TEMPO DI LETTURA: 20 min

Cosa vedere in Brasile? Te lo dice il Panda!

Il Brasile è un paese veramente affascinante e con il suo territorio così vasto è sempre una sfida capire cosa vedere! Magari le spiagge bianchissime ed esotiche come quelle di Porto Alegre, Santa Caterina, Maceios, oppure le città dal fascino e dal carisma unico come Rio de Janeiro, San Paolo, Brasilia. Se poi invece sei invece una persona che ama l’avventura, il Brasile pensa anche a te grazie alla sua magnifica foresta amazzonica, ricca di una fauna e una flora magnifiche e misteriose.


 

 

1. Cosa vedere in Brasile (la selezione del Panda)

Il Brasile ha veramente tantissime mete e destinazioni da offrire, noi per facilitarti la ricerca abbiamo deciso di dividerle in Città, Spiagge e Foresta Amazzonica. Buona navigazione!


 

 

a. Città, tra le più grandi e magnifiche al mondo

I. San Paolo

San Paolo, São Paulo in portoghese, è la più grande città del Brasile, un’area metropolitana enorme con oltre 12 milioni di persone, con una popolazione influenzata da moltissime culture straniere, prima tra tutte quella italiana. Si stima infatti che oltre il 50% della popolazione di San Paolo abbia un antenato italiano, mentre quasi un terzo è direttamente di origine italiana. San Paolo è una città molto ricca culturalmente, con una popolazione recettiva affamata d’arte e di cultura. Ma cosa vedere tra tutti i mille mila musei della città? Tra gli imperdibili abbiamo MASP, il Museo di Arte di San Paolo, con importantissime opere italiane, francesi e latino americane. C’è il Museo di Arte Contemporanea, con importanti opere di artisti del calibro di Modigliani, Picasso, Chagall ed il locale Portinári, situato in Avenida Pedro Álvares Cabral.Da non perdere ci sono anche il Museo di Archeologia, quello del Calcio e della Televisione, giusto per assaporare un po’ della cultura brasiliana! Altra meta imperdibile è la Cattedrale Metropolitana, una chiesa in stile gotico veramente enorme, che non sfigura affatto se rapportata alle grandi chiese più famose.

Per quanto riguarda la notte San Paolo è la vera mecca del Brasile, sicuramente la città che offre le maggiori opportunità di svago e divertimento insieme a Rio de Janeiro. Per i locali affollati e per gli amanti della musica elettronica, potrai recarti nella zona di Barra Funda, e visitare due dei locali più alla moda di San Paolo, il D-Edge e l’Alley, entrambi con vista panoramica. Ma anche la scena jazz è particolarmente attiva a San Paolo grazie al quartiere di Vila Madalena, come il fantastico Blen Blen con la sua samba ed i tanti turisti che ne animano le serate.


 

 

II. Rio de Janeiro

Rio de Janiero è una città enorme e molto complessa, la seconda metropoli del Brasile dopo San Paolo, con oltre 6 milioni di abitanti e una struttura urbana sviluppata a macchia d’olio. Quello che colpisce subito di Rio de Janeiro è la confusione architettonica della città, con quartieri poveri e fatiscenti che si alternano ad aree urbane meravigliose immerse nel verde, ad altre piene di grattacieli ed uffici. Principalmente la città di Rio può essere suddivisa in 5 zone principali, il Centro con i suoi uffici e i musei, la zona di Copacabana, Leblon e Ipanema con le loro famosissime spiagge e gli hotel che fanno da sfondo, la zona di Botafogo con i ristoranti, i bar e i locali con la musica dal vivo, Flamengo zona residenziale e vero gioiello di Rio, un quartiere completamente immerso nel verde e la zona Nord con il famoso stadio di Maracanã ed il Sambodromo.

Una delle zone migliori di Rio de Janeiro per divertirsi la notte è la Lapa, una delle più famose della città, contraddistinta dalla famosa entrata con i doppi archi che ricordano un acquedotto romano. Allo stesso tempo, di giorno offre la possibilità di visitare i tanti negozi di arte ed i centri culturali, oltre alla famosissima scalinata tutta colorata, la Escadaria do Selar ón, mentre la notte tutta la Lapa diventa un vero e proprio bar a cielo aperto, con i banchetti che vendono di tutto, dalla birra, al cibo di strada, alla oggettistica tradizionale. Qui si trovano tantissimi musei molto interessanti come il Museo Storico Nazionale, il Museo Nazionale delle Belle Arti, il Museo del Domani o il Museo del Carnevale e la magnifica statua del Cristo Redentore, che con le sue braccia aperte e lo sguardo rivolto verso l’infinito, non sembra solo abbracciare la città, ma il mondo intero.


