Racconti in valigia: Il viaggio, fonte di arricchimento emotivo e culturale

Racconti in valigia: Il viaggio, fonte di arricchimento emotivo e culturale

Condividi questo articolo

Viaggiare con i bambini non è per nulla semplice, richiede tempo, organizzazione e un pò di pazienza. Ma il gioco vale senza ombra di dubbio la candela: la curiosità, l’immaginazione dei bambini verranno stimolate dalla vista di paesi, popoli nuovi e diversi, dopo ogni viaggio torneranno cresciuti ed arricchiti, non solo di nozioni sul paese, ma soprattutto di esperienze vere. Di questo e molto altro abbiamo parlato con una amica del Panda, Sabrina, autrice del blog I viaggi di Ciopilla, nel quale racconta le sue avventure di viaggio e dà consigli sui viaggi con bambini.

Ecco per voi le sue parole:

Abbiamo visto che con i vostri figli fate, oltre che dei bellissimi viaggi, anche trekking ed escursioni. Come le programmate? Quale tipo di abbigliamento ed equipaggiamento è necessario? Ci sarebbe un’escursione che vorreste consigliare ai nostri lettori?

  • Siamo sinceri: viaggiare con i bambini e proporre loro escursioni nella natura non è assolutamente facile. Per rendere appetibile la destinazione scelta li coinvolgiamo fin dal primo momento. Ogni itinerario  è cosi organizzato con tante idee messe tutte insieme che viene voglia di partire il giorno stesso. Ogni momento è condiviso insieme perplessità comprese.
  • Importante per noi è l’equipaggiamento, che scegliamo con cura in base al terreno e al clima che andremo ad affrontare. Ognuno di noi ha un zaino con la propria borraccia, una giacca a vento, uno/due snack energetici e un piccolo kit di primo soccorso. Immancabili sono i bastoni da nordic walking che ci aiutano nelle salite più difficoltose o semplicemente a dare il passo alla camminata.
  • Consigliare una escursione non è assolutamente facile e quello che per noi al momento appare semplice per via del nostro allenamento ed esperienza, per altri diventa assolutamente difficile. Possiamo solo consigliare di iniziare con escursioni facili e chiedendo al proprio corpo di prendersi una pausa ogni tanto ma soprattutto tenendo conto che ognuno di noi ha i suoi tempi.

Come selezionate le destinazioni dei viaggi? E’ importante per voi che siano family friendly?

Scegliamo le destinazioni dei nostri viaggi in base alle emozioni che un luogo sa offrire e cercando il più possibile di accontentare tutti in famiglia, tenendo conto che per noi l’importante è stare insieme. Vivere una esperienza di viaggio in famiglia. Motivo per cui non  scegliamo mai la formula “tutto compreso” ed evitiamo assolutamente i luoghi dove ci sia una animazione per bambini ed adulti troppo pressante, coinvolgente. Ci piace essere liberi di muoverci e di scegliere in base al nostro ritmo. Unico punto che non si discute mai quando si viaggia è la sicurezza soprattutto avendo con noi i bambini: le attività pericolose in luoghi sperduti dove non c’è assistenza sanitaria, li lasciamo ad altri.

Quali sono i principali benefici che il viaggiare dà ai bambini?

Viaggiare è una esperienza fuori dall’ordinario, dalla quotidianità. Oltre a rafforzare i rapporti e a farci vedere come in realtà siamo senza le maschere che la società ci impone di tenere ogni giorno, riesce a mettere i bambini nella condizione di affrontare decisioni ed emozioni che altrimenti sarebbero frenate dagli adulti. Ogni viaggio è improvvisazione ed è arricchimento emotivo e culturale.

Il viaggio nel cassetto… di ognuno di voi!

Abbiamo tantissimi sogni nel cassetto che non saprei quale scegliere al momento. Il più forte che sentiamo tutti e che ci vede coinvolgere in egual misura è sicuramente  il Giappone. Da un lato la voglia di affrontare un viaggio che oltre ad essere impegnativo sul piano organizzativo, ci pone davanti alle sensazioni che noi grandi abbiamo provato durante l’infanzia guardando gli imperdibili cartoni animati giapponesi. E dall’altro far conoscere ai bambini una cultura così diversa, distante e raffinata da poter un giorno attingerne un pezzetto e poter vivere nella società moderna con lo stesso rispetto che hanno nei confronti degli altri.


Condividi questo articolo

Lascia un commento