Racconti in valigia: Un Amore Incondizionato per il Regno Unito

Condividi questo articolo

Oggi il Panda ha il piacere di intervistare Angela, artigiana, amante dell’Inghilterra e autrice del blog Daffodil Cottage, nel quale racconta ai suoi lettori delle sue esperienze, della sua vita e dà preziosi consigli a coloro che vogliono mettersi in viaggio!

Ecco per voi la sua intervista:

Raccontami qualcosa su di te e su come nasce il tuo blog

Mi chiamo Angela, ho 33 anni, sono nata e vivo a Gemona del Friuli e sono laureata in Lingue e Letterature Straniere all’Università di Udine.

Daffodil Bijoux è un progetto nato nel 2010 da un sogno: creare un luogo magico, con l’atmosfera romantica e poetica di un tipico cottage di campagna inglese, dove trovare prodotti artigianali di qualità e con uno stile unico. Daffodil deriva quindi dall’amore per il mondo anglosassone e dai suoi punti di contatto con la mia terra, il Friuli.

Sono un’artigiana e realizzo principalmente gioielli in legno ispirati al mondo inglese.

Le mie creazioni sono tutte originali, solo pezzi unici oppure in edizione limitata, vengono prima ideate, disegnate, studiate ed affinate e poi realizzate interamente a mano con cura per i dettagli, per ottenere un artigianato moderno ed ecosostenibile. Si parte dal disegno manuale, che viene poi vettorializzato al computer e tagliato direttamente su legno. Ogni gioiello viene poi levigato e dipinto a mano con prodotti atossici a base d’acqua ed infine verniciato.
Adoro accostare al legno in ogni gioiello i cristalli Swarovski oppure le pietre dure naturali, oltre a veri materiali e stoffe provenienti direttamente dall’Inghilterra (pizzi, tartan, passamaneria).

Fra le altre collezioni di bijoux molto particolari sono le collane con profumi solidi in medaglione Daffodil’s Secrets realizzate in collaborazione con un piccolo brand artigianale toscano, per le cui profumazioni dedicate al mondo inglese (Tea Party, Victorian Cottage e English Garden) ho selezionato esclusivamente olii essenziali totalmente naturali senza alcun derivato sintetico, a base di narciso e tè con diverse note caratterizzanti (dolce, cipriato, floreale). I profumi solidi si rifanno a un’antica tradizione vittoriana e sono molto difficili da trovare oggi.

Ho anche sviluppato in collaborazione con una nota azienda storica inglese, un tè in esclusiva,  Daffodil Earl Grey, il cui blend che sa ricreare l’emozione di vivere a Londra ovunque ci si trovi.

 Il mio blog è nato nel 2009 come “contenitore” delle mie passioni. Allora vendevo prodotti di cosmetica e per offrire un servizio in più alle mie clienti ed al contempo seguire una mia passione ho iniziato a ideare tutorial makeup e consigli di outfit, anche in collaborazione con alcune riviste femminili online. Sul blog ci sono ancora diversi articoli legati al mondo beauty, che resta comunque una mia passione, ma oggi scrivo principalmente di argomenti legati al mondo inglese e a ciò che realizzo con le mie mani, quindi articoli sul mondo della gioielleria, ricette di dolci inglesi, consigli sulla vita in campagna e su libri a tema romantico.

 Come nasce la tua passione per l’artigianato e la gioielleria?

Ho sempre amato l’arte in tutte le sue forme e la ritengo importante come modo di esprimersi e di valorizzare se stessi. Fin da piccola ho sempre adorato realizzare oggetti personali, che potessero esprimermi veramente, spaziando per varie tecniche, dalla pittura alla cartapesta, dal decoupage al disegno a matita.

La mia grande passione per i gioielli e gli accessori è nata da bambina: uno dei miei primi ricordi mi vede in giardino, circondata dai narcisi profumati ed i miei gatti sotto la pergola, ad inventare storie e fantasie che poi racchiudevo, insieme a piccoli tesori come sassi, piume, fiori secchi e pezzi di corteccia, in scatole segrete, da cui poi nascevano piccole collane o bracciali intrecciati con la tecnica del macramè, su filati di cotone recuperato dai ricami di famiglia. 

