Live Session: Avventure Ovunque

Intervista ad Avventure Ovunque, On The Road in Scozia

Abbiamo intervistato oggi Eleonora, travel blogger di Avventure Ovunque, che ci ha parlato del turismo sostenibile e dell’utilizzo delle nuove tecnologie legate al mondo dei viaggi.

Parlaci un po’ di te e del tuo blog, da cosa nasce questo concept?

Ciao a tutti! Mi chiamo Eleonora e ho 26 anni. Nata e cresciuta a Roma, indiscutibilmente la città più bella del mondo, amo viaggiare da sempre, soprattutto grazie a mia mamma che mi ha trasmesso l’amore per la cultura e per la scoperta del mondo!
L’idea del blog è nata piano piano l’anno scorso, quando insieme a Luca, il mio ragazzo e compagno di viaggio da ormai 9 anni, stavamo organizzando il nostro primo viaggio on the road. Nelle nostre “avventure” io sono quella che organizza e pianifica tutto in modo super dettagliato, quindi ho trascorso moltissimo tempo online leggendo e documentandomi sulle varie tappe. Mi sono imbattuta in alcuni blog interessantissimi che mi sono stati di grande aiuto, mentre altre informazioni sono state davvero difficili da reperire. E allora ho iniziato a pensare che, una volta tornati dal viaggio, tutto il materiale raccolto non poteva andare perso. Magari così in futuro avrei potuto essere io di aiuto a qualcuno. E poi, mi piaceva davvero l’idea di avere uno spazio mio dove tenere anche un diario delle nostre esperienze, per poterlo rileggere a distanza di anni!
Insomma, ci è voluto un po’, ma alla fine mi sono convinta e con l’aiuto di Luca ho creato il blog. Abbiamo scelto il nome “Avventure Ovunque” perché nel tempo ci siamo accorti che per noi veramente l’avventura è più che altro uno stato mentale! Possiamo trovarla letteralmente ovunque, che sia un viaggio on the road in una terra selvaggia o una gita vicino casa non ha importanza. Ci piace provare cose nuove e sentirci avventurosi anche con poco!

 

Qual è il viaggio che più ti ha colpito? Per quale motivo?

Per il momento il viaggio che ci ha colpiti di più in assoluto, sia a me che a Luca, è stato senza dubbio l’on the road in Scozia, proprio quello che mi ha convinta a creare il blog!
Era un viaggio che sognavamo entrambi da tanto, lo abbiamo progettato per tantissimo tempo e riuscire finalmente a realizzarlo è stato stupendo!
La Scozia è una terra incredibile, con una storia ricchissima e una cultura meravigliosa. Ma soprattutto è una terra con dei paesaggi che ti lasciano veramente senza fiato. Scogliere, castelli diroccati, cascate… gli occhi si riempiono di pura bellezza!
La cosa che più mi ha colpita di tutto il viaggio penso sia il fatto che in alcuni dei posti più belli in assoluto ci siamo ritrovati praticamente da soli! E così ce ne stavamo lì, su una scogliera a strapiombo sul mare, circondati solo da prati verdi e pecore (quelle in Scozia non mancano mai!) e potevamo ammirare tutta quella bellezza immersi nella pace più totale, completamente indisturbati. Sono stati momenti di pura felicità!
In più, per me fare un on the road è stata la vera svolta. Fino a quel momento avevo fatto solo viaggi di tipo diverso, più che altro delle vacanze durante le quali si faceva anche qualche gita, oppure avevo visitato delle singole città. Il che va benissimo, ma nel viaggiare in macchina, spostandosi ogni giorno e avendo la libertà di scegliere cosa vedere, ho trovato la mia vera dimensione. Ora non potrei più farne a meno.

 

Sei una viaggiatrice esperta? Se dovessi dare un consiglio a qualcuno che decidesse di partire per la prima volta cosa gli diresti?

Non mi ritengo assolutamente una viaggiatrice esperta, anzi. E questo perché, pur avendo viaggiato abbastanza per l’età che ho, solo negli ultimi anni ho iniziato ad organizzare io stessa i miei viaggi e a scontrarmi con tutte le difficoltà della pianificazione. Prima c’era sempre qualcuno che lo faceva al posto mio, ed io mi godevo semplicemente il risultato!

