Racconti in valigia: Cuba, un posto da vedere e da vivere

Racconti in valigia: Cuba, un posto da vedere e da vivere

Condividi questo articolo

Oggi il Panda ha il piacere di intervistare Ilaria, esperta di viaggi ed autrice del blog Mivado, nel quale racconta ai suoi lettori delle sue esperienze, della sua vita e delle sue avventure di viaggio, dando preziosi consigli a coloro che vogliono mettersi in viaggio!

Ecco per voi la sua intervista:

Raccontami qualcosa su di te e su come nasce il tuo blog

Sono una veneta doc (come il vino che amo tanto) della provincia di Vicenza trasferita a Milano per lavoro ormai da 6 anni. Sono curiosa, eterna entusiasta e piena di energia (ecco qui non esageriamo). Ho sempre avuto la passione per i viaggi e per il mondo enogastronomico. Ciò che ho sempre amato è stato organizzare, cercare e provare posti caratteristici, tipici, diversi dal solito. Per questo circa un anno e mezzo fa per gioco ho aperto un blog con un nome molto originale “I travels” (che poi la s finale l’ho inserita solo perché il dominio I travel c’era già). Dopo un po’ di tempo ho deciso di investirci seriamente, perché mi piaceva scrivere, raccontare le mie esperienze e condividerle con gli altri. E’ un po’ come raccontare me stessa e fare in modo che gli altri si portino via anche un po’ di Ilaria in valigia o in borsa. Per questo a giugno 2018 una sera bevendo un gin zen con Ilaria, una mia amica veneta che ha disegnato il bellissimo logo, ho coniato il nuovo nome del blog Mivado, che significa “io vado” e riassume il mio essere veneta e la mia voglia di viaggiare. In veneto si direbbe mivago, ma per non essere troppo “patriota” è diventato mivado. E ora dopo un anno ho un sito nuovo, un sacco di gadget, e di idee e un team di 5 ragazze Serena, Sara, Selene, Giulia e Veronica che collaborano, scrivono sul blog e mi aiutano nella parte grafica e pubblicitaria. Ed è davvero bellissimo. E per l’anno prossimo? Un sacco di novità in arrivo. Mi vado e voi?

Cosa significa per te viaggiare?

Avete presente quando un bambino vede per la prima volta Disneyland o un cagnolino mangia le crocchette dopo ore di digiuno? Ecco io sono così quando sto facendo lo zaino per partire: dentro di me c’è GIOIA pura. Per me viaggiare è GIOIA, è libertà, aria fresca. E non intendo che sono contenta di scappare dalla grigia Milano, ma sono contenta nel scoprire nuovi posti, conoscere persone, culture e tradizioni diverse, provare cibi strani e tipici vivendo a pieno ogni singolo minuto. E questa non è gioia? Perché io non la saprei descrivere in nessun altro modo.

Una meta molto gettonata ultimamente è Cuba, cosa ne pensi di questo paese?

Cuba è un paese che nonostante il turismo sfrenato e l’apertura verso l’occidente (sia positiva che negativa), sta ancora conservando la sua vera anima fatta dalle persone che ci vivono che nel bene o nel male è il suo grande fascino. Non so per quanto durerà ma finché rimane conviene approfittarne e andare. Penso che sia davvero un posto da vedere e da vivere.

Cosa ti ha affascinato di più della cultura cubana? Hai qualche consiglio per chi sta pensando di visitare proprio Cuba?

In due parole? Le persone. Mi hanno colpito tantissimo con la loro ospitalità quando andavo nelle case particular, con la loro gioia che emanavano nonostante tante difficoltà, con la loro semplicità e indifferenza nel vivere le cose e poi con la loro irrefrenabile voglia di ballare e suonare. Sembra banale ma in realtà non lo è, perché quando li vedi ballare, suonare, cantare, percepisci quella famosa anima di cui parlavo prima e ti innamori follemente. Consigli? Andateci il prima possibile e almeno un paio di settimane per viverla bene. Girate, esplorate sia il nord che il sud. E quando andate nelle città lasciatevi guidare dall’istinto e dal suono della musica. Provate assolutamente il caffè e il rum, magari fumando un bel sigaro con un po’ di miele (e vi chiederete perché il miele, ma non vi svelo l’effetto che fa, scopritelo direttamente voi!). Se riuscite andate a ballare e fatevi guidare da loro. E se volete fare un po’ di relax evitate Varadero che è molto turistica e provate Cayo Levisa, una meraviglia.  E poi per ultimo: vivete e godetevi ogni singolo momento.

Grazie ilaria per averci dedicato il tuo tempo, il Panda non vede l’ora di ripartire!

Vi ricordiamo che, se volete contattare Ilaria, volete ispirazioni e consigli sul prossimo viaggio o volete seguire le sue avventure, potete trovare il suo sito  qui

Sei un viaggiatore? Vuoi vivere le stesse esperienze di Ilaria?


Condividi questo articolo

Lascia un commento