Recensioni Gustose

Abbiamo intervistato Martina, autrice del blog recensionigustose.it, che ci ha raccontato di sé, delle sue esperienze e delle sue  idee sul mondo travel legato a quello culinario.

 

Raccontaci un po’ di te e del tuo blog

Mi chiamo Martina, ho 32 anni e nella vita sono una consulente web marketing freelance per la mia attività Engame.

Recensioni gustose nasce circa 7 anni fa un po’ per caso. Secondo una mia amica ho il fiuto di trovare posti dove mangiar bene senza spendere molto. Non a caso mi aveva dato il nomignolo di “economino”. Da allora recensisco la maggior parte dei ristoranti che provo, specialmente di Milano. Da più di tre anni mio marito, oltre ad essere il mio più grande sostenitore, mi aiuta nell’aggiornamento del blog.

Oggigiorno al viaggiatore interessa sempre di più trovare il posto migliore dove pranzare/cenare, quali sono le ragioni secondo te?

Per andare sul sicuro , direi. In questo modo si rischia meno di perdere tempo, denaro e si evitano inutili mal di pancia (non solo fisici).

 

A tal proposito, meglio sperimentare cucine locali o cercare un posto dove andare sul “sicuro”? Per molti italiani è un bel dilemma! dicci la tua

Entrambe, direi. Anche perché bisogna saper leggere le recensioni, non tutte sono veritiere. Sicuramente maggiore è il numero di recensioni più reale sarà il giudizio. Siti di recensioni aiutano parecchio nella scelta, specie quando si ha poco tempo o si deve organizzare una cena senza voler fare brutte figure. È divertente, però, anche scovare posti nuovi e magari essere tra i primi a provare un locale. A Milano, poi, aprono nuovi locali continuamente quindi si può sperimentare parecchio.

Quanto ha influito la tecnologia nella ricerca di un locale dove mangiare durante il proprio “viaggio culinario”?

Abbastanza. Come dicevo, mi piace molto sperimentare e farmi un’idea mia. Però ammetto, specialmente quando viaggio, che utilizzo parecchio siti/blog di recensioni.

 

Parlando dei tuoi viaggi, quali sono le destinazioni che più ti hanno colpito? Perché?

Per la mia recente Luna di Miele sono stata in Giappone e mi ha lasciato senza fiato, nonostante non fosse il periodo della fioritura dei ciliegi. Una realtà completamente diversa dalla nostra a partire dalla lingua stessa. Anche a livello culinario è stato parecchio interessante: non sapevo, ad esempio, che l’aglio fosse un ingrediente fortemente, ahimè, utilizzato. Non solo sushi, insomma, ma tantissimi piatti locali davvero gustosi.

Un altro bellissimo viaggio è stato il Messico. Io e mio marito ci siamo proprio innamorati del Chiapas, regione che faceva parte del Guatemala. Un po’ meno, invece, della costiera maya, troppo turistica per i nostri gusti. La cucina, invece, ci ha un po’ delusi. Stranamente abbiamo apprezzato di più il cibo messicano “italianizzato” piuttosto che quello locale.

Se fosse per noi, comunque, il nostro zaino sarebbe sempre pronto per una nuova avventura.

 

Qual è il tuo sogno nel cassetto per quanto riguarda i viaggi?

Il mio sogno sarebbe quello di prendermi un anno sabbatico e girare il mondo con un favoloso biglietto d’aereo aperto.

Tornando con i piedi per terra,  Perù, Bolivia e Argentina sono mete che bramo da un po’. Anche Cambogia, Laos e Vietnam, ma non sono ancora riuscita a convincere mio marito 😊

 

Ringraziamo ancora Martina per questa bellissima intervista. Vi ricordiamo che potete trovare il suo blog qui

Sei un viaggiatore? Vuoi provare a viaggiare e vivere le stesse esperienze di Martina?

 

Registrati subito!

Condividi questo articolo con i tuoi amici

Come funziona Rolling Pandas?

req

Crea il tuo viaggio

  • Viaggia in tutto il mondo
  • Scopri 1000+ tour organizzati
  • Più di 200 partner scelti con cura
prev

Ricevi il preventivo

  • Manda la tua richiesta senza impegno
  • Ricevi il preventivo da un esperto locale
  • Prenota con un clic
go

Parti in sicurezza

  • Piattaforma per pagamenti sicuri
  • Utilizzato da centinaia di viaggiatori
  • Opzioni di pagamento flessibili

Vuoi fare un viaggio su misura? Contatta un operatore locale!

mood_bad
  • Non ci sono commenti
  • chat
    Aggiungi un commento
    keyboard_arrow_up