Racconti in valigia: Liguria, una regione “sempre verde”

Condividi questo articolo

Oggi il panda ha il piacere di intervistare Federico, fondatore di italian-riviera.com

Raccontami qualcosa su di te e su come nasce il tuo blog

Sono nato a Bordighera e sono estremamente affezionato alla mia terra. Da adolescente la Liguria però cominciava a starmi un po’ stretta così ho deciso di trasferirmi a Milano per vivere la vita di città e studiare. Subito dopo la laurea ho trovato lavoro in L’Oréal e grazie alla mia passione per il Digital sono stato inserito all’interno della divisione e-commerce.
Dopo qualche anno, però, mi sono reso conto che la vita d’ufficio non faceva per me, così ho deciso di tornare nella mia amata Liguria e aprire la mia rete di case vacanza a Bordighera: Bordighera Suite Apartments.
Nella mia vita precedente, il Digital era legato alla bellezza, alla cosmetica e al fatturato di una grande multinazionale.
Appena ho iniziato applicare le mie conoscenze sul turismo mi sono reso conto chiami amato regione aveva delle incredibili mancanze a livello di comunicazione e di marketing. Le innumerevoli bellezze che un turista può trovare sulle nostre coste e su per le nostre vallate non sono mai state raccolte da nessuno né tantomeno raccontate online.
Così nasce italian-riviera.com uno spazio dove orientarsi alla scoperta della Liguria con informazioni provenienti da persone che la vivono tutti i giorni.

Quali sono i più bei borghi della Liguria di Ponente

Nel Ponente della Liguria ci sono tanti Borghi meravigliosi ed è davvero difficile fare una classifica o una selezione…
A chi mi chiede un consiglio per esplorare i borghi sul mare suggerisco di cominciare da Bordighera, da Cervo e da Alassio. L’esplorazione dell’entroterra secondo me dovrebbe cominciare dalla Val Nervia: Dolceacqua, Apricale e poi scollinerei a Triora, il paese delle streghe.

Quali sono le specialità gastronomiche della tua terra che preferisci?

Anche se la Liguria è una terra di marinai, forse le specialità gastronomiche i più sorprendenti sono quelle dell’entroterra e della tradizione. Oltre a tutti i piatti preparati con il pesce pescato nel nostro mare e con i blasonati gamberi rossi di Sanremo, in Liguria raccomando di assaggiare i nostri ravioli di borragine, il coniglio alla ligure e il Cappon magro, un antico piatto che ha origini nelle cucine povere di un tempo.
Oltre alla tradizionale focaccia, qui nel Ponente c’è la Sardenaira, uno strato di pasta lievitata, condita con pomodoro, aglio, acciughe, olive taggiasche e capperi. Mi raccomando non chiamatela pizza o focaccia rossa!
Per farla alla perfezione sono andato personalmente ad imparare la ricetta e la lavorazione da vecchi cuochi liguri. Oggi, immodestamente, la mia Sardenaira è imbattibile 🙂

Qual è il valore aggiunto della liguria rispetto ad altre regioni costiere?

La Liguria è una destinazione turistica completa 365 giorni l’anno: in questa sottile striscia di terra ci sono straordinari paesaggi costieri, collinari e montani che distano tra loro pochi minuti e in ogni stagione dell’anno ti sanno affascinare.
In ogni mese dell’anno la Liguria, specialmente lungo la riviera di ponente, accoglie i suoi visitatori con un clima piacevole e tante giornate di sole, a pochi chilometri delle grandi città del Nord Italia.
Oltre ad un mare pulitissimo qui puoi esplorare tutto l’anno borghi meravigliosi, città accoglienti e mai caotiche, giardini botanici, fantastici itinerari di sport e una cucina semplice e gustosa.


Condividi questo articolo

Lascia un commento