Racconti in valigia: Una dieta vegana per un’adeguata sostenibilità ambientale

Condividi questo articolo

Un proverbio antico, ma sempre valido. Come sappiamo l’alimentazione rivela non solo qualcosa sulla persona, ma anche sulla cultura e sulle tradizioni di un paese. Di questo abbiamo parlato con Chiara, autrice del blog chiaracanzian.com, nel quale condivide con i suoi lettori i suoi consigli per uno stile di vita più sostenibile, a partire dalla dieta vegana.

Ecco per voi la sua intervista:

Raccontami qualcosa su di te e su come nasce il tuo blog

Sono Chiara Canzian, foodblogger da 2 anni, precedentemente cuoca e cantautrice. Il blog nasce dal desiderio di approfondire la passione per la cucina e coniugarla con una tendenza, credo naturale, di comunicare con un pubblico. Quando l’esperienza all’interno del mio precedente ristorante a Verona ha iniziato a starmi stretta, l’idea del blog è sorta quasi naturalmente e così ho deciso di lanciarmi ad occhi chiusi in questa rischiosa ma, per ora, fortunatissima esperienza.

Come nasce la tua passione verso il mondo veg?

Nel 2009 ho eliminato la carne per una scelta etica, che è stata estesa anche al pesce nel 2013. Da lì mi sono informata sempre più approfonditamente sull’argomento e ho capito che era stata la scelta migliore anche per la mia salute e per la salute dell’ambiente. Non sono una “radicale”, ma ritengo che un consumo quantomeno consapevole di carne, pesce e derivati animali sia assolutamente necessario per un’adeguata sostenibilità ambientale

Quale cultura culinaria pensi si presti meglio alla cucina vegan?

Quella Italiana antica si presta molto bene, basti pensare che molti piatti “poveri” ma fondamentali per la nostra tradizione gastronomica nascono al 100% vegani. Grazie allo studio affrontato per scrivere il mio ultimo libro “Radici”, ho scoperto con piacere che anche la cucina asiatica vanta una gustosissima tradizione gastronomica in cui animali e derivati sono totalmente assenti.

Ti sei mai lasciata ispirare da un viaggio o un’esperienza per la creazione di una nuova ricetta? Se sì in quale occasione?

Assolutamente si, proprio in occasione della preparazione di Radici, il romanzo scritto a 4 mani con mio marito Sandro Cisolla. Abbiamo inatti compiuto un meraviglioso viaggio in Sud-Est Asiatico lungo un mese; un’esperienza utile a Sandro per respirare l’aria narrata all’interno del romanzo, e a me per creare le ricette inserite all’interno del racconto. Sii è trattato di un viaggio romantico assolutamente indimenticabile che ha di certo influenzato la bella energia che credo si percepisca leggendo le pagine del libro e gustandone le ricette.

Grazie Chiara per averci dedicato il tuo tempo e per averci fatto entrare nella tua concezione di vita, alimentazione e vaggio.

Vi ricordiamo che le foto sono tratte proprio dal blog di Chiara… rinunciare agli alimenti di origine animale non vuol dire rinunciare al gusto, ai sapori e ai colori!

Se volete contattare Chiara o saperne di più sul suo stile di vita potete trovare il suo blog qui!


Condividi questo articolo

Lascia un commento