Viaggia e Scopri

Abbiamo intervistato Gian Luca, autore del blog viaggiaescopri.it, che ci ha raccontato delle sue esperienze e delle sue idee sul mondo travel.

 

 

Raccontaci un po’ di te e del tuo blog

Viaggia e Scopri nasce nel 2010, in un periodo di grande cambiamento della mia vita. Alla fine dell’anno precedente uscivo da un matrimonio portando con me un bagaglio di sentimenti spesso contrastanti ma che stavano plasmando il mio essere. Forse per il timore di perdere qualche pezzo, un giorno, ho deciso di aprire un sito (ignoravo che cosa fosse un blog) in cui raccontare le esperienze di viaggio che io e la mia ex moglie avevamo vissuto in Cina, Messico, Thailandia e in molti altri paesi, ma sempre viaggiando con una filosofia low cost e sempre senza prenotare nulla a priori. Viaggiare per me voleva e vuol dire avventura.

Durante i primi mesi del 2010 ho inoltre conosciuto Lele, che è anche il mio attuale compagno e braccio destro, e con il suo contributo il mio blog ha trovato nuovi stimoli e spunti di crescita, anche grazie all’avvento dei social network che han permesso di avere una vetrina sempre crescente sul web.

Nel 2012 ho iniziato a ricevere proposte di collaborazione e di partecipazione a tour organizzati e, ben presto, ho capito che l’attività di promozione che sta dietro a un progetto di tale portata è un lavoro a tutti gli effetti. Pur sempre mantenendo onestà e trasparenza verso i miei lettori, ho deciso di tramutare la mia passione per i viaggi e per il blog in un lavoro e nel 2013 Viaggia e Scopri era già una media agency il cui punto di forza era ed è tutt’ora il blog grazie alle migliaia di lettori che ogni mese consultano i miei articoli e mi chiedono informazioni per organizzare il loro prossimo viaggio.

Nel presente sono fatto di viaggi e viaggiare è la mia vita.

 

Come scegli le tue mete di solito?

Sono attratto dalle destinazioni che hanno una grande storia e dove trovare un profondo sfondo culturale, ma più viaggio il mondo e più mi accorgo che ogni luogo è unico e meraviglioso, poiché dotato di una cultura che si plasma sulla destinazione e perché ogni luogo ha una storia da raccontare. Considerando questo ogni destinazione è per me potenzialmente ideale, anche se la maggiore discriminante rimane il budget.

Ho viaggiato per lavoro in luoghi dove la vita ha un costo molto elevato, non disprezzo il lusso, ma sono indirizzato su uno stile di viaggio responsabile e sostenibile, un modo di viaggiare che non danneggi la popolazione locale e che sia accessibile anche a chi ha disponibilità limitata di budget.

Amo l’estremo Oriente e la cultura dell’America Latina e ho lasciato il mio cuore in Kenya, in qualche posto in mezzo alla savana. Il miglior modo per sentirmi vivo è prenotare il prossimo volo.

 

 

C’è stato un viaggio che pensi abbia segnato un punto di svolta nella tua vita? Se si quale?

Assolutamente si, c’è stato, ed è stato il mio viaggio di nozze. Prima di allora avevo viaggiato, ma sempre molto da turista. Il lavoro, le poche ferie e gli impegni quotidiani spesso non ti lasciano il tempo di studiare e organizzare un itinerario, così è più semplice scegliere un viaggio già confezionato e prenotare. Non sto dicendo che ciò sia sbagliato, io stesso ora propongo alcuni viaggi organizzati che puoi trovare nella sezione ‘Parti con me’ del blog, ma la mia Cina fu un punto di svolta decisivo.

Il viaggio di nozze era tutto pianificato per filo e per segno, ma siccome avevamo previsto di andare a Chengdu per vedere i panda avrei voluto aggiungere un’escursione a Leshan per vedere il parco del Buddha Gigante. Sinteticamente il costo richiesto dall’agenzia per l’escursione era spropositato, decisi quindi di farmi lasciare un giorno libero, senza guida, per essere solo noi e la Cina.

Se oggi sono qui a raccontarti che puoi viaggiare da solo è anche perché quella giornata fu indimenticabile e ci permise di capire che nulla avrebbe potuto ostacolare la nostra voglia di avventura. Ho raccontato quest’esperienza in un articolo sul mio blog e, ogni tanto, vado a rileggerla perché resta uno tra i miei ricordi di viaggio più belli di sempre.

 

Quale pensi sarà la tua prossima destinazione?

Questa è una bella domanda. In questo periodo sento forti troppi richiami, ho voglia di ghiaccio e nord e aurora, ho voglia di mare e spiagge, ho voglia di perdermi in un souk o di farmi scarrozzare da un tuk tuk tra le strade di una metropoli asiatica. Insomma avrei voglia di un bel viaggio lungo, ma ho molto lavoro da fare e per ora mi limito a sognare. Però se riesco voglio tornare in Romania, è un paese che mi ha davvero sorpreso e sento il bisogno di conoscerlo meglio.

Ma adesso parlami di te, quale sarà il tuo prossimo viaggio?

 

Ringraziamo ancora Gian Luca per questa bellissima intervista. Vi ricordiamo che potete trovare il suo blog qui

Quindi dovrei andrai? Sei un viaggiatore? Vuoi provare a viaggiare e rispondere a Gian Luca? Sei pronto per vivere le sue stesse esperienze?

 

Registrati subito!

Condividi questo articolo con i tuoi amici

Come funziona Rolling Pandas?

req

Crea il tuo viaggio

  • Viaggia in tutto il mondo
  • Scopri 1000+ tour organizzati
  • Più di 200 partner scelti con cura
prev

Ricevi il preventivo

  • Manda la tua richiesta senza impegno
  • Ricevi il preventivo da un esperto locale
  • Prenota con un clic
go

Parti in sicurezza

  • Piattaforma per pagamenti sicuri
  • Utilizzato da centinaia di viaggiatori
  • Opzioni di pagamento flessibili

Vuoi fare un viaggio su misura? Contatta un operatore locale!

mood_bad
  • Non ci sono commenti
  • chat
    Aggiungi un commento
    keyboard_arrow_up