Ecorisparmiare con Loredana

Abbiamo intervistato Loredana autrice del blog ecorisparmiare.it che ci ha raccontato di sè, e del suo progetto.

Raccontaci un po’ di te

Sono una ragazza curiosa, determinata e chiacchierona. Vivo a Milano con il mio fidanzato e il mio cane, Mila, che ho adottato durante la mia ultima vacanza.

Mi definisco una nomade, perché da piccola ho vissuto in molte città d’Italia, conosciuto tante persone e diverse culture. Per me lasciare tutto e partire non è un evento traumatico, come potrebbe esserlo per molti. Non ho la nostalgia di casa perché per me la mia casa sono i legami, le avventure e le scoperte che colleziono lungo il tragitto. Da qualche anno sono un po’ più stabile, lavoro come copywriter per il web, ma i miei due sogni più grandi sono girare il mondo alla scoperta della natura incontaminata e scrivere un libro di avventure.

 

Ed ora parlaci un po’ del tuo blog ecorisparmiare.it, come è nato?

Dopo aver ricevuto la diagnosi di una malattia autoimmune cronica la cui origine è ancora sconosciuta, la cura palliativa e il decorso imprevedibile, mi sono chiesta: “se mi rimanesse solo un anno di vita, come vorrei spenderlo?”. La risposta è stata automatica: mettendo in pratica e condividendo la mia idea di un mondo migliore: un mondo in cui ognuno possa realizzare i propri sogni rispettando l’ambiente e le altre persone. Se continuiamo a distruggere questo mondo, non ci sarà più niente di bello da esplorare.

Spiegaci meglio qual è il legame tra Eco sostenibilità e risparmio

Quando ho aperto questo blog mi sono scontrata subito con il pregiudizio che l’ecologia fosse un argomento riservato a una nicchia di persone “fissate”, un po’ spostate e ricche, perché nell’immaginario collettivo le alternative green sono solo quelle costose. Nella mia esperienza, invece, l’ecologia è stata la chiave per avere un rapporto sano con il denaro e non sperperare i miei primi guadagni “da adulta”. Mi ha insegnato a gestire meglio le mie finanze per ottenere ciò che desideravo anche nei momenti economicamente più difficili.

Anche viaggiare può avere forte legame con l’eco sostenibilità, dicci la tua

Viaggiare ha un legame strettissimo con la sostenibilità ambientale. Chiunque, oggi, ha la possibilità di scoprire luoghi e scorci meravigliosi che in passato erano irraggiungibili. Il dilagare di foto sui social ne è la dimostrazione, ma quello che non vediamo mai tra i selfie alle Maldive e le stories dell’Aurora Boreale è l’enorme danno che gli uomini stanno arrecando alle bellezze naturali. Spetta ad ognuno di noi adottare qualche piccolo accorgimento per ridurre il nostro impatto ambientale e preservare i luoghi che amiamo scoprire.

 

Sei mai stata testimone di fenomeni di turismo di massa?

Personalmente scelgo sempre di visitare posti poco conosciuti e non affollati, in periodi poco turistici. Vivendo a Milano, però, mi è capitato di assistere al turismo dello shopping (che qui è davvero una piaga) e ai danni causati dalla spazzatura che si crea nelle città d’arte, soprattutto nei periodi di maggiore affluenza, o dalle immissioni annue di macchine e aerei. Ho anche letto del divieto di utilizzare le creme solari in alcune isole di Hawaii e Maldive, perché stavano uccidendo la barriera corallina. Insomma, stiamo pian piano distruggendo le meraviglie che adoriamo visitare e questo è un peccato. Il mio invito è quello di non aspettare che siano le istituzioni a risolvere i problemi ambientali: ognuno di noi può iniziare, nel suo piccolo, a migliorare questa situazione. Spesso basta una semplice riflessione. Per esempio, iniziamo a pensare che qualunque luogo in cui viaggiamo è “la casa” di qualcuno e come tale va rispettata.

 

Cos’è l’agenda della fortuna? siamo curiosi

L’Agenda della Fortuna è un PDF stampabile che invio ogni mese agli iscritti alla newsletter del mio blog. Serve a migliorare il proprio rapporto con il denaro e con l’ecologia. Ogni stampabile contiene un “piano d’attacco”, l’agenda settimanale per controllare le proprie uscite e una sfida ecologica. A fine mese si potrà fare il conto di quanto si è risparmiato grazie ai piccoli accorgimenti che suggerisco nel blog.

Grazie ai calcoli che propongo, ogni lettore può capire esattamente quanto potrebbe risparmiare quel mese e controllare alla fine se ha vinto o perso la sfida. Se vuoi saperne di più ti invito a visitare il mio sito.

 

Rolling Pandas offre un servizio digitale volto ad evitare lunghi e pesanti processi organizzativi di un viaggio. Pensare su carta e prenotare in pochi e sicuri clic. Lo trovi un buon connubio?

Quello che mi ha colpita di “Rolling Pandas” è innanzi tutto il panda, che è il mio “animale guida”. Scherzi a parte, trovo che poter creare un viaggio in pochi clic sia una bella soluzione per evitare di passare ore al PC, pianificando, confrontando e spesso incappando in economiche fregature. Mi piace la procedura guidata che permette di indicare il tipo di vacanza ideale, io vorrei “un’avventura nella natura a ridotto impatto ambientale”. Per esempio, potrei chiedere di non viaggiare in aereo o di prevedere qualche spostamento in bici o con mezzi di trasporto ad elettricità. Inoltre, non dover pianificare da me ogni minimo dettaglio mi farebbe arrivare in vacanza più rilassata e con l’emozione di qualche sorpresa.

 

 

Ringraziamo ancora Loredana per questa bellissima intervista. Vi ricordiamo che potete trovare il blog  qui

Sei un viaggiatore? Vuoi provare a viaggiare e vivere le stesse esperienze di Loredana?

 

Registrati subito!

Condividi questo articolo con i tuoi amici

Come funziona Rolling Pandas?

req

Crea il tuo viaggio

  • Viaggia in tutto il mondo
  • Scopri 1000+ tour organizzati
  • Più di 200 partner scelti con cura
prev

Ricevi il preventivo

  • Manda la tua richiesta senza impegno
  • Ricevi il preventivo da un esperto locale
  • Prenota con un clic
go

Parti in sicurezza

  • Piattaforma per pagamenti sicuri
  • Utilizzato da centinaia di viaggiatori
  • Opzioni di pagamento flessibili

Vuoi fare un viaggio su misura? Contatta un operatore locale!

mood_bad
  • Non ci sono commenti
  • chat
    Aggiungi un commento
    keyboard_arrow_up