Racconti in valigia: La Thailandia: un paese che regala tante emozioni!

Condividi questo articolo

Oggi il Panda ha avuto il piacere di intervistare Mary, amante dei viaggi e autrice del blog MarytheTraveler, nel quale condivide con i suoi lettori i suoi consigli, le sue esperienze e le sue avventure!

Ecco per voi la sua intervista:

Raccontami qualcosa su di te e su come nasce il tuo blog

Il mio sito web nasce circa 3 anni fa, periodo in cui ero da poco rientrata dal mio viaggio di nozze quando mio marito mi suggerisce di aprire un blog.

Sono sempre stata un’appassionata di viaggi e fotografie ma fino a quel momento non ci avevo mai pensato.

In effetti, dopo aver ideato itinerari per visitare diversi posti del Giappone e della Thailandia, mi sembrava uno spreco non condividere queste preziose informazioni per chi, come me, ama l’Oriente.

Era stato tutto collaudato: spostamenti, alloggi e ristoranti. Mi sono chiesta “Perché no?”.

Della mia passione, però, non ne ho fatto una professione: ho conseguito una laurea in ambito sanitario e attualmente lavoro per un’azienda ospedaliera.

Come nasce la tua passione per i viaggi?

La mia passione per i viaggi nasce all’età di 7 anni.

Ho messo le bambole in un angolo molto presto per dedicarmi alla lettura. Trascorrevo molto tempo alla libreria di mia nonna, la quale possedeva varie enciclopedie e, da quando ho scoperto la sezione di geografia, mi si è aperto un mondo.

Mi ha subito affascinato il fatto che esistessero popolazioni con lingua, moneta e usanze diverse e non vedevo l’ora di scoprirne di più.

Abbiamo visto che hai visitato la Thailandia, quali posti consiglieresti per vivere a pieno la cultura di questo paese?

Meritano una visita Bangkok e l’incantevole isola di Koh Samui.

Credo che il luogo più suggestivo di Bangkok sia il Wat Saket, meglio conosciuto come Monte d’Oro.

Dopo aver percorso 308 gradini, si arriva in cima dove è possibile ammirare tutta la città.

Il Grande Palazzo Reale, caotico e sfarzoso, si contrappone all’ordine e alla calma del Museo Nazionale.

La capitale è un posto pieno di contraddizioni e quindi unica nel suo genere.

Le spiagge di Chaweng e Lamai a Koh Samui sono paradisiache: chilometri di finissima sabbia bianca, palme e mare cristallino.

Non ho avuto modo di esplorare la zona nord del paese ma spero di porre rimedio quanto prima.

Raccontaci la tua esperienza in Thailandia!

Oltre alle attrazioni famose prima citate, ho passeggiato per vie dello shopping come Khaosan Road e Rambutri Street.

Dato il traffico di Bangkok, ho macinato chilometri a piedi e alla fine mi sono concessa un rigenerante massaggio thailandese.

A Koh Samui, l’idea di noleggiare un’auto è stata una scelta azzeccata: sull’isola ci sono diverse incantevoli calette e punti panoramici raggiungibili solo con mezzi di trasporto. Ho fatto anche escursione al Namuang Safari Park, al cui interno ci sono due cascate. La seconda cascata è alta 80 metri ed è accessibile solo percorrendo un percorso di 30 minuti.

Altra esperienza da non sottovalutare è quella culinaria. Falafel, hummus di ceci, pane pita, riso con gamberi e verdure, pad thai e succhi di frutta autoprodotti sono la specialità di Bangkok. La versione riso con anacardi e ananas servito nella buccia del frutto stesso la si trova prevalentemente sull’isola. Inoltre, ho avuto occasione di bere frullati di frutta fresca e di mangiare il pescato del giorno a Fisherman’s Village, accomodata su un tavolino di plastica e i piedi immersi nella sabbia.

Questo paese può regalare tante emozioni!

Grazie Mary per averci dedicato il tuo tempo e per averci fatto entrare nella tua concezione di vita e viaggio.

Vi ricordiamo che le foto sono tratte proprio dal blog di Mary!

Se volete contattare Mary o saperne di più sui suoi viaggi potete trovare il suo blog qui!


Condividi questo articolo

Lascia un commento