Racconti in valigia: L’Obbligo di Portare con sé Tanta Voglia di Scoprire!

Racconti in valigia: L’Obbligo di Portare con sé Tanta Voglia di Scoprire!

Condividi questo articolo

Il Panda oggi ha avuto il piacere di intervistare Paola, travel addicted, autrice del blog In Viaggio col Mio Bimbo,  nel quale i lettori possono trovare utili consigli ed ispirazioni di viaggio!

Siete curiosi di sapere cosa avranno raccontato al Panda? Ecco per voi la loro intervista:

Raccontatemi qualcosa su di te e su come nasce il tuo blog

Siamo una famiglia di vagabondi nel sangue, istruttori subacquei per natura. Dieci anni di noi, nove anni in cui due bimbi un po’ selvatici ci chiamano mamma e papà. Dieci anni in cui di vacanze vere e proprie ne abbiamo fatte poche, in cui però per lavoro siamo passati dai colori della scogliera corallina del Mar Rosso, alle spiagge thailandesi e alle trasparenze dell’acqua della Sardegna. Le valigie sono state sempre le nostre compagne di viaggio, riempite per lo più con pinne, maschere e costumi da bagno. C’è stato però un momento in cui abbiamo sentito il peso di quelle valigie, delle bombole subacquee sulla schiena e abbiamo pensato di fermarci. Esigenza nata col nascere del nostro secondo bimbo. E’ in quel momento che è nato anche il nostro blog, per ricordare col cuore quello che è stato e raccontare quello che è oggi il presente. Sempre col cuore, vogliamo raccontare di avventure per il mondo e, nello stesso tempo, far scoprire quello che c’è dietro l’angolo di casa, valorizzando quei luoghi che non hanno un nome famoso, ma che aspettano solo di essere scoperti, in un pomeriggio o in un breve fine settimana.

Ed ora che il bimbo più piccolo ha ormai due anni, torna in noi quella voglia di rifare le valigie che, in effetti, non abbiamo mai disfatto, hanno solo preso un po’ di polvere. La voglia di riempirci gli occhi dei colori che contraddistinguono il mondo ci spinge a prendere i due piccoli e acquistare quanto prima un nuovo biglietto di sola andata. 

Puoi dare dei consigli ai nostri lettori su come organizzare un viaggio con dei figli?

Sono una mamma un po’ apprensiva e quindi prima di partire ho sempre un po’ di timore che possa capitare qualcosa e di essere “dall’altra parte del mondo” soli, senza sapere cosa fare. Innanzitutto bisogna razionalizzare e…fare una buona assicurazione: per esperienza personale, mai partire senza. Per quanto riguarda le valigie, fatele il più leggere possibili, portando solo le cose indispensabili. Meno peso si ha da portare in giro e meno fatica faremo noi genitori. I bimbi poi di solito non hanno alcun problema a viaggiare.  Se li si abitua fin da piccoli, acquisiscono grande capacità di adattamento e arriveranno in poco tempo a condurci loro al gate d’imbarco! D’obbligo portare con sé tanta voglia di scoprire!

Quali sono i criteri che usi per decidere se una città o luogo vale la pena di essere visto o meno?

Noi personalmente amiamo luoghi incontaminati, mare cristallino e caldo possibilmente 365 giorni l’anno. Tuttavia, pensiamo che sia importante, soprattutto per il bimbo più grande in età scolare, conoscere anche realtà più “civilizzate” o mete culturalmente importanti. Se non c’è tanto tempo a disposizione, senza andare troppo lontano, l’Italia ci offre tantissimo per conoscere la storia e l’arte e in Europa ci sono capitali che possono far vivere ai bambini realtà un po’ più futuristiche. Quando troviamo delle buone offerte noi, ad esempio, andiamo a Londra. Luoghi che non valgano la pena di non essere visitati? No, non credo ce ne siano…

Una meta molto gettonata ultimamente è Cuba, hai mai pensato di visitare questo paese?

Se chiudo gli occhi e penso a Cuba vedo case colorate, auto d’un tempo, il bianco delle spiagge e le palme che si specchiano in mare. Sento la musica dei balli e l’allegria nell’aria. Personalmente io non ci sono mai stata, mio marito sì. Ricorda Cuba e i Caraibi in generale con grande nostalgia, uno dei luoghi più belli al mondo per vivere per lo spirito e la semplicità di vita. Abbiamo proprio qui sulla scrivania un sigaro cubano portatoci da un nostro cliente affezionato del diving. Lo teniamo davanti come promemoria: Cuba è inserita nella nostra bucketlist!

Non so voi, ma il Panda ha già fatto la valigia per partire all’avventura!

Se volete seguire le avventure di Paola, oppure volete ispirazione per il prossimo viaggio  o mettervi in contatto diretto con lei,  vi lasciamo il link al suo sito qui.


Condividi questo articolo

Lascia un commento