 

 

III. Fortaleza

Fortaleza è una delle città più belle del Brasile, la custode di una parte del Nord Est del Paese dove ci sono alcune delle spiagge più belle del mondo, contraddistinta da un clima caldo ma non troppo, ben ventilato e decisamente generoso. Fortaleza inoltre offre ai tantissimi turisti che la visitano ogni anno anche tantissime altre attività, come musei, parchi e centri culturali, oltre ad ottimi hotel, bar, ristoranti e locali alla moda con musica dal vivo ed ottimi drink tropicali. Inoltre è possibile fare sport acquatici, andare in barca a vela, fare escursioni nelle tante zone protette delle vicinanze o fare gite spericolate in dune-buggy tra le dune di sabbia.

Tra le cose da vedere e molto importanti vi è l’area dell’Emcetur, un palazzo del XIX secolo rimesso a nuovo dalla prefettura e che oggi ospita il Museo di Arte Popolare ed il Museo di Mineralogia, oltre ad avere al suo interno un centro informazioni dedicato ai turisti. Tra le chiese più importanti di Fortaleza c’è la Cattedrale Metropolitana di San Joseph, ispirata a quella francese di Notre Dame, ricca di decorazioni e formata all’esterno dalle due tipiche torri. Per gli amanti della natura e degli spazi verdi c’è il Parco Ecologico di Cocó, un’area di ben 485 Km2, una zona protetta con animali, piante rare, fiumi e laghi naturali che creano delle piccole oasi naturali. Da visitare per gli amanti dei giardini giapponesi è il Jardim Japonês, un giardino costruito in memoria del primo giapponese di Fortaleza, uno spazio unico e ben tenuto molto gradito dai turisti. Per il divertimento poi ci sono l’Universal Park con le sue giostre per grandi e piccini ed il Parque das Crianças, un’area dedicata completamente a loro con giochi, aree verdi e tante attività divertenti.


 

credits:wikimedia.org
 

IV. Natal

La città di fu fondata nel 1599 il giorno di Natale dai coloni portoghesi, per questo prese proprio questo nome. Lo sviluppo di Natal è molto recente, risalente al secondo dopoguerra grazie all’influenza degli Stati Uniti, che proprio qui impiantarono le loro basi aeree. offre la possibilità di visitare molti luoghi di interesse storico e di divertimento, come il Forte dos Reis Magos, una fortificazione risalente al 1630 e restaurato nel 1953. Il Forte si trova in Avenida Presidente Café Filho ed è visitabile dal martedì alla domenica, dalle ore 8 alle 16. Oppure puoi visitare il Natal City Park, un bellissimo parco di 64 ettari, visitabile attraverso i tanti sentieri e tracciati organizzati, che permettono di ammirare le tante specie protette di flora e di fauna. Il Parco progettato dal famoso architetto Oscar Niemeyer, può contare su molte specie in via d’estinzione sia di mammiferi che di anfibi. Inoltre la vegetazione appartenente alla Mata Atlantica.

Se invece sei un amante delle dune di sabbia e del divertimento, non puoi non visitare il Parque das Dunas di Natal, oggi diventato patrimonio dell’Unesco , dove è possibile seguire i sentieri tracciati in mezzo le dune di sabbia, per godersi ancora meglio l’esperienza consigliamo di fare questa escursione in dune-buggy.


 

