Racconti in valigia: per ogni destinazione, la sua cucina

Racconti in valigia: per ogni destinazione, la sua cucina

Condividi questo articolo

Abbiamo intervistato Marta, autrice del blog Una Streghetta in Cucina che ci ha raccontato di se, della sua passione per la cucina e delle sue esperienze di viaggio

Raccontaci un po’ di te e del tuo blog

Il blog è nato nel 2008, dapprima come diario di ricette e poi pian piano è diventato una piattaforma più professionale dove però rimane sempre il lato personale del racconto. E’ nato dalla mia passione per la cucina che è da sempre una costante nella mia vita.

Ritieni importante il legame tra cultura e viaggio?

Non si può viaggiare e scoprire un paese senza conoscerne anche la cucina. La cucina fa parte della cultura di ogni paese quindi va scoperta come vanno scoperti i paesaggi, gli usi e i costumi dei vari paesi che si visitano. 

Come e quanto sei influenzata dalla tua passione per la cucina nella scelta di una meta?

Scelgo le mete dei viaggi in base a quello che voglio visitare ma spesso la cucina influenza queste scelte. Non si può non visitare la Bretagna senza assaggiare le ostriche, oppure la Spagna senza assaggiare le sue tapas o, ancora, la Norvegia senza gustare salmone e stoccafisso. Potrei continuare con moltissimi esempi!

Che cosa ne pensi del “dilemma” cucina italiana vs cucina straniera?

La cucina italiana è un vero patrimonio culturale. Diciamo che la cucina italiana è una delle poche che davvero varia da regione a ragione. Da Nord a Sud la cucina ha delle caratteristiche peculiari che cambiano notevolmente. Il “problema” è che si mangia bene ovunque. Di contro amo molto anche la cucina straniera, tendenzialmente e generalmente meno varia anche se dipende dai paesi. Ogni tot mi viene voglia di cucina straniera, il bello di abitare vicino a Milano è che si ha a disposizione di tutto senza dover per forza viaggiare.


Condividi questo articolo

Lascia un commento