Racconti in valigia: Ogni luogo ha qualcosa da offrire e da scoprire

Condividi questo articolo

Oggi il Panda inizia la settimana intervistando Sarah, viaggiatrice per passione e autrice del blog Universo femminile di Sarah, che ci ha raccontato di lei, della sua famiglia e delle sue esperienze di viaggio!

Siete curiosi di sentire cosa ha da dirci?

Ecco a voi la sua intervista:

Raccontami qualcosa su di te e su come nasce il tuo blog 

Mi chiamo Sarah, ho 35 anni e sono la felice mamma di 3 bambini : Sophie di 7 anni, Anais di 3 anni e mezzo e Lorenzo Andreas di 2 anni .

Sono nata in Belgio e mi sono trasferita in Friuli Venezia Giulia con la mia famiglia quando avevo 6 anni e mezzo.

La scrittura è sempre stata per me una grande passione. Fin da ragazzina riempivo diari con pensieri e poesie ed era per me quasi vitale perchè sono sempre stata una ragazza molto molto timida.

Crescendo avevo poi messo un pochino da parte questa mia passione che però è tornata prepotentemente a farmi visita in un periodo piuttosto cupo della mia vita, nel 2014.

Fu proprio in quel preciso momento e grazie al supporto di alcune preziose amiche che decisi di aprire un blog : L’Universo Femminile di Sarah.

Ho sempre considerato quello spazio sul web come un salottino virtuale dove poter parlare di tutto con i miei lettori e dove poter condividere la mia quotidianità fatta di

momenti con i miei figli, ricettine sfiziose e semplici da realizzare, recensioni di prodotti e soprattutto viaggi.

Cosa significa per te viaggiare ?

Sono stata fortunata a trovare un compagno di vita, mio marito, che nutre la mia stessa grande passione per i viaggi.

Dedichiamo tutte le nostre risorse in questo perchè è un bisogno quasi vitale, quello di prendere e partire appena possiamo.

Per noi viaggiare non significa necessariamente percorrere tanti km, anzi. Ogni luogo ha qualcosa da offrire e in ogni luogo c’è qualcosa da scoprire.

Con il crescere della famiglia il viaggio ha preso un significato ancora più importante perchè ora percorriamo le strade del mondo assieme ai nostri figli certi di regalare loro esperienze uniche ed indimenticabili.

Ricordo ancora con molta emozione il nostro viaggio in Bosnia qualche mese fa quando i miei figli hanno conosciuto i bambini residenti in un villaggio s.o.s .

E’ stato un viaggio importante soprattutto per la nostra Sophie che ha preso atto di quanto una guerra potesse essere devastatrice e di quanto un popolo potesse ancora soffrirne nonostante fossero passati tanti anni. 

Come scegli i prodotti che non possono mancare nel tuo beauty case?

Nel beauty di una mamma sbarazzina non possono assolutamente mancare :

Una miriade di salviettine detergenti …. si beh sono scontata ma è così ! Con 3 bambini non bastano mai !!! io scelgo una versione per pelli sensibili e che posso utilizzare anche per struccarmi in modo tale da risparmiare spazio !

Un altro prodotto che non può più mancare nel mio beauty è la schiumina detergente intima da poter utilizzare senza acqua.

Eh si perchè per noi italiani il bidet è scontato ma in gran parte degli altri paesi del mondo non c’è e dovevo per forza di cose trovare una soluzione . Grazie a questo prodotto è possibile detergersi ovunque e senza acqua, insomma un must have ! 

La crema idratante è un altro prodotto indispensabile per il beauty case del perfetto viaggiatore. E va scelta con cura quando ci sono problemi di spazio o kg in valigia 🙂

io ho optato per una crema idratante per pelli sensibili in modo da poterla utilizzare mattina e sera sul mio viso ed averla a disposizione qualora ci fossero arrossamenti cutanei o irritazioni dei bambini.

Oltre a tutto questo io poi infilo una bella palette di ombretti , un mascara e un eyeliner per potermi truccare anche in giro per il mondo, ve l’ho detto che sono sbarazzina !!!!

uhhhh e dimenticavo…… nel beauty di una famiglia viaggiatrice non può mancare uno spray per capelli anti nodi e rinfrescante ! E’ indispensabile quando si va in giro perchè tra chi si addormenta in auto, chi in aereo o l’arrivare tardi in hotel e appartamenti il tempo per prendersi cura dei propri capelli è sempre limitato e con lo spray e un buon pettine si può tornare subito a posto …specialmente le mie bimbe che hanno capelli lunghi e molto folti !

Quali sono i pro e i contro del viaggiare in famiglia?

I pro e i contro del viaggiare in famiglia, gran bella domanda !!!! 

Sicuramente ci vuole una grandissima organizzazione quando si parte con dei bambini. Ogni singolo spostamento è programmato con largo anticipo e molto spesso si devono scegliere date meno gettonate per poterselo permettere.

Ci si scorda il ferragosto, troppo caro in 5 , ci si scorda natale, troppo caro in 5, e si opta per mesi come marzo o ottobre per trovare le offerte migliori.

Ah e poi c’è una cosa che devo confessarvi. Viaggiare in 5 è stancante, moooolto stancante !!!!! Il relax è utopia quando ci sono bambini piccoli 🙂 carica , scarica, prepara ecc ecc e si torna a casa più stanchi di prima !

Questi però non li considero dei veri e propri contro perchè ve lo ripeto, è una passione talmente grande che anche alzarsi alle 3 di notte e vestirli con un occhio ancora chiuso non pesa 🙂 

I pro invece sono infiniti.

Non esagero se vi dico che quando ripenso ad alcuni nostri viaggi ho le lacrime agli occhi. Quando sento mia figlia azzardare qualche parola di inglese con un bambino straniero, quando li sento dire Danke in tedesco uscendo da un locale , quando vedono un luogo in televisione che hanno visitato e se ne ricordano….non ha prezzo.

Spero che i miei figli crescano con una mente aperta , consci che esiste ” altro ” fuori dalle mura di casa loro perchè sono certa che anche grazie a questo potranno essere adulti migliori .

Le immagini che avete visto sono tratte direttamente dalle esperienze di Sarah!!

Grazie Sarah per questa bellissima intervista. Se volete più informazioni utili sulle sue esperienze o sui suoi viaggi, le potrete trovare nel suo blog qui!


Condividi questo articolo

Lascia un commento