credits: Luiz – Fotolia
 

V. Salvador de Bahia

Salvador de Bahia è divisa in tre parti, la parte bassa, quella nuova e la parta alta, collegata al resto della città con un grande ascensore panoramico molto famoso tra i turisti per la splendida vista sulla baia. Salvador de Bahia offre la possibilità ai turisti che si chiedono cosa vedere di visitare diverse chiese e basiliche ben conservate dal Governo della città, come la Basilica de Salvador una chiesa in puro stile barocco del XVII secolo, la Igreja do Bonfim, una chiesa storica della città costruita nel XVIII secolo e la Igreja de São Francisco, una delle più belle e più apprezzate risalente al XVII secolo con degli splendidi intarsi dorati al suo interno. Da non perdere anche una visita alla Ingreja do Convento do Carmo del XVII secolo, caratterizzata dalla presenza sia di una splendida chiesa che di un convento, entrambi con degli interni molto affascinanti.
Se di giorno non c’è che l’imbarazzo della scelta tra spiagge, musei, chiese e parchi anche di notte Salvador de Bahia offre una vasta scelta di opportunità con tantissimi bar, ristoranti e locali con musica dal vivo. Qui è possibile sia semplicemente ascoltare la musica mentre si beve una birra gelata, sia darsi alle danze sfrenate fino a notte fonda e conoscere persone del posto e altri turisti. I locali più famosi sono il Cantina da Lua che offre musica dal vivo e piatti della cucina tipica, la Casa da Bossa ritenuto uno dei locali migliori per ascoltare la vera bossa nova brasiliana e il Bohemia Music Bar, famoso per i piatti a base di pesce e i concerti sempre di qualità.


 

 

VI. Belem

Belém è una città unica in grado di offrire ai turisti sia un’interessante storia coloniale con musei, parchi, esposizioni ed architetture tipiche dell’epoca, sia un contatto diretto con la natura selvaggia della Foresta amazzonica. Belém è anche chiamata la città del mango per via dell’abbondanza di questa pianta nella zona, ed è una città fondata nel 1616 sulla foce del Rio delle Amazzoni, un avamposto per la conquista del Brasile e della Foresta amazzonica.

Oggi Belém è una grande città con un lascito coloniale molto forte, riscontrabile nelle architetture dei palazzi storici, una città che vive di turismo e di commercio. È una città contraddistinta per il suo rapporto unico con la natura grazie alla vicinanza con la Foresta amazzonica, e proprio per questo può contare su moltissime aree verdi e naturali, parchi e giardini. Tra le zone verdi più belle e rappresentative da visitare a Belém ti segnaliamo il Mangal das Garças, un parco zoologico nato nel 2005 grazie alla rivalutazione e preservazione di un’importante area nel Centro della città. Per la sua costruzione sono state preservate tutte le specie vegetali rare e protette. Inoltre sono stati costruiti un vivaio per la ricerca e protezione delle specie presenti ed un lago artificiale, in grado richiamare moltissime specie animali indigene che mantengono in vita l’ecosistema del parco.

Oggi una delle attrazioni più importanti di Belém è il mercato del pesce, Mercado Ver-o-Peso, diventato quasi una mecca per moltissimi chef stellati dei più rinomati ristoranti del mondo. Belém è una grande città e come tale ha la sua vita notturna fatta di tantissimi bar, ristoranti ed alcuni locali con musica dal vivo dove bere qualcosa in tranquillità. I migliori quartieri per uscire la notte sono la zona della Estaçao das Docas e di Umaziral, dove è possibile trovare il famoso locale Rox Bar.


 

 

VII. Brasilia

Brasilia è la capitale del Brasile, una città moderna che ha rappresentato un esperimento di architettura e di progettazione. Visitarla significa addentrarsi nel cuore del Brasile, il vero centro del potere dove oltre al Parlamento si trovano tutti i ministeri che governano il paese. Brasilia è forse la città del Brasile con più attrazioni turistiche di interesse culturale, che ne fanno una delle mete turistiche più interessanti del paese, in grado di stupire con la sua architettura moderna e all’avanguardia, ma cosa vedere?

Tra i principali luoghi d’interesse c’è la Cattedrale Metropolitana firmata da Oscar Niemeyer, dove la struttura formata da 16 archi di cemento la fanno assomigliare a una grande astronave pronta a prendere il volo. Altrettanto interessante è il Memorial JK, un centro espositivo fondato in omaggio al presidente Juscelino e alla importante famiglia Kubitschek, riconoscibile per la torre alta 28 metri. È possibile visitare anche il complesso del Congresso Nacional, dove si trovano le sedi della Camera e del Senato. Si tratta di un progetto firmato sempre da Oscar Niemeyer, composto da due torri di 28 piani.

 


credits: Tomás Faquini
 

b. Le bellissime spiagge da sogno

I. Belem

Belém si trova sulla foce del Rio delle Amazzoni, uno dei fiumi più grandi del mondo che attraversa il Sudamerica per poi riversarsi nell’oceano atlantico proprio in questo punto. In questa zona quindi non ci sono delle vere proprie spiagge ma piuttosto delle spiagge fluviali, molto differenti dalle tipiche distese di sabbia bianchissima tipiche del Nord Est del Brasile.

