Racconti in valigia: come affrontare l’estate e la dieta

Racconti in valigia: come affrontare l’estate e la dieta

Condividi questo articolo

“Mi metto a dieta.!” … Quante volte abbiamo sentito, ma anche personalmente detto questa frase, per poi abbandonare velocemente questo proposito? Abbiamo intervistato per voi Loredana, fondatrice del blog Mi metto a dieta , che ci ha dato dei preziosi consigli per affrontare la prova costume, combattendo la cellulite e i kili di troppo!

Siete curiosi?

Ecco a voi le sue parole:

 Ci racconti un po’ di lei e di come nasce Mi metto a Dieta

Sono una giornalista freelance e per anni mi sono occupata di food e alimentazione per importanti testate nazionali. Mi sono appassionata di alimentazione al liceo e da allora ho trovato il mio equilibrio: faccio parte di quelle persone che possono mangiare qualsiasi cosa senza ingrassare, suscitando la rabbia di amici e parenti, che mi detestano per questo. 

Mimettoadieta.it è nato da un’idea mia e di mio marito, Lorenzo Donati Natalori, per aiutare le persone a perdere peso naturalmente, senza polverine o bacchette magiche, ma mangiando sano.

Per questo abbiamo coinvolto molti professionisti di questo settore (nutrizionisti, dietologi, personal trainer): per diffondere informazioni corrette e combattere falsi miti e fake news.

Cerchiamo di risolvere i problemi di chi quotidianamente lotta con il proprio peso e il cibo: diamo consigli pratici su come affrontare la dieta, organizzare i menu settimanali, seguire la dieta in ufficio, gestire gli sgarri, tenere alta la motivazione. Forniamo informazioni e supporto.

Quali sono i consigli che dareste a chi desidera iniziare una dieta in estate? Quali sono gli accorgimenti che bisogna avere?

Da un lato, l’estate è il periodo migliore per iniziare la dieta, perché con il caldo si tende naturalmente a mangiare meno e più leggero. Dall’altro, è il periodo dello svago, per cui si rischia di cadere più spesso in tentazione.

Per chi vuole dimagrire, ecco 8 consigli:

  1.     visto che il periodo lo facilita, abbondare con frutta e verdura. I vegetali non devono essere considerati un contorno, ma parte principale del pasto. Idratano e apportano fibre, vitamine e minerali.
  2.     Cucinare light, con meno grassi, evitando cotture troppo elaborate ed intingoli, che appesantiscono.
  3.     Attenzione ai classici estivi: caprese, prosciutto e melone. Apportano grassi e sono molto calorici. E anche le mega insalatone rischiano di essere più caloriche di un piatto di pasta. Devono avere una sola proteina: o tonno, o mozzarella, o uova, per esempio.
  4.     Bere di più, minimo due litri di acqua al giorno, perché un organismo ben idratato, lavora meglio, consuma di più e drena meglio. E poi, spesso si confonde la sete con la fame: per cui si mangiucchia qualcosa, quando invece si dovrebbe solo bere.
  5.     Mangiare integrale e cibi crudi: le fibre, aiutano a prolungare il senso di sazietà e a evitare che il livello di zucchero nel sangue si alzi troppo (facendoci sentire fame poco dopo).
  6.     Non saltare i pasti perché fa caldo, è controproducente. Devono essere 5 al giorno, compresi gli spuntini: colazione, senza eccedere con gli zuccheri, spuntino (un frutto o uno yogurt), pranzo, spuntino, cena.
  7.     Approfittare dell’estate per muoversi di più: per mantenere la linea, l’alimentazione da sola non basta. Fare delle passeggiate la sera, camminare in riva al mare, andare in bicicletta.
  8.     Concedersi pure una pizza e un gelato (alla frutta) ogni tanto. La dieta non deve essere stress, soprattutto in vacanza. L’ideale sarebbe mangiarli durante il giorno, non la sera, per smaltirli. E poi cercare di compensare con gli altri pasti della giornata, limitando grassi, dolci e carboidrati.

Per molte donne la cellulite rappresenta un pensiero, specialmente se in vacanza al mare. Come prevenirla e come invece curarla?

La cellulite è un inestetismo che colpisce quasi tutte le donne, indipendentemente dall’età e dal peso (è molto democratica, per questo!). Sono numerosi i fattori che la causano: ormoni, predisposizione genetica, cattiva circolazione, contraccezione ormonale.

Per prevenirla, andrebbe curata tutto l’anno, non solo in estate.

Senza fare interventi estetici, alcuni rimedi che possono aiutare a tenerla sotto controllo sono:

–          seguire un’alimentazione detox, con poco sale e con tanti vegetali ricchi di acqua, come melone, anguria, cetrioli, pomodori.

–          Bere delle tisane e acque aromatizzate per drenare e sgonfiarsi, con finocchio, betulla, camomilla, cumino, coriandolo, malva e zenzero.

–          Fare sport, per aumentare massa muscolare. Sì a esercizi con i pesi, bicicletta, affondi, squat e nuoto. Meglio evitare la corsa, che può essere dannosa.

–          Stimolare la circolazione con docce fredde, camminate veloci, massaggi drenanti e facendo le scale a piedi.

E creme, sali e trattamenti estetici funzionano? Ni. Molti agiscono solo in superficie e hanno un effetto temporaneo, dando l’impressione che la pelle sia più compatta e uniforme. Possono essere utili come azioni in extremis per l’estate, ma sul lungo periodo vanno abbinati a interventi più continuativi, come la giusta alimentazione e l’attività sportiva.

Come possiamo regolarci con le porzioni quando siamo in viaggio e non abbiamo a disposizione una bilancia come a casa?

Per evitare scompensi e il famoso blocco del metabolismo, ogni pasto dovrebbe apportarci i giusti nutrienti: una fonte di carboidrati, 1 di proteine, 1 di grassi, vitamine e minerali.

Un metodo infallibile per dosare le porzioni è usare la propria mano come riferimento, che è naturalmente proporzionata con la nostra costituzione.

Quindi, considerando gli alimenti già cotti, i carboidrati corrispondono come volume a un pugno; le proteine alla mano stesa; i grassi al pollice.

Ringraziamo ancora Loredana per questi consigli, che permetteranno al Panda e ai suoi lettori non solo di arrivare in forma alle vacanze, ma sopratutto di acquisire uno stile di vita che dia loro benessere tutto l’anno.


Condividi questo articolo

Lascia un commento