Mamma al Top

Abbiamo intervistato Dragana, autrice del blog mammaaltop.com che ci ha raccontato di sè, delle sue esperienze e delle sue idee sul mondo travel.

 

Raccontaci un po’ di te e del tuo blog

Ho deciso per la prima volta di aprire il mio blog nel 2011 mentre aspettavo mio figlio Mario, però mi son accorta che tra la mia nuova vita di mamma e la giusta dedizione non avevo abbastanza tempo da  dedicargli, così ho deciso di chiuderlo. Poi nel 2013 ho deciso di riaprirlo ed ora eccomi qui! Dopo 5 anni posso dire che il mio blog sta crescendo sempre più. Sul blog racconto un po’ di tutto: dal fashion all’argomento kids naturalmente passando per il beauty, food e anche un po’ di viaggi. Questo blog è nato anche per far capire alle donne che dopo aver avuto i figli non bisogna trascurarsi, ma che un figlio/a può rendere, anzi, una donna più in gamba, più bella e che ogni tanto bisogna dedicare un po’ di tempo solo a sè stesse.

Cosa ne pensi del viaggio come esperienza?

Adoro viaggiare, ogni viaggio mi ha portato e arricchito di qualcosa. Ho incontrato tante persone, tante culture e sempre quando torno a casa ho sempre una valigia piena di ricordi e dei sapori nuovi che ho potuto assaggiare.

 

Come cambia la prospettiva di un viaggio in famiglia secondo te?

Quando viaggiavo da sola o con il mio compagno ero solo io o noi due ed era giustamente tutto più facile, poi quando è nato nostro figlio abbiamo iniziato ad essere più attenti alle sue esigenze. Anche se Mario ( nostro figlio) è abituato ad andare in giro con me in auto ed è molto bravo e paziente, se facciamo viaggi in macchina magari più lunghi ci fermiamo spesso e cerco sempre qualcosa che può distrarlo sennò si annoia facilmente! Visto che Mario è un bambino molto vivace abbiamo aspettato che avesse 4 anni per portarlo per la prima volta con noi per un viaggio in aereo perché non volevo che desse fastidio ad altri passeggeri.

Qual è la cosa che non può mancare durante uno dei tuoi viaggi?

Per quanto mi riguarda il beauty case, il pc e un buon libro.

Per quanto riguarda mio figlio, invece, gli porto un libro, un quaderno e dei colori visto che gli piace molto disegnare.

 

Quali sono le destinazioni che più ti hanno colpito? Perché?

Egitto, il villaggio dei beduini. Avevo solo 21 anni e mi è rimasto molto impresso il loro modo di  vivere in mezzo al deserto. E c’era un bambino che aveva all’incirca 3 anni che si avvicinò a me per  toccarmi i capelli. Aveva il naso che gli colava e gli ho dato un pacchetto di fazzolettini e i suoi occhi mi sono rimasti molto impressi, un semplice pacchetto di fazzolettini per lui era come un grandissimo regalo!

Qual è il tuo sogno nel cassetto per quanto riguarda i viaggi?

Mi piacerebbe tanto visitare l’Australia e fare un viaggio on the road, noleggiare una macchina e fare un giro.

 

 

Ringraziamo ancora Dragana per questa bellissima intervista. Vi ricordiamo che potete trovare il blog  qui

Sei un viaggiatore? Vuoi provare a viaggiare e vivere le stesse esperienze di Dragana?

 

Registrati subito!

Condividi questo articolo con i tuoi amici

Come funziona Rolling Pandas?

req

Crea il tuo viaggio

  • Viaggia in tutto il mondo
  • Scopri 1000+ tour organizzati
  • Più di 200 partner scelti con cura
prev

Ricevi il preventivo

  • Manda la tua richiesta senza impegno
  • Ricevi il preventivo da un esperto locale
  • Prenota con un clic
go

Parti in sicurezza

  • Piattaforma per pagamenti sicuri
  • Utilizzato da centinaia di viaggiatori
  • Opzioni di pagamento flessibili

Vuoi fare un viaggio su misura? Contatta un operatore locale!

mood_bad
  • Non ci sono commenti
  • chat
    Aggiungi un commento
    keyboard_arrow_up