Tra le spiagge di Belém più famose c’è sicuramente quella di Marajò, un’isola fluviale le cui spiagge sono famose per un fenomeno tipico, la pororoca, che attrae surfisti da tutto il mondo a causa delle onde giganti che si formano tra febbraio e marzo per lo scontro tra le correnti oceaniche e le onde del Rio delle Amazzoni. Belém inoltre è una città formata da ben 39 isole, alcune delle quali vantano delle spiagge fluviali molto belle dove inoltre potrete trovare ottimi ristoranti di pesce. Per raggiungere le isole di Belém potete prendere un passaggio in barca dalla Praça Princesa Izabel, dalla quale partono i battelli che raggiungono l’isola di Combu o quella di Mosqueiro, con la sua bellissima spiaggia di Maralhù.


 

 

II. Natal

A Natal troviamo alcune delle spiagge più belle del Brasile, che ogni anno attraggono turisti da tutto il mondo e soprattutto dall’Italia, che si conferma come vera e propria presenza fissa di queste zone.

Le spiagge di Natal sono caratterizzate dalla marea, quindi non preoccuparti se di sera non vedrai il bagnasciuga. Ogni giorno infatti compare come per magia verso le 8-9 del mattino per poi scomparire nuovamente la sera. Tra le spiagge più belle di Natal c’è la Praia Dos Artistas vicino al Centro storico della città, frequentata da surfisti e pochi turisti, con diverse strutture come bar e chioschi. Molte volte definita la spiaggia più bella di Natal, Ponta Negra è la più attrezzata e famosa, dove tra l’altro risiedono la maggior parte degli hotel e delle pousadas della città.


 

 

III. Santa Caterina

Le coste della Ilha de Santa Catarina sono movimentate e variegate: dalle baie tranquil­le e affollate del nord si passa alle spiagge selvagge e alle alte scogliere del sud. Ma non sono solo le spiagge a fare di quest’isola un luogo incantato. Una fitta pineta protetta ripara la costa orientale, mentre le dune che increspano la costa intorno a Praia da Joaquina danno al paesaggio un aspetto lunare.


 

 

IV. Maceio

Maceio è famosa per le sue incredibili spiagge simili a quelle dei Caraibi. Infatti grazie a una particolare conformazione del fondale si formano delle vere e proprie piscine naturali, che rendono l’acqua limpidissima e cristallina, piena di piccoli pesci e ideale per fare il bagno, passeggiare nell’acqua, divertirsi con i propri bambini o semplicemente rilassarsi e godersi questa meraviglia.

Una delle spiagge più belle di Maceió è la Praia di Ponta Verde, anche una delle più animate con diversi ristoranti e locali in zona per ballare e divertirsi fino a tarda notte, la Praia do Frances situata a 25 Km da Maceió, una lunghissima spiaggia naturale con un’acqua verde mare e diversi chioschi ad animare la zona, la Praia de Paripueira a 30 Km da Maceió, una spiaggia situata all’interno di una zona protetta, con banchi di corallo ed una fauna marina molto ricca.


 

 

V. Porto Alegre

Benché Porto Alegre non si trovi sulla costa sono presenti alcune spiagge di acqua dolce, situate in prossimità delle rive di fiumi e laghi della zona. Tra tutte ti segnalo la Praia do Lami, una spiaggia situata sulle sponde di un lago d’acqua dolce nella zona sud di Porto Alegre, una spiaggia molto animata in estate con bar e ristoranti. Oppure a circa 20 Km dal centro della città si trova la praia do Leblon, frequentata soprattutto durante i mesi di gennaio febbraio.


 

 

VI. Buzios

Buzios ovviamente è famosa per le sue spiagge da cartolina, basti pensare che in soli 8 chilometri di litorale conta ben 20 spiagge differenti, una più bella dell’altra. L’esperienza qui è incantatrice, ogni volta che torno in questi lidi la sensazione è sempre la stessa, rimango senza fiato ammirando la bellezza magnetica di queste spiagge baciate da un’acqua limpida e cristallina. A Buzios si trovano spiagge per tutti i gusti, da quelle eleganti a quelle ricche di vita e sportivi, dalle spiagge naturalistiche e riservate a quelle più romantiche.