L’anno successivo alla laurea in lingue si è poi riaccesa la mia passione per il fatto a mano. Era il 10.10.2010 e ho deciso cosa avrei voluto fare da grande: l’artigiana! Ho iniziato quindi lo studio di diverse tecniche grazie a corsi certificati (anche esteri) e la lunga sperimentazione con vari materiali. 

Dalla volontà di creare per me stessa e per gli altri uno stile unico, lontano dai bijoux di massa prodotti in serie, sono arrivate le prime collezioni, in cui ho da subito cercato di raccogliere le suggestioni del mondo inglese e dello stile romantico.

Una meta molto gettonata ultimamente è l’Irlanda, hai mai pensato di visitare questo posto?

L’Irlanda è sicuramente sulla mia lista dei posti da sogno che vorrei visitare in futuro.

Ho già viaggiato nella vicina Inghilterra, per la precisione a Londra, città in cui ho vissuto per circa un mese, esplorandone tutti i luoghi più noti ma anche delle piccole chicche fuori dai classici itinerari. Ho studiato per tanto tempo il mio viaggio a Londra, preparandolo nei minimi dettagli, perché cerco sempre di partire organizzata e di dedicare il giusto tempo a ciascuna meta che raggiungerò durante la mia vacanza.

Presto vorrei esplorare anche l’Irlanda, mi incuriosisce molto la sua storia e soprattutto i suoi paesaggi selvaggi, ma per farlo voglio trovare con cura un percorso che sia unico, magari noleggiando un’auto sul posto. Ritengo che questo sia il modo migliore per vivere la realtà locale, confrontarsi con le persone, scoprire angoli nascosti e gustare tutto ciò che questa terra ha da offrire, ma tutto questo è possibile solo calandosi nella vita quotidiana ed accettando le sfide che derivano da un viaggio on the road.

Potresti consigliare alle nostre lettrici un outfit ideale per essere invidiate in un luogo come l’Irlanda?

L’Irlanda ha un clima lievemente più rigido dell’Italia, ma soprattutto imprevedibile.
Consiglio a chi desidera visitarla un abbigliamento comodo e a strati per le visite durante il giorno: sono d’obbligo pantaloni comodi, magliette calde, felpe o maglioncini che si possano indossare facilmente e naturalmente una giacca a vento pieghevole, da avere sempre con sé nello zaino e almeno due paia di scarpe comode, da alternare in caso di pioggia, oppure degli stivaletti in ecopelle, non troppo rigidi.

Per godere al massimo anche delle serate di vacanza è necessario portare con sé almeno un abito più elegante: se visiterai una città come Dublino o Belfast sarà perfetto da indossare per una cena romantica o per un dopocena in qualche locale ad ascoltare un concerto tipico. Sceglilo nero oppure grigio scuro, per essere sicura di non sbagliare e di poterlo abbinare facilmente a tante altre cose, senza pensarci troppo. Se hai in mente un’occasione davvero speciale sarà ancora più elegante se avrà dettagli in pizzo o ricami.

La differenza in ogni look, soprattutto in viaggio visto il poco spazio in valigia, la fanno gli accessori: scegli una stola avvolgente e calda per il giorno, da indossare per ripararti dal vento della brughiera, e divertiti a giocare con i gioielli. Se visiti i castelli saranno perfetti gioielli con perle d’acqua dolce, che abbiano un gusto retrò per sentirti in sintonia con la storia che ti circonda.
Non puoi assolutamente lasciare a casa un bijoux di colore verde: il colore di San Patrizio è d’obbligo in questa terra, meglio ancora se in forma di quadrifoglio: sarai sicuramente accolta a braccia aperte da tutti!

Grazie Angela per averci dedicato il tuo tempo, il Panda non vede l’ora di ripartire!

Vi ricordo che se volete contattare Angela trovate il suo blog qui, qualora voi foste invece interessati a controllare il suo sito ufficiale Daffodil Bijoux vi lasciamo il link.

Sei un viaggiatore? Vuoi vivere le stesse esperienze di Angela?


Condividi questo articolo

Lascia un commento