Racconti in valigia: L’irrefrenabile desiderio di condividere viaggi, sensazioni, emozioni, e ispirazioni

Condividi questo articolo

Oggi il Panda ha avuto il piacere di intervistare Daniele, appassionato di fotografia e viaggi, autore del blog I Viaggi di Lack, nel quale condivide con i suoi lettori i suoi consigli, le sue esperienze e i suoi viaggi!

Ecco per voi la sua intervista:

Raccontami qualcosa su di te e su come nasce il tuo blog

Ciao! Mi chiamo Daniele, nato e cresciuto a Bologna, da sempre appassionato di fotografia e di viaggi, ma come la maggioranza di tutti noi, ritagliavo queste passioni solo nei weekend o in poche settimane all’anno durante le sospirate ferie. Ma mai dire mai, la vita ci riserva momenti felici e alcune volte anche molto difficili come è accaduto a me, e dopo aver “attraversato il deserto” finalmente ho ritrovato l’oasi. Se è vero che in ogni momento negativo occorre ricercare il lato positivo, posso dire di aver realizzato finalmente ciò che desideravo.

E quindi eccomi qui, parecchi anni dopo, ad aprire un “travel blog”, per scrivere di tutti quei viaggi che ho fatto veramente e nei quali ho scattato migliaia di fotografie.

Amo soprattutto scovare posti insoliti fuori dalle classiche mete turistiche, luoghi curiosi e piccole gemme siano essi piccoli borghi, quartieri particolari, o semplicemente angoli nascosti.

Quindi “i Viaggi di Lack” nasce in un momento di grande cambiamento nella mia vita e lo posso considerare come la realizzazione di un sogno nel cassetto che finalmente si è aperto!

Il mio desiderio? Condividere con voi quelli che sono i miei viaggi, le mie sensazioni, le mie emozioni, ispirare idee e spunti di viaggio.

Come nasce la tua passione per i viaggi?

La prima cosa che mi viene in mente sono alcuni ricordi di quando ero molto piccolo. Trascorrevo ore con l’atlante in mano ad osservare le mappe di qualsiasi continente o paese e ricordo che fantasticavo su ogni nome di città, di fiume e di montagne. E la mia mente viaggiava da una parte all’altra del mondo. Non vi dico poi quando ricevetti per un compleanno un bellissimo mappamondo, ero al settimo cielo! Era nato dentro di me un fuoco che non si è mai spento. A 17  anni feci il mio primo “grande” viaggio con l’Inter Rail visitando alcuni paesi del nord Europa, mentre a 18 ebbi l’occasione di prendere il mio primo aereo per andare in Africa e appena ritornato ripartii per Mosca. Da quel momento in poi la mia passione per i viaggi prese forma e da allora continuo a viaggiare sistematicamente.

Come pianifichi i tuoi viaggi?

Ho sempre fatto viaggi in maniera autonoma, per cui la pianificazione  è fondamentale per il buon esito del viaggio stesso. Per cui trascorro giornate intere a leggere articoli di altri travel blogger, guide, cartine e mi appunto tutte le informazioni che mi interessano, dopodiché inizio a tracciare il mio itinerario. In ogni viaggio che programmo aggiungo sempre due o tre giorni “jolly” per mete non previste, relax o inconvenienti.  Viaggiare significa anche uscire dalla propria comfort zone  ma è un buon modo per mettersi alla prova, ed è  una sfida che accetto sempre volentieri, come è stato lo straordinario viaggio fatto in Sudafrica.

Una meta molto gettonata ultimamente è Cuba, hai mai pensato di visitare questo paese?

Per ciò che riguarda Cuba, è una meta che sogno da molti anni. E’ un paese straordinario che mi ha sempre affascinato per la sua storia, la sua gente, la sua musica e  per le meravigliose spiagge. Rientra senza dubbio nella mia lista di priorità e non escludo si tratti del mio prossimo viaggio.

Grazie Daniele per averci dedicato il tuo tempo e per averci fatto entrare nella tua concezione di vita, cultura e di viaggio.

Vi ricordiamo che le foto sono tratte proprio dal blog di Daniele!

Se volete contattare Daniele o saperne di più sui suoi viaggi potete trovare il suo blog qui!


Condividi questo articolo

Lascia un commento