 

 

VII. Bahia

Cosa vedere a Salvador de Bahia se non le sue bellissime spiagge? Perfette per godersi il meritato relax, caratterizzate dal tipico paesaggio brasiliano con i palazzoni costruiti a ridosso del lungomare stile Rio de Janeiro. Sono sempre piuttosto affollate sia da turisti che dalla gente del posto, soprattutto nei fine settimana e nei giorni festivi e sono molto quasi sempre molto vive e non è raro assistere a balli, giochi e famiglie rumorose in cerca di una giornata di relax, specialmente la domenica.

Per chi è alla ricerca di una maggiore tranquillità è possibile spostarsi un po’ fuori città, dove si possono trovare delle splendide spiagge naturali, silenziose e caratterizzate dal tipico paesaggio tropicale fatto di palme di cocco e rumore delle onde sul bagnasciuga. Le spiagge più belle e tranquille si trovano a Stella Maris e Flamengo, come ad esempio la praia do Forte dove si trova anche un antico castello e una riserva naturale di tartarughe marine.


 

 

c. Foresta Amazzonica, il polmone verde della Terra

L’area è occupata in gran parte dalla Foresta Amazzonica brasiliana ed è sterminata, grande quasi come metà del territorio del Brasile, circa 7 milioni di chilometri quadrati di cui 5 di fitta foresta tropicale. Viaggiare nella Foresta Amazzonica non è semplice e occorre affidarsi a tour operator seri e specializzati in questo tipo di viaggi, in grado di offrire guide locali ufficiali, servizi di assistenza, assicurazioni, kit di viaggio e di occuparsi di tutti i dettagli del viaggio, tra cui gli spostamenti interni e i pernottamenti in strutture sicure.

Le due porte d’ingresso alla Foresta amazzonica sono le città di Belem e Manaus, una situata a Nord mentre l’altra a Sud della regione amazzonica. Le ultime tribù della regione come quelle dei Tupi, dei Cariban o dei Arawak vivono in perfetta sintonia con la Foresta amazzonica, essendosi adattati in millenni a prendere semplicemente quello che serve loro per vivere e nulla più.

Tra le bellezze naturalistiche della Foresta amazzonica c’è ovviamente il Rio della Amazzoni, un fiume immenso lungo oltre 6.000 chilometri con oltre 1.000 affluenti, tra cui l’enorme Rio Negro ed il Rio Japurá.

 


 

2. Quando andare in Brasile (fare le valigie per il periodo migliore)

a. Clima

In generale il Brasile viene diviso in tre fasce climatiche differenti che variano in base al territorio in cui ci si trova:

 

I. Clima Equatoriale

Nella Foresta Amazzonica il clima è di tipo equatoriale, caldo e umido tutto l’anno, con piogge costanti. Le piogge si presentano sotto forma di forti rovesci e temporali nel pomeriggio-sera. All’interno della foresta la temperatura rimane al di sotto dei 30 gradi anche di giorno, ma l’umidità è costantemente vicina al 100%. Le città costruite nella zona, abbattendo una parte di foresta, sono invece un po’ più calde.

 

II. Clima Tropicale

Il clima è tropicale e caratterizza praticamente quasi tutto il Brasile, con una stagione secca in genere il periodo maggio-agosto e una piovosa, da ottobre a marzo, con il culmine nella piena estate brasiliana, tra dicembre e febbraio. Una zona molto simile la troviamo in una piccolissima zona nell’estremo nord del Brasile, dove si trova il Massiccio della Guyana, solo che essendo sopra l’equatore, le stagioni coincidono a quelle dell’emisfero nord.

 

III. Clima Sub-Tropicale

Nella parte più meridionale del Brasile troviamo un clima subtropicale, con le temperature invernali che scendono a livelli da clima mediterraneo. Le piogge sono ben distribuite nel corso dell’anno: in inverno sono più frequenti e abbondanti rispetto alle regioni che hanno un clima tropicale, anche se in genere non sono eccessive, mentre sono presenti anche in estate, per cui non si può parlare propriamente di clima mediterraneo.

 

b. Periodo migliore per visitare il Brasile

Il periodo ideale per visitare qualsiasi zona del Brasile è l’inverno australe. Vale a dire il periodo tra giugno ed agosto. In genere è il più fresco, il meno piovoso e il più soleggiato. Ma se a qualcuno piace il caldo e non ha paura di qualche giorno di pioggia di troppo va bene anche il nostro inverno.


