Racconti in valigia: Londra, il fascino degli Scoiattoli

Condividi questo articolo

Oggi il Panda ha il piacere di intervistare Sofia, appassionata di cucina e autrice del blog Sweets & Beauty, nel quale racconta ai suoi lettori delle sue esperienze, della sua vita e delle sue ricette, dando preziosi consigli a coloro che vogliono mettersi ai fornelli!

Ecco per voi la sue intervista:

Raccontami qualcosa su di te e su come nasce il tuo blog

L’idea del blog è maturata piano piano durante un’estate afosa. Ho pensato di mettere assieme la mia passione per i dolci e le mie competenze professionali di estetista. Il blog infatti, inizialmente era composto di due sezioni: una sweets e una beauty and healthy. Ho frequentato diversi corsi di pasticceria e fatto molte ricerche anche consultando i ricettari della nonna. Mi sono inoltre impegnata a ricercare le proprietà benefiche di alcuni ingredienti che possono essere usati anche per i trattamenti estetici.

Non posso negare che, col passare del tempo, la parte sweety ha preso il soppravvento; troppo coinvolgente il mettere le mani in pasta e sfoderare a 360 gradi tutta la mia creatività nella creazione di dolci, biscotti ecc…

Come nasce la tua passione per i dolci?

Fino a qualche anno fa chiedevo sempre a mia madre di preparare qualche dolce da portare alle feste con i miei amici, per loro infatti io ero l’addetta ai dolci.

Un giorno invece ho voluto provare io. Ho scoperto così, per la prima volta, una nuova e innata passione. Da quel giorno non mi son più fermata.

Quale esperienza di viaggio che hai avuto è per te indimenticabile?

Seconda volta a Londra, una settimana da trascorrere in piena libertà alla scoperta dei luoghi che, durante il primo viaggio, non avevo avuto modo di vedere. L’Oyster Card mi ha permesso di salire e scendere dai tipici bus rossi a due piani.. un’assoluta comodità. Preferivo sedermi nel posto in alto davanti al finestrino, ero anche disposta ad aspettare che scendesse qualcuno per occuparlo, da lì potevo così ammirare le magnifiche vie cittadine e i caratteristici palazzi. Un giorno vicino al Tower of London ho attraversato un piccolo spazio verde e un piccolo scoiattolo mi ha attraversato la strada, “Strano!” ho pensato “Uno scoiattolo in una città così caotica che allo stesso tempo regala ai turisti un’atmosfera piacevole e raffinata”.

Ci puoi raccontare il piatto tipico o preferito di questo luogo e le emozioni che hai provato?

In un tipico e chiassoso pub londinese non ho potuto non assaggiare il famoso fish and chips: mi sono vista arrivare un piatto enorme con un grande filetto di merluzzo rivestito da una robusta impanatura e poi fritto. A completare il piatto piselli e patate fritte in abbondanza.

Un altro giorno, in una tea room in Oxford street ho apprezzato il classico momento di metà pomeriggio gustando appunto un english tea presentato con un raffinato servizio. A Portobello road invece colazione con coffee and cookies, un biscottone grande preparato con miele, burro e fiocchi d’avena.

Questi gustosi momenti  hanno suscitato in me diverse emozioni; da una parte ho sentito un grande senso di appartenenza a quella magnifica città e dall’altra ho provato un po’ di tristezza al pensiero di doverla poi lasciare.    

Grazie Sofia per averci dedicato il tuo tempo, il Panda non vede l’ora di ripartire!

Vi ricordo che se volete contattare Sofia trovate il suo blog qui

Sei un viaggiatore? Vuoi vivere le stesse esperienze di Sofia?


Condividi questo articolo

Lascia un commento