Live Session: Il Travel Blog di Valentina Carbone

Condividi questo articolo con i tuoi amici

Intervista a Il Travel Blog di Valentina Carbone

Abbiamo intervistato oggi Valentina, autrice del blogIl Travel Blog di Valentina Carbone , che ci ha parlato delle sue esperienze e delle sue idee, tra ispirazioni di viaggio e i 20 giorni a spasso per l’Asia, tra Thailandia, Cina e Malesia

Parlaci un po’ di te e del tuo blog

Il mio Blog nasce dalla mera voglia di comunicare le esperienze che ritengo giusto condividere con il mondo del web. Per dare un aiuto, per essere da ispirazione, per colmare dei vuoti in cui si ha bisogno di una voce amica, seppur estranea.

 

 

Ho iniziato a scrivere sul web nel 2006, quando non avevo ancora un diploma ma sapevo esattamente cosa voler fare da grande. In quell’anno, infatti, ho inaugurato il mio diario online su My Space per poi passare, nel 2010, a uno spazio tutto mio che – pian piano – ha trovato connessioni e conversioni nei vari social network.

Cosa consiglieresti a qualcuno che si approccia per la prima volta al mondo dei viaggi?

Di iniziare a farlo quanto prima possibile.
Al giorno d’oggi costa meno fare un week-end a Barcellona che qualche giorno a Roma ed è un ottima scusa per iniziare a scoprire le città più belle che ci sono in Europa, a qualche ora d’aereo da casa nostra. Proprio Barcellona, infatti, è stato il mio primissimo viaggio all’estero e ha dato il “la” alla mia voglia di partire, partire sempre.

 

Se, invece, tra i lettori c’è qualcuno che vorrebbe trasformare il viaggio in un lavoro, consiglio vivamente di porsi delle domande prima di iniziare: perché vuoi farlo? cosa vuoi raccontare? quante persone già lo fanno? cosa ho da offrire in più?

Se siete in cerca di ispirazione, potete trovarla tra gli articoli del mio Blog o tra i video del mio canale Youtube.

Quali sono le consuetudini che fai prima di un viaggio?

La fase che più amo è quella della programmazione o, nel caso di un viaggio di lavoro, dell’analisi di tutte le tappe incluse nel viaggio. Mi piace sapere a cosa vado incontro documentandomi attraverso Blog, video e foto. Senza esagerare, però: il piacere della scoperta/improvvisazione resta sempre uno dei punti cardine dei miei viaggi.

Programmazione a parte, il giorno prima della partenza è quello decisivo. Dico questo perché la giornata della partenza la vivo in una bolla di sapone: amo godermi l’attesa del mezzo da prendere, le valigie già pronte, il bagaglio a mano pronto per l’uso, l’emozione della partenza. Quindi il giorno prima sono solita stilare una lista con tutte le cose che servono e che non posso assolutamente dimenticare. Pian piano mi organizzo e cancello le voci dalla lista della spesa: questo è un rito che mi rende molto tranquilla.

Prima di partire per un viaggio ti informi? O preferisci lasciarti trasportare dall’avventura?

Tendenzialmente preferisco informarmi ma lascio sempre alcune domande prive di risposta. Credo sia molto più elettrizzante ed educativo – per quanto mi riguarda – godere d’improvvisazione che lascia sempre un fantastico ricordo.

 

Ricordo il mio primo viaggio a New York: nell’agenda delle “cosa da vedere” c’era un foglio bianco che avrei voluto scrivere una volta giunta sul posto. Quello è stato il giorno più emozionante di sempre. La stessa cosa è avvenuta, da quel viaggio in poi, in ogni viaggio che è seguito.

Cosa ne pensi del turismo sostenibile?

Non me ne occupo direttamente ma ho avuto diverse esperienze di lavoro in location che hanno fatto della sostenibilità il loro focus di business. Ho alloggiato in Eco-resort e in Hotel a 5 stelle che non avevano nulla di sostenibile e sono certa che la sensazione di casa che si avverte nel primo non è paragonabile al lusso del secondo.
Preferisco un piatto di spaghetti fatti in casa con pomodoro e basilico dell’orto a un primo sofisticato con profumi tutt’altro che nostrani. Preferisco sapere che un disabile possa vivere il suo soggiorno come tutti gli altri ospiti piuttosto che avere delle limitazioni nonostante stia pagando esattamente quanto me.

 

Raccontaci una tua esperienza di viaggio particolare

Uno dei viaggi più belli e complessi che ho vissuto è stato una venti giorni in Asia, tra Thailandia, Cina e Malesia. 9 aerei, altrettanti hotel, centinaia di persone conosciute e migliaia di emozioni uniche. Per gli interessati sul mio Blog potete trovare tutte le descrizioni dettagliate.

Quello è stato un viaggio d’introspezione più che di turismo, un viaggio che ha cambiato il mio modo di viaggiare, un viaggio che ha segnato una tappa fondamentale del mio Blog. Infatti, conseguentemente al mio tour in Asia sono state diverse le richieste di collaborazione e altrettante le soddisfazioni avuti in termini di views e conversioni.

Ringraziamo ancora Valentina per questa bellissima intervista. Vi ricordiamo che potete trovare il suo blog qui

 

Sei un viaggiatore? Vuoi provare a viaggiare e vivere le stesse esperienze di Valentina?

Registrati subito!

Condividi questo articolo con i tuoi amici

mood_bad
  • Non ci sono commenti
  • chat
    Aggiungi un commento
    keyboard_arrow_up