Racconti in valigia: Marocco, un tripudio di colori e profumi

Condividi questo articolo

Oggi il Panda inizia la settimana intervistando Sharon e Diego, viaggiatori per passione e autori del blog Dragoni in Viaggio, che ci ha raccontato di loro e delle loro esperienze di viaggio!

Siete curiosi di sentire cosa hanno da dirci?

Ecco a voi la loro intervista:

Raccontatemi qualcosa su di voi e su come nasce il vostro blog

Innanzitutto piacere, siamo Sharon e Diego, una coppia di viaggiatori instancabili! Sono ormai 7 anni che stiamo insieme e fin dal primo giorno abbiamo capito che la passione per i viaggi ci avrebbe portato lontano. Abbiamo due storie differenti, ma ciò che più ci accomuna è sicuramente l’amore per la scoperta del mondo, per tutto ciò che è diverso da noi e da cui possiamo imparare molto. Non appena abbiamo qualche giorno libero ci mettiamo in viaggio. Non importa che sia un week-end enogastronomico in giro per l’Italia, un city break nelle capitali europee o un viaggio dall’altra parte del mondo, lo viviamo sempre come una grande avventura.

Di ritorno dai nostri viaggi ci è sempre piaciuto condividere con amici e parenti le nostre esperienze e gli itinerari percorsi, a cui abbiamo sempre provato a dare un tocco personale. Così a marzo di quest’anno abbiamo deciso di dar vita al nostro blog DragoninViaggio, un’occasione per poter raccontare ad un pubblico più ampio le nostre “imprese”. Attraverso il blog e i canali social cerchiamo di dare qualche consiglio sulle mete già visitate, condividiamo i nostri pensieri e racconti in giro per il mondo e ci confrontiamo con altri viaggiatori. Nonostante non abbiamo raggiunto ancora grandi numeri, siamo comunque molto soddisfatti dei risultati ottenuti finora, soprattutto della community che si è creata attorno a noi e che ci segue con piacere. Per noi questo è molto importante!

Cosa significa per voi viaggiare?

Ci piace definirci due sognatori innamorati del mondo. Viaggiare è una passione che fa parte della nostra vita, senza la quale non saremmo noi stessi. Per noi viaggiare non significa spuntare una casella da una lista di luoghi da visitare, ma vivere ogni volta la vera essenza del paese che ci ospita. Amiamo conoscere a fondo le tradizioni e gli usi delle popolazioni con cui interagiamo, scoprire le loro origini e immergerci totalmente nella loro cultura.

Non ci limitiamo a visitare i posti più conosciuti, ma molto spesso andiamo alla ricerca di angoli nascosti, ancora poco battuti dal turismo di massa, per poter godere delle bellezze che ci circondano. Durante un viaggio, ciò che è più importante per noi è vivere esperienze irripetibili che porteremo sempre con noi. Un altro modo per godere appieno dell’essenza di un paese è sicuramente attraverso la sua cucina. A nostro avviso, scoprire una cultura attraverso i suoi sapori è certamente il modo migliore per entrare in contatto con le persone e condividere ricordi indelebili.     

Una meta molto gettonata ultimamente è il Marocco, cosa ne pensate di questo paese?

Purtroppo per colpa dell’ignoranza di quelle persone che non riescono ad andare oltre i pregiudizi, il Marocco è spesso visto come un paese pericoloso, con una mentalità chiusa, ma ciò non potrebbe essere più sbagliato. Di sicuro è un paese che ci ha sempre affascinati. Lo sognavamo da tempo e non ha deluso per nulla le nostre aspettative, anzi. Dal Marocco ci aspettavamo un tripudio di colori e profumi e così è stato. Ma, abbiamo scoperto che non è solo questo. È un paese affascinante, ricco di storia, con un paesaggio molto vario e soprattutto un popolo gentile e rispettoso del prossimo.  Un mix di sfumature colorate, aromi intensi e sorrisi contagiosi che difficilmente riusciremo a dimenticare.

Cosa vi ha più affascinato della cultura marocchina? È una meta che consigliereste? Come mai?

Abbiamo viaggiato attraverso il paese in macchina, spostandoci più o meno ogni due giorni, e in questo modo siamo riusciti a portare a casa esperienze uniche e paesaggi mozzafiato. Abbiamo visitato le antiche città imperiali, passato una notte nel deserto del Sahara in una tenda berbera, attraversato gole e canyon, assaporato la brezza dell’oceano atlantico, fino ad arrivare a Chefchaouen, la perla blu del Marocco. Ma, ciò che più abbiamo apprezzato del viaggio sono sicuramente le persone. Abbiamo avuto la fortuna di incontrare lungo il percorso persone straordinarie ed estremamente gentili. Come il proprietario di un negozio di ceramiche che ci ha regalato una collana per il semplice fatto di aver passato del tempo con lui e lasciato una piccola mancia come segno di gratitudine. O il ragazzo del souq a Marrakech con cui abbiamo chiacchierato a lungo e ci ha invitato a bere un tè. O ancora la ragazza del riad a Chefchaouen che ci ha preparato una squisita colazione due ore prima che iniziasse il suo servizio. Le persone sono sicuramente il valore aggiunto del Marocco e grazie a loro il nostro viaggio è stato ancora più magico. Per tutti questi motivi, ci sentiamo di consigliare a chiunque di visitare questo meraviglioso paese che ha così tanto da offrire.

Le immagini che avete visto sono tratte direttamente dalle esperienze di Sharon e Diego!!

Grazie Sharon e Diego per questa bellissima intervista. Se volete più informazioni utili sulle loro esperienze o sui loro viaggi, le potrete trovare nel loro blog qui!


Condividi questo articolo

Lascia un commento