Racconti in valigia: Un fotografo in viaggio

Condividi questo articolo

Oggi il panda ha il piacere di intervistare Felice, fotografo e grande amante dei viaggi, riesce a coniugare queste due passioni dando vita a immagini straordinarie.

Sul suo sito Felice Lardieri, trovate tutti i suoi lavori! Cosa aspettate?

Raccontami qualcosa di te e di come nasce la tua passione per la fotografia;

La prima macchina fotografica mi è stata regalata ormai 16 anni fa. All’inizio non sapevo come si usasse ma, la mia vena artistica ha preso il sopravvento e, con un pò di studio e tanta pratica, mi sono innamorato di questa forma d’arte.

Nasco come informatico, infatti il mio sito me lo sono personalizzato come volevo, ma ho da sempre lavorato nel campo degli eventi. Ho iniziato con le foto di reportage richieste dai clienti, focalizzandomi su come potessi trasmettere con uno scatto quello che volevano. Una volta acquisita la capacità necessaria ho iniziato a scattare per piacere, realizzando tutti i quadri che ho in casa. Non sono un amante dei panorami, ma adoro i portrait rubati alle persone. Bambini o anziani sono i miei soggetti preferiti. I primi hanno tanto da raccontare, gli altri hanno gli occhi vivi e pieni di curiosità.

Che ruolo giocano i viaggi nella tua vita?

Figlio di un capotreno che girava l’europa per lavoro, ho iniziato a viaggiare con lui per poi proseguire da solo una volta maggiorenne.  Da lì non mi sono piu fermato. Vedo il viaggio come il miglior modo per crescere.  Ti porta ad aprire la mente, conoscere nuove persone, culture, insomma diventi ricco spendendo. Inizialmente ho visitato i luoghi che piu sentivo miei, vuoi per film visti, o semplicemente per curiosità, per poi esplorare posti che mai avrei pensato potessero emozionarmi così tanto, come il Giappone.

Rapito totalmente da quel popolo e dalla loro mentalità, completamente diversa dalla nostra ma altrettanto attraente. Insomma, il viaggio piu bello è sempre il prossimo quindi non pensateci due volte. PARTIAMO.

Quando parti per un viaggio, scegli già a priori gli angoli che vorrai fotografare o ti lasci ispirare una volta sul luogo?

La scelta dei posti da fotografare è la prima cosa che valuto per decidere quale viaggio fare.

Per un fotografo sapere cosa fotografare prima di partire è molto importante: ti permette di scegliere quali ottiche portare con te. Ad ogni modo cerco sempre di coprire il range di focale maggiore, perchè si sà, la luce è imprevedibile e può regalarti scorci stupendi.

Il viaggio in Norvegia credo sia il giusto esempio.

Volevo fotografare l’aurora boreale, penso sogno di tutti i fotografi. Non sapevo come e dove si sarebbe vista, dopotutto si sa: decide lei.

Dopo aver studiato tutte le applicazioni di metereologia disponibili ho chiesto alle persone locali dove, secondo loro, ci sarebbe stato piu buio per evitare l’inquinamento luminoso e poter ottenere lo scatto che volevo.

Beh, giudicate voi.

Raccontami la seguente fotografia: cosa significa per te e cosa rappresenta?

Per noi milanesi vedere quei tram ci riporta un pò a casa e, dopo averli visti a San Francisco, ho deciso di cercarli anche a Lisbona.

Ricordo benissimo quando ho scattato questa fotografia.

Ero con il mio fratellino e stavamo girando a piedi per la città quando, il famoso tram 28, ha girato in una delle vie principali della città e, senza pensarci due volte, ho preso la mia reflex scattando alla  ricerca di cogliere l’attimo migliore.

Penso di esserci riuscito.

Grazie Felice per aver condiviso con noi i tuoi segreti e le tue passioni, se volete saperne di più su di lui e sui suoi lavori, trovate il blog qui!


Condividi questo articolo

Lascia un commento