Live Session: Pally Travel

Condividi questo articolo con i tuoi amici

Intervista doppia a Pally Travel

Abbiamo intervistato oggi Paola e Fabrizio, creatori del blog Pally Travel, che ci hanno raccontato del loro blog e della loro esperienza in fatto di viaggi.

Raccontateci un po’ di voi e del vostro blog

Ci siamo conosciuti nella primavera del 2010. Frequentavamo la stessa università, stessi esami ancora da sostenere, stessi progetti di vita. E’ bastato poco perché le nostre strade si intrecciassero fino a condurci ad una laurea ed al primo viaggio insieme per festeggiare l’agognato traguardo.

Paola: “Io, viaggiatrice seriale, sfruttavo ogni piccola occasione per riempire uno zaino e partire. Mete vicine o lontane l’unica cosa che contava era riempire occhi e cuore di cose nuove. Le sere passate a creare piccoli gioielli con la pasta fimo che poi vendevo, mi portavano in estate ad avere il mio piccolo gruzzoletto per poter comprare un volo low cost, una guida e partire all’avventura con tanti sogni e uno zaino sulle spalle.”

Fabrizio: “io ero l’esatto opposto di Paola. Pochissimi viaggi con la mia famiglia, mai fuori dall’Europa e una sedentarietà che andava in qualche modo scossa da qualcuno. Conosco Paola e vengo travolto dalla sua passione. L’idea di scoprire cosa ci fosse al di là del quotidiano, conoscere tantissima gente diversa proveniente da ogni parte del mondo mi attirava e mi impauriva al tempo stesso.”

Paola: “Viaggio dopo viaggio, iniziavamo ad avere molti diari e molti hard disk di foto e video delle nostre avventure. Amici e parenti ci chiedevano informazioni, consigli ed indicazioni per l’organizzazione dei loro viaggi e quasi per scherzo è nata l’idea di aprire un blog.”

Fabrizio: “L’interesse attorno al blog è aumentato giorno dopo giorno, alimentato soprattutto dall’instancabile lavoro di Paola. Iniziavano ad arrivare apprezzamenti sia il lavoro fotografico sia per i racconti di viaggio ed il materiale video. Crescevano le competenze e cresceva la nostra possibilità di migliorare l’attrezzatura ed ad un certo punto abbiamo deciso di fare un piccolo salto realizzando un vero e proprio sito internet.”

 

Qual è per voi il significato del viaggio?

Paola: “Libertà. Curiosità. Conoscenza. E’ ciò che mi fa stare bene. E’ ciò che da un significato al lavoro di tutti i giorni.”

Fabrizio: ” Per me il significato del viaggio è uscire dai propri confini mentali. Comprendere come esista un mondo fatto di luoghi, panorami, persone di cui non si immagina neppure l’esistenza. Il viaggio mi permette di far intrecciare la linea del mio percorso con quella di qualche altro essere umano e questo incontro più o meno positivo mi lascia qualcosa dentro e mi migliora. Questo è il viaggio per me.”

 

Avete mai stretto relazioni importanti durante uno dei vostri viaggi?

Paola: “Si molte volte. Abbiamo numerosi amici sparsi per l’Italia e nel mondo con cui rimaniamo in contatto e ci incontriamo appena possibile. Le relazioni che instauri durante un viaggio sono belle proprio perché vere, genuine.”

Quali sono i preparativi che fate di solito prima di un viaggio?

Paola: “MI piace informarmi su tutto quella che è la storia e l’attualità del Paese che andrò a visitare. Mi informo molto, non tanto per pianificare le tappe o prenotare luoghi per dormire, ma per sapere come muovermi ed organizzare la gran parte del viaggio in loco. Adoro improvvisare e vivere intensamente ogni giornata del viaggio senza vincoli di prenotazioni o altro. L’unica cosa che davvero organizzo è la ricerca dei luoghi adatti a scattare certi tipi di fotografie.”

Fabrizio: “Solitamente funziona così: Paola decide la destinazione coinvolgendomi quando ormai le cose sono praticamente fatte, prenoto il volo, compro una guida che di solito leggo poco e poi mi ritrovo su un aereo e lascio che le cose vengano da sé.”

 

Vi siete mai trovati in situazioni pericolose durante un viaggio?

Fabrizio: “Ti direi di no. Basta avere un pochino di senno nell’organizzare il viaggio e , come ha detto Paola prima, conoscere il paese dove si sta andando per evitare di trovarsi in situazioni potenzialmente rischiose”.

Cosa ne pensate del turismo sostenibile?

Paola: “Penso sia l’unico modo per girare il mondo e conoscerlo davvero. Siamo spettatori di una bellezza infinita e tutto dobbiamo fare tranne che rovinarla sia dal punto di vista culturale che naturalistico. Per questo spesso e volentieri cerchiamo dei contatti direttamente sul posto, evitando le grosse agenzie che non dichiarano le loro intenzione riguardo al turismo sostenibile per poter condividere con i nostri lettori esperienze vere“.

 

Mare o montagna?

Paola: “Un giusto equilibrio, diciamo che dovendo scegliere ti direi il mare per il cibo, la montagna per il clima e i panorami”.

Fabrizio :”Montagna, montagna, montagna, montagna. Sempre e solo montagna!!!”

Ringraziamo ancora Paola e Fabrizio per questa bellissima intervista. Vi ricordiamo che potete trovare il loro blog qui

 

Sei un viaggiatore? Vuoi provare a viaggiare e vivere le stesse esperienze di Paola e Fabrizio?

Registrati subito!

Condividi questo articolo con i tuoi amici

mood_bad
  • Non ci sono commenti
  • chat
    Aggiungi un commento
    keyboard_arrow_up