Saluti da Tivoli

Abbiamo intervistato Andrea, autore del blog salutidativoli.it, che ci ha raccontato di sé, di Tivoli e delle sue esperienze e idee sul mondo travel.

 

Raccontaci un po’ di te e del tuo blog

Ho 50 anni e sono un infermiere del SSN. Mi sono appassionato, da qualche tempo alla fotografia, sia digitale che analogica, e mi diletto anche a realizzare brevi video. Questa mia passione di fotoamatore unita a quella per la ricerca di notizie e curiosità sulla mia città, Tivoli, ed il territorio circostante, sono alla base del mio blog www.salutidativoli.it e la pagina facebook ad esso collegata https://www.facebook.com/salutidativoli. Il blog e la pagina ad esso collegate sono nate inizialmente come luogo virtuale in cui raccogliere le mie foto di Tivoli e dintorni in modo che si potessero utilizzare come “cartoline virtuali” in luogo dei diffusi “cuoricini”, “fiorellini” e simili che si trovano sulla quasi totalità dei gruppi facebook con cui gli utenti si scambiano il buongiorno e la buonanotte.  Successivamente ho aggiunto alle foto delle brevi descrizioni e aggiunto anche dei video. In particolare, ho iniziato da circa un anno a collaborare con una emittente locale, TeleTibur, inviando brevi filmati che riguardano luoghi o vicende storiche della città e, in qualche caso, eventi che in essa si svolgono. In “Saluti da Tivoli” trovano posto sia notizie di carattere storico con cenni a vicende e personaggi di Tivoli ma anche  e sopratutto notizie relative alle tradizioni e alla cultura popolare della mia città (tra l’altro, grazie all’aiuto di un mio amico, il sig. Italo Nonne, molto noto in città) il sito “Saluti da Tivoli” può vantare una discreta raccolta di poesie in dialetto tiburtino recitate “a braccio”. Non di rado, per reperire le notizie, mi reco nella biblioteca comunale o svolgo brevi ricerche internet rese possibili grazie ai progetti di digitalizzazione di molti cataloghi di biblioteche sia italiane che estere. “Saluti da Tivoli” è fondamentalmente un modo personale per omaggiare la mia città natale cui mi sento profondamente legato;

 

Quale legame c’è tra viaggi e cultura secondo te?

In una cittadina come la mia – come del resto nella quasi totalità delle città più o meno grandi d’Italia – il viaggio non può non essere legato alla lunga tradizione culturale e storica del nostro paese. In Italia il legame che unisce l’aspetto culturale a quello più marcatamente turistico è, secondo me, un legame di carattere “naturale” ed, anzi, fin troppo spesso, i nostri siti storici, così come quelli legati a bellezze naturali, non sono sufficientemente valorizzati e sfruttati come fonte di ricchezza legata proprio all’industria turistica;

Pensi che conoscere il proprio territorio avvalori un’esperienza di viaggio in altri luoghi?

Certamente si : la conoscenza del proprio luogo di nascita, che a me appassiona moltissimo, mi spinge, infatti, a conoscere anche altri luoghi, più o meno lontani da quelli che frequento quotidianamente, per trovarne similitudini e/o elementi di diversità : Il tutto è legato alla mia naturale “curiosità”. La “curiosità” dovrebbe muoverci nelle nostre esperienze di viaggio : senza questa predisposizione non potremmo godere a pieno del viaggio che diventerebbe un “mero” trasferimento meccanico da un luogo ad un altro;

 

