Racconti in valigia: In viaggio con Federica Xotti

Viaggiare è la miglior scuola che ci sia

Abbiamo intervistato Federica Xotti, autrice del blog travelliamo.me, che ci ha raccontato delle sue esperienze e delle sue idee sul mondo travel.

Come scegli le tue mete di solito?

Direi che, al momento, sono le mete a scegliere me 😉

Avendo fatto della mia passione per i viaggi un vero e proprio lavoro, attualmente capita più spesso che siano le destinazioni a raggiungermi, attraverso le proposte che ricevo di settimana in settimana. Come un pacchetto di Natale da scartare, ogni volta è una sorpresa: Africa? Caraibi? Estremo Oriente? Chissà!

Una sola cosa è certa: il mondo non mi delude mai!

 

Qual è per te il significato del viaggio?

Viaggiare è scoprire, un nuova Paese, una nuova cultura ma anche e soprattutto se stessi, spingendosi oltre la propria comfort zone, mettendosi alla prova continuamente, con la voglia e la curiosità di andare oltre i propri limiti, che siano quelli geografici, della conoscenza o dello spirito di adattamento.

L’ho sempre pensato e lo ribadirò all’infinito: il viaggio è la miglior scuola che ci sia!

 

 

Raccontaci un aneddoto di uno dei tuoi viaggi

Settembre 2012, Kenya.

Stavo gironzolando nei pressi del villaggio di Galu, a qualche chilometro dal mare, a Sud di Mombasa.

Passeggiavo serenamente, per respirare appieno l’atmosfera locale quando, all’improvviso, ha cominciato a diluviare e mi sono ritrovata in un lampo sotto un temporale pazzesco, senza ombrello né rifugio. Le strade stavano cominciando ad allagarsi e l’hotel era assolutamente lontano.

In quella circostanza ho conosciuto Bob e Leo, due ragazzi del villaggio che, senza pensarci due volte, si sono avvicinati invitandomi a casa loro per ripararmi dalla pioggia. Superato il dubbio iniziale, mi sono trovata a trascorrere 3 ore meravigliose insieme a tutta la loro enorme famiglia, cantando con i bimbi più piccoli e cercando di comunicare con i grandi, a gesti o disegni, fatti con un bastone sul pavimento di terra battuta.

Abbiamo mangiato frutta fresca, mi hanno acconciato i capelli e, una volta terminata la pioggia, ci siamo salutati così, come dei cari amici, come se ormai ci si conoscesse da una vita.

Inutile dire che non ho mai rivisto nessuno di loro ma i ricordi, quelli sì che durano per sempre.

 

 

Come ha influito secondo te la tecnologia sul viaggiare?

La tecnologia ha drasticamente cambiato il modo di viaggiare e di fare turismo, in ogni fase del processo, dalla scelta della destinazione al modo in cui si vive l’experience in loco.

L’informazione passa ormai sempre più attraverso la rete, i blog e i social network e c’è chi, come me, dall’unione fra viaggi e tecnologia è stato in grado persino di tirarne fuori un vero e proprio mestiere.

La parola d’ordine è diventata “condivisione” purché, a parer mio, intelligente e ponderata. Sì dunque al live storytelling, alla ricerca dello scatto perfetto per valorizzare al meglio la bellezza di un paesaggio ma senza mai dimenticarsi di guardare prima con gli occhi e poi attraverso lo schermo dello smartphone, di fotografare prima con il cuore e solo dopo con l’obbiettivo della reflex.

Perché per poterle raccontare al meglio agli altri, le emozioni vanno vissute per davvero!

 

 

Ringraziamo ancora Federica Xotti per questa bellissima intervista. Vi ricordiamo che potete trovare il suo blog qui

Sei un viaggiatore? Vuoi provare a viaggiare e vivere le stesse esperienze di Federica?

 

Registrati subito!

Condividi questo articolo con i tuoi amici

Come funziona Rolling Pandas?

req

Crea il tuo viaggio

  • Viaggia in tutto il mondo
  • Scopri 1000+ tour organizzati
  • Più di 200 partner scelti con cura
prev

Ricevi il preventivo

  • Manda la tua richiesta senza impegno
  • Ricevi il preventivo da un esperto locale
  • Prenota con un clic
go

Parti in sicurezza

  • Piattaforma per pagamenti sicuri
  • Utilizzato da centinaia di viaggiatori
  • Opzioni di pagamento flessibili

Vuoi fare un viaggio su misura? Contatta un operatore locale!

mood_bad
  • Non ci sono commenti
  • chat
    Aggiungi un commento
    keyboard_arrow_up