani, Atene e Parigi.

Nel dicembre del 2017 lo convinco a trasformare la sua passione per i viaggi e la mia passione per i video e per i racconti in un’esperienza condivisa, così abbiamo trasformato il nome GuirriTour in un vero e proprio Brand!

Il nostro primo viaggio ufficiale documentato sul blog è stato alla scoperta del Sudafrica! Che spettacolo!

Così sono iniziati i viaggi intercontinentali anche per me!

Ho festeggiato il mio 23esimo compleanno a bordo di una mongolfiera in Cappadocia, volando leggero sopra i Camini delle Fate. A novembre dello stesso anno ci siamo spinti in India, con il nostro primo vero GuirriTour di gruppo: un’esplosione di vita!

Il 2019 è partito col botto dal Marocco, al compleanno a maggio in Spagna, per poi passare l’estate tra Provenza, Toscana, Liguria e di nuovo il Trentino, l’autunno si è aperto con Praga e si è concluso con le Maldive!

Il 2020 sarà un anno ricco di novità per noi di GuirriTour, non vi aspetta altro che continuare a seguirci!

Cosa significa viaggiare per voi? In che modo influisce sulla vostra vita?

Viaggiare per me – Lorenzo – è un BISOGNO.

Questa è la parola che definisce ciò che il viaggio mi regala. 

Qualcuno la definisce “malattia”, io la definisco: LA COSA PIÙ BELLA CHE CI SIA! 

Imparare a viaggiare è come conoscersi, riscoprirsi, sfidarsi, mettersi in gioco! 

Non c’è esame che tenga! La partita della vita è sulle strade del mondo.

Il sorriso, lo sguardo, l’urlo, la risata, il pianto… Sono queste le chicche che danno colore alla giornata di un vero viaggiatore.

Viaggiare non è fare vacanza. Questo ci tengo a sottolinearlo.

Son due mondi vicini e lontani allo stesso tempo.

Viaggiare per me – Niccolò – è CONOSCENZA.

Non quella dei libri, che tanto mi furono cari alle superiori, ma quella Vera del mondo.

Viaggiare ti fa conoscere mondi che dà un’immagine stampata su un poster o da un racconto trovato online non scoprirai mai. Non che ciò che studiamo o leggiamo sia sbagliato, affatto, solamente che rimarrà sempre tutto filtrato e modificato dall’idea di altre persone che hanno scritto o scattato fotografie. Invece viaggiando in prima persona si impara a conoscere ciò che non si credeva esistesse.

Il viaggio ha influenzato le nostre vite in modo differente, portandoci a fare delle scelte che influenzeranno tutto il percorso futuro di GuirriTour, è ancora troppo presto per scoprire cosa ci attenderà!

Ho visto che avete fatto un viaggio in India: che cosa vi è rimasta impressa di questa terra?

L’India è stato l’esempio più grande di “Sfida” che ci siam dati! 

Entrambi volevamo vivere un’esperienza difficile che ci potesse aprire gli occhi e ci mettesse davanti a realtà lontane dalla nostra confort zone.

L’India è INDIA.

Seppur molte tappe siano totalmente turistiche, sarà impossibile non rimaner segnati dall’“habitus” che caratterizza ogni persona che vi circonderà.

Dall’alba al tramonto verrete bombardati da sguardi di bisogno, da sorrisi di gratitudine, da mani che faticano.

Il cibo, è senza dubbio un trauma per chi, come noi, non mangia né speziato, né piccante, né aglio, né cipolle.

Questa è stata la sfida più grossa ed impegnativa! 

L’igiene, potrebbe esser lo scoglio più grande per molti di voi che oggi state leggendo il nostro racconto, ma chiunque sa che in Asia, tutto è possibile. Perderebbe il suo spirito magico se così non fosse. 

Avete qualche consiglio da dare ai nostri lettori che vogliono intraprendere questo viaggio verso l’oriente?

Imbarcatevi privi di pregiudizi o i pregiudizi vi divoreranno.

Ogni persona è un libro, sfogliatelo delicatamente e fatelo vostro! 

Bagaglio? Assolutamente uno zaino essenziale. Troverete tutto in loco! 

La cosa che noi amiamo, è quella di vestirci con quello che i bazar/street market offrono! Vestitevi con i loro colori! 

Fotografate tutto, sia con il cuore che con la mente e perché no, anche con la vostra reflex! Ogni scatto, è storia! La Vostra Storia! 

Ogni foto è un libro che si apre, anche a distanza di tempo!

Grazie ragazzi per averci dedicato il vostro tempo e per averci fatti sognare attraverso i vostri racconti.

Se volete contattare Lorenzo e Niccolò o saperne di più su di loro potete trovare il blog qui!


Condividi questo articolo

Un commento su “Racconti in valigia: I viaggi di GuirriTour tra bisogno e conoscenza!”

Lascia un commento