Tre consigli su cosa visitare e fare a Tivoli ai nostri viaggiatori

A Tivoli, in realtà, c’è l’imbarazzo della scelta, infatti, la città vanta due siti nel Patrimonio Mondiale Unesco : Villa Adriana e Villa d’Este. La prima sorta per volontà dell’Imperatore Adriano è certamente la più vasta villa di epoca romana giunta fino a noi : in pratica una “città” in cui l’Imperatore cercò di ricreare alcuni degli ambienti che aveva incontrato nei suoi viaggi in lungo e in largo per il vasto impero romano. Villa d’Este è un capolavoro rinascimentale con uno dei giardini più belli al mondo, disseminato di fontane artistiche di notevolissimo pregio (alcune musicali). Oltre questi due siti, si deve ricordare che Tivoli fu luogo prediletto di poeti, nobili, e ricche famiglie romane che in epoca imperiale costruirono proprio a Tivoli le loro magnifiche ville (nel corso della storia moltissimi reperti archeologici scoperti a Tivoli sono poi andati a d arricchire i musei della vicina Roma e non solo…). Una visita merita pure la Villa Gregoriana attualmente gestita dal FAI, i templi della acropoli di Vesta e di Sibilla. Il Santuario di Ercole Vincitore, con la singolare “via tecta” una strada coperta che conduceva nell’antica città. Per gli appassionati della storia, segnalo che a Tivoli si conserva l’unica tomba ad oggi conosciuta al mondo di una vestale : nel rinnovato Parco della Vestale Cossinia (inaugurato proprio lo scorso anno) si possono ammirare i resti della tomba dedicata alla Cossinia a pochi passi dal Fiume Aniene. E proprio parlando dell’Aniene come non avviarsi lungo la strada che conduce verso il Santuario di Quintiliolo, anche questo a ridosso dei resti di un’altra villa romana, quella di Quintilio Varo, a qualche chilometro di distanza dalla città? Una strada panoramicissima da cui potremo godere, tra l’altro, della vista della Cascata (un salto di circa 100 metri creato, intorno al 1835, artificialmente attraverso la deviazione del fiume per preservare la città dalle devastanti alluvioni – l’ultima catastrofica del 1826). E anche qui lungo la strada potremo osservare ciò che residua dell’antica Villa di Orazio… Per gli amanti delle passeggiate panoramiche segnalo : l’antica strada di Pomata poco fuori città e il percorso delle ville (quest’ultimo l’ho descritto in questo post https://www.salutidativoli.it/2015/04/percorso-pedonale-tra-la-villa.html). Piccola curiosità per chi ama i buoni ristoranti ed ama i fiori : non mancate di fare una fotografia con il “glicine gi Goethe”  nel ristorante della Sibilla, potrete mangiare a ridosso dei templi dell’acropoli tiburtina e fare una foto ad un maestoso glicine conosciuto come “glicine di Goethe” in onore del famoso scrittore tedesco che soggiornò a Tivoli nel periodo del Grand Tour (nel suo libro Viaggio in Italia , Goethe cita la città  di Tivoli dicendo : “in questi giorni fui a Tivoli, dove ammirai una delle somme visioni offerte dalla natura. Quelle cascate, unitamente alle rovine e a tutto il complesso del paesaggio, sono tra le cose la cui conoscenza ci fa interiormente, profondamente più ricchi… La cascata che precipita nella vicinanze, seguendo un intricato percorso, produce gli effetti più mirabili…”

Se dovessi descrivere Tivoli con tre aggettivi quali sceglieresti?

Il primo degli aggettivi è indiscutibilmente “Tivoli la Superba” : così infatti la definisce il poeta Virgilio nel VII libro dell’Eneide “Tibur Superbum”. Altri aggettivi che scelgo sono : affascinante e intrigante.

Parlando dei tuoi viaggi quali sono quelli che ti hanno colpito di più e perchè?

In realtà non viaggio moltissimo, vorrei viaggiare molto più spesso ma gli impegni familiari e lavorativi non me lo permettono. Ad ogni modo, i viaggi che prediligo sono quelli che mi consentono momenti di relax e momenti per appagare la mia curiosità visitando luoghi storici (ad esempio un viaggio che mi piace fare spesso è quello sulla costa romagnola : ho un ampia scelta di possibilità starmene rilassato in spiaggia, andare in qualche locale ma anche ad esempio visitare l’entroterra così ricco di storia… solo per citare un esempio a due passi da Cattolica si può visitare il borgo e il castello di Gradara…)

 

 

Ringraziamo ancora Andrea per questa bellissima intervista. Vi ricordiamo che potete trovare il blog  qui

Sei un viaggiatore? Vuoi vivere le stesse esperienze di Andrea?

 

Registrati subito!

Condividi questo articolo con i tuoi amici

Come funziona Rolling Pandas?

req

Crea il tuo viaggio

  • Viaggia in tutto il mondo
  • Scopri 1000+ tour organizzati
  • Più di 200 partner scelti con cura
prev

Ricevi il preventivo

  • Manda la tua richiesta senza impegno
  • Ricevi il preventivo da un esperto locale
  • Prenota con un clic
go

Parti in sicurezza

  • Piattaforma per pagamenti sicuri
  • Utilizzato da centinaia di viaggiatori
  • Opzioni di pagamento flessibili

Vuoi fare un viaggio su misura? Contatta un operatore locale!

mood_bad
  • Non ci sono commenti
  • chat
    Aggiungi un commento
    keyboard_arrow_up