Un consiglio però, anche se forse scontato, mi sento di darlo comunque a chi dovesse decidere di partire per la prima volta: non pretendete di vedere tutto, come facevo io all’inizio. Se il tempo a vostra disposizione non è infinito, allora è semplicemente impossibile. Giuro che ho già testato e verificato. Quindi tanto vale arrendersi, prendersi i propri tempi e godersi a pieno il viaggio, sapendo che un luogo non visto sarà solo un buon motivo per tornare. E poi, prendete gli imprevisti, che ci saranno sicuramente, così come vengono. Alla fine, saranno le cose più divertenti da ricordare!

 

Cosa ne pensi del turismo sostenibile?

È un tema che mi sta davvero a cuore, soprattutto per quanto riguarda gli aspetti di sostenibilità ambientale. Abbiamo un solo pianeta a disposizione, peraltro stupendo, ed è responsabilità di tutti fare del proprio meglio per preservarlo, anche quando si è in viaggio.
Naturalmente il turismo sostenibile va a braccetto con quello responsabile, che valuta da un punto di vista etico l’impatto del turismo stesso sulle popolazioni locali, soprattutto nei paesi in via di sviluppo. Ed anche questo è davvero importante.
Quello che secondo me è davvero fondamentale, ma che purtroppo spesso manca, è il rispetto. Che sia per l’ambiente che ci circonda o per le popolazioni dei luoghi che scegliamo di visitare, o anche semplicemente per chi ci sta vicino. Sono tante le persone a cui le conseguenze del proprio modo di fare non interessano minimamente, il che mi mette tanta tristezza. Alla fine, penso che la consapevolezza dell’impatto che hanno le proprie azioni sia una delle caratteristiche che più distinguono un viaggiatore da un semplice turista.

 

Come pensi che abbiano impattato e che impatteranno le telecomunicazioni sempre più veloci e diffuse sul mondo del travel?

Sicuramente l’impatto della velocità e facilità di comunicazione, in qualunque forma essa sia, sul mondo dei viaggi è stato già fino ad ora importante e continuerà ad esserlo sempre di più. Io apprezzo questa diffusione e semplicità, perché mi permettono di scoprire posti nuovi che vorrei vedere e di organizzare con relativa facilità viaggi anche complessi. Una volta tutto questo non era così semplice, la pianificazione di un viaggio era più complessa e molti posti erano noti solo ai locali. Oggi qualcuno mette su Instagram una foto e magari una persona dall’altra parte del pianeta la vede, se ne innamora, si informa sul posto in questione e decide che sarà la sua prossima meta, anche se fino a 5 minuti prima non ne aveva mai sentito parlare!
D’altro canto, il lato negativo della medaglia è che anche posti che fino a qualche tempo fa erano oasi incontaminate ora vengono più facilmente scelti dai turisti e “rovinati”. E lì torniamo all’importanza del turismo sostenibile e responsabile.
Un altro aspetto che ad essere onesta non mi piace molto è quello della condivisione “estrema” in tempo reale. A volte, come travel blogger, lo faccio io stessa. Magari sei in giro e ti fermi per postare sui canali social qualche foto e video del luogo in cui ti trovi. Ma non può e non deve diventare né uno stress né l’obiettivo del viaggio. Anzi, secondo me la cosa migliore in certe occasioni è proprio staccare la connessione e non pensarci più finché non si torna a casa!

Ringraziamo ancora Eleonora per l’intervista che ci ha rilasciato, vi ricordiamo che potrete trovare il suo blog qui

 

Sei un viaggiatore? Vuoi provare a viaggiare e a vivere le stesse esperienze di Eleonora?

Registrati subito!

Condividi questo articolo con i tuoi amici

Come funziona Rolling Pandas?

req

Crea il tuo viaggio

  • Viaggia in tutto il mondo
  • Scopri 1000+ tour organizzati
  • Più di 200 partner scelti con cura
prev

Ricevi il preventivo

  • Manda la tua richiesta senza impegno
  • Ricevi il preventivo da un esperto locale
  • Prenota con un clic
go

Parti in sicurezza

  • Piattaforma per pagamenti sicuri
  • Utilizzato da centinaia di viaggiatori
  • Opzioni di pagamento flessibili

Vuoi fare un viaggio su misura? Scrivici!

  • Eleonora - Avventure Ovunque
    03/12/2018 at 19:00

    Ciao, volevo segnalarvi che mi chiamo Eleonora, non capisco chi siano questi Chiara e Marco! 😉

  • Luca Galvani
    03/12/2018 at 19:04

    Ciao Eleonora, sistemato! grazie per la segnalazione 😉

chat
Aggiungi un commento
keyboard_arrow_up