Cosmopolita nell’anima

Abbiamo intervistato Anna, autrice del blog lifestylenotes.it che ci ha raccontato di sè, delle sue esperienze e delle sue idee sul mondo travel.

 

Raccontaci un po’ di te e del tuo blog.

Sono Anna Tursi, pugliese doc e cosmopolita nell’anima e vivo a Londra da quasi cinque anni. Ho la fortuna di poter far coincidere passioni e lavoro e nel tempo ho ricoperto vari ruoli, tutti con comune denominatore la scrittura e la creazione più in generale di contenuti fruibili online e offline. Da qualche mese lavoro nell’ambito dell’e-commerce per uno dei miei brand preferiti, Dr. Martens, nel tempo libero scrivo di casa e design per Grazia.it e (ah, quanto vorrei una giornata di 48 ore!) cerco di star dietro al mio blog, Lifestyle Notes, che ha ormai quasi 10 anni, e ai canali social ad esso legati.

Lifestyle Notes raccoglie un po’ tutte le mie passioni lifestyle, dalle tendenze ai viaggi, passando per il beauty, le nuove tecnologie e l’intrattenimento. Sfogliandolo troverete tanti appunti, spunti ed esperienze pensati/provati/vissuti in prima persona e trovo che questo per un lettore possa fare la differenza. Mi capita anche di lavorare con brand e aziende utilizzando i miei post e i canali social (in questo periodo amo particolarmente Instagram (www.instagram.com/annatursi), ma anche in questo caso, amo parlare sempre e solo in prima persona e di cose che mi appassionato e mi rendono felice per davvero.

 

Vivi a Londra da molto tempo, come ti trovi?

Vivo a Londra da quasi cinque anni e il tempo sembra essere volato! Sembra ieri quando io e le mie due grandi valigie scendevamo le scale della metro per la prima volta e oggi non mi sembra vero di aver vinto la scommessa con me stessa di rimettermi in gioco e vivere in un contesto nuovo e totalmente differente. La mia esperienza con questa città è assolutamente positiva e nonostante non siano mancati i momenti difficili, ho sempre avuto la sensazione di trovarmi nel posto giusto al momento giusto. Dire che Londra mi ha cambiato è abbastanza riduttivo: ogni giorno scopro un posto nuovo e con esso una nuova parte di me che in qualche modo mi fa crescere e sentire appagata.

Il posto che più ti affascina di Londra?

Ho molti posti di Londra che adoro e mi affascinano e questo spazio non basterebbe per poterli raccontare tutti. La cosa cosa che mi piacerebbe condividere con voi è però un’altra, ovvero la sensazione di sentirsi qui a Londra piccoli e potenti allo stesso tempo, parte di qualcosa di grande, di un luogo in cui culture, tradizioni e futuro si incrociano, scontrano e mescolano. Trovo che non ci sia frase più vera di quella di Samuel Johnson “Quando un uomo è stanco di Londra, è stanco della vita, perché a Londra si trova tutto ciò che la vita può offrire”. Volendo però anche auto-citare un mio post di qualche tempo fa su Instagram, “Non dico che non ci si possa stancare di Londra prima o poi, ma bisogna provare a fare qualsiasi cosa sia nelle nostre capacità per innamorarci ancora di questa città prima di gettare la spugna”. Il mio segreto per lasciarmi affascinare ancora da Londra dopo tutto questo tempo? Tornare a fare qualche volta la turista e guardarla con gli occhi di amici e parenti che la scoprono per la prima volta quando vengono a trovarmi.

 

Quanto pensi sia importante il rapporto tra viaggi e social network?

Parto sempre dal presupposto che viaggiare è un’esperienza intima e molto personale e come tale sta a noi decidere quando, come e se comunicarla attraverso i social. La tentazione però di cadere nella trappola del “se non è online non è davvero accaduto” è molto alta e ancora una volta personalmente mi piace agire e circondarmi di persone che hanno la capacità di trovare e osservare il giusto compromesso. Detto questo, trovo nei social (e ultimamente in particolar modo su Instagram) una grossa opportunità di raccontarmi e raccontare il mio punto di vista e quindi sì, il rapporto con i viaggi è fondamentale se ben utilizzati. Dei social mi piace la capacità di poter trasmettere e ricordare emozioni con una foto o con una caption, salvare spunti interessanti per utilizzarli quando necessario, lasciarmi ispirare dai racconti degli altri e condividere consigli, oltre alla possibilità di creare una vera e propria community anche solo partendo da un hashtag o dall risposta ad una storia o sotto un commento.

Cosa ti ispira a intraprendere un viaggio?

Fondamentalmente la sete di conoscenza, la curiosità e la voglia di guardare con i miei occhi, toccare con mano e raccontare con parole mie luoghi che prima di quel momento mi era capitato di sfogliare su libri oppure online e osservare nei post di Instagram. Il viaggio è anche condivisione e intesa, se intrapreso con i giusti partner, arricchimento e investimento personale, anche se all’apparenza sembra ridurre le nostre finanze, ma mai dovrebbe essere visto come fuga o evasione da qualcuno o qualcosa. Prima o poi infatti bisogna sempre fare i conti con il ritorno a casa.

 

Quali destinazioni ti hanno colpito di più? Perché?

In tutta sincerità, quelle più vicine al mio luogo di nascita (Barletta) e alla mia regione, la Puglia. Oggi che tutto sembra facile da raggiungere e basta un aereo e una tariffa conveniente per trovarsi dall’altro capo del mondo, ho come l’impressione che siano proprio i luoghi dietro l’angolo ad essere penalizzati ed è per questo motivo e perché vivo a Londra e percepisco quanta ammirazione ci sia intorno all’Italia che sono sempre più innamorata della mia terra e di quanta bellezza e cultura c’è in essa.

Qual è il tuo sogno nel cassetto per quanto riguarda i viaggi?

A parte questa piccola promessa a me stessa di viaggiare di più in Italia (una meta tra tutte da visitare al più presto è per esempio Matera), ho le mie priorità: perdermi per la prima volta tra le strade di New York, immergermi corpo e mente in un viaggio in America Latina, visitare il Giappone e più in generale concedermi il mio primo vero viaggio da sola, magari in qualche paradiso sperduto con pochissima connessione per una bella sessione detox dai social di una o due settimane.

 

Ringraziamo ancora Anna per questa bellissima intervista. Vi ricordiamo che potete trovare il blog  qui

Sei un viaggiatore? Vuoi provare a viaggiare e vivere le stesse esperienze di Anna?

 

Registrati subito!

Condividi questo articolo con i tuoi amici

Come funziona Rolling Pandas?

req

Crea il tuo viaggio

  • Viaggia in tutto il mondo
  • Scopri 1000+ tour organizzati
  • Più di 200 partner scelti con cura
prev

Ricevi il preventivo

  • Manda la tua richiesta senza impegno
  • Ricevi il preventivo da un esperto locale
  • Prenota con un clic
go

Parti in sicurezza

  • Piattaforma per pagamenti sicuri
  • Utilizzato da centinaia di viaggiatori
  • Opzioni di pagamento flessibili

Vuoi fare un viaggio su misura? Contatta un operatore locale!

mood_bad
  • Non ci sono commenti
  • chat
    Aggiungi un commento
    keyboard_arrow_up