Racconti in valigia: Colpiti dalla Natura Incontaminata della Thailandia

Racconti in valigia: Colpiti dalla Natura Incontaminata della Thailandia

Condividi questo articolo

Oggi il Panda ha il piacere di intervistare Chiara, appassionata di viaggi e autrice del blog Sometimes Away, nel quale racconta ai suoi lettori delle sue esperienze, della sua vita e dà preziosi consigli a coloro che vogliono mettersi in viaggio!

Ecco per voi la sua intervista:

Raccontami qualcosa su di te e su come nasce il tuo blog

Mi chiamo Chiara, ho 43 anni e vivo a Lecco, vicino a Milano, con mio marito Luca e mia figlia Giada, compagni di vita e di viaggi. Ho frequentato il Liceo Linguistico e studiato lingue all’estero. Oggi sono mamma a tempo semi pieno e intanto aiuto i miei genitori nel loro lavoro.

Amo viaggiare, fotografare, leggere, scrivere, camminare e mantenermi in forma, ma soprattutto amo fare Yoga che è davvero parte integrante della mia vita.

Sono una persona perfezionista, rompiscatole, individualista, insofferente alla banalità, tendente al comando ma anche rispettosa, amante della Verità e della meritocrazia. Non dimentico di avere i piedi appoggiati per terra, tuttavia ogni tanto una parte di me tende a volare via e a sognare.

L’idea del blog nasce  quasi due anni fa prima di tutto per me stessa, per vedere nero su bianco quanto la Vita di bello mi ha offerto e continua ad offrirmi. In secondo luogo per il desiderio di scrivere e raccontare i miei itinerari per quello che sono, senza filtri e senza presentare un mondo patinato, per fornire consigli, che siano però autentici, a tutte le persone che desiderano intraprendere quello stesso viaggio.

SONY DSC

Cosa significa per te viaggiare?

Viaggiare per me significa innanzi tutto sentirmi bene: muovermi attraverso luoghi nuovi che non conosco stimola la mia curiosità e la mia voglia di avventura, respiro un’aria diversa da quella di casa, incontro nuove persone, nuove abitudini, nuovi modi di essere e di vivere che magari non sempre mi piacciono ma che comunque sono fonte di arricchimento e crescita personale. Viaggiare significa andare oltre i propri confini conosciuti, stimola la capacità di adattarsi ad ogni situazione, e significa riuscire a leggere la realtà con occhi differenti e da prospettive diverse. Viaggiare significa accogliere tutto ciò che non conosco per diventare una nuova me ad ogni nuovo viaggio, ad ogni nuova esperienza.

Qual è la meta che hai sempre voluto visitare ma non hai ancora avuto la possibilità di vedere?

L’Australia: sin da bambina la sognavo forse perchè, essendo dall’altra parte del mondo, la vedevo come una meta irraggiungibile: nella mia mente la caricavo di mistero e di aspettative che ancora oggi rimangono insoddisfatte causa tempo e denaro. Se mai la visiterò vorrei avere a disposizione almeno un mese, visto che poi sarà difficile ritornarci!

SONY DSC

Che meta consiglieresti ai nostri lettori, perchè?

Come fare a consigliare una meta? Ci sono troppe variabli come gusti personali, preferenza tra Italia ed estero, tra mare e città, tra cultura e natura, dipende da cosa si cerca. D’istinto, se vogliamo esagerare un pò, mi verrebbe da dire un pazzesco “On the Road” attraverso California, Utah, Nevada e Arizona, che ho fatto diversi anni fa attraverso spettacoli naturali e città grandiose. Oppure se si vuole provare ad entrare in contatto con una cultura orientale, la Thailandia può essere un ottimo inizio, visti anche i costi un pò più accessibili rispetto ad altre mete orientali. Sul mare direi Maldive tutta la vita, mentre come mete per bambini sicuramente Mauritius, tra vita da mare ed esperienze con gli animali, oppure Siviglia se si vuole stare più sul culturale.

Grazie Chiara per averci dedicato il tuo tempo, il Panda non vede l’ora di ripartire!

Vi ricordo che se volete contattare Chiara trovate il suo blog qui

Sei un viaggiatore? Vuoi vivere le stesse esperienze di Chiara?


Condividi questo articolo

Lascia un commento