 

 

3. La Valigia del Panda

I. Documenti

Passaporto necessario, con validità residua di almeno 6 mesi e almeno due pagine libere al momento dell’ingresso nel Paese, con una permanenza non superiore a 90 giorni nell’arco di 180 giorni a contare dalla data della prima entrata in territorio brasiliano. Inoltre per viaggi d’affari e/o turismo non è necessario richiedere il visto, ma ichiedono il possesso del biglietto aereo di andata e ritorno.

 

II. Moneta

Il real è la valuta ufficiale del Brasile dal 1º luglio 1994, al cambio attuale 1 euro vale 4,26 real brasiliani.

 

III. Fuso Orario

Il Brasile presenta ben 3 differenti fusi orari che variano in base alla zona in cui ci si trova:
– Aree a -3 ore dall’Italia (-2 ore dall’UTC): l’unica località del Brasile in questo fuso orario è la bellissima isola di Fernando de Noronha
– Stati a -4 ore dall’Italia (-3 ore dall’UTC): in generale tutte le grandi città applicano questo fuso orario
– Stati a -5 ore dall’Italia – Atlantic Standard Time (-4 ore dall’UTC): questo fuso orario viene utilizzato soprattutto negli stati della zona amazzonica e sul confine

 

IV. Lingua

Il portoghese è la lingua ufficiale del Brasile ed è parlato da quasi tutti i suoi abitanti. Il Brasile è l’unico paese di lingua portoghese nelle Americhe e il portoghese è una parte importante dell’identità nazionale brasiliana. Le minoranze linguistiche sono perlopiù costituite dai gruppi indigeni della Foresta Amazzonica, altre lingue parlate da minoranze in Brasile sono: il dialetto veneto, soprattutto negli stati meridionali di Rio Grande do Sul e Santa Catarina, nella regione conosciuto con il nome di talian e il dialetto hunsrückisch, parlato da discendenti di immigrati tedeschi negli stati meridionali.

 

V. Aerei

La maggior parte di italiani sceglie come approdo l’aeroporto internazionale Galeo situato nella città di Rio de Janeiro, anche se è possibile sbarcare in altri aeroporti internazionali come quello di Recife. Per chi parte da Milano è possibile usufruire di voli Alitalia che arrivano, per quattro giorni alla settimana, in linea diretta a Rio, mentre per chi parte da Roma si potrà volare solamente per tre giorni a settimana, sempre con la stessa compagnia aerea.

 

VI. Vaccini

Le autorità sanitarie nazionali brasiliane raccomandano di effettuare la vaccinazione contro la febbre gialla ai viaggiatori di età superiore a 9 mesi.

 

 

 

4. Cosa fare in Brasile (il Panda curioso)

a. Attività particolari

– Il villaggio di Trancoso, nello stato di Bahia, è un piccolo angolo di paradiso che è riuscito a mantenere fino ad oggi l’atmosfera di pace ed idillio che ne aveva fatto in passato un punto di riferimento per gli hippies. Bellissime sono le spiagge bianche semideserte in cui poter rilassarsi senza pericolo di essere disturbati. Risalendo poi al villaggio, è possibile calarsi nell’atmosfera unica del “quadrado“, piazzetta racchiusa da una chiesa e da coloratissime abitazioni incastonate nella vegetazione e al cui centro è presente un prato su cui immancabilmente giocano piccoli e piccolissimi aspiranti Ronaldo

– Immersa nel verde più totale delle foreste brasiliane, la cittadina di Paraty, nel sud dello stato di Rio de Janeiro, consente di “viaggiare nel tempo” senza scomodare Michael J. Fox e Christopher Lloyd. A causa di un lunghissimo periodo di crisi nel corso del Novecento la cittadina ha “involontariamente” conservato nel suo centro storico l’aspetto e l’atmosfera del periodo coloniale. A Paraty è inoltre possibile trovare decine e decine di isole o spiagge accessibili solo tramite imbarcazioni

– In termini di spettacolarità forse nessun altro luogo in Brasile colpisce tanto quanto il Parco Nazionale dei Lençóis Maranhenses, raggiungibile da Barreirinhas. Incredibile mix di fiumi, dune bianche, specchi d’acqua e mangrovie, i paesaggi che qui si possono apprezzare sono “unici” nel vero senso del termine: a seconda dei cambiamenti dei venti, muta anche la conformazione delle dune di sabbia. In quello che in tutto e per tutto ricorda un deserto, colpisce molto la ricca presenza di acqua, soprattutto dei curiosi laghetti che si formano in occasione delle più che copiose precipitazioni

 


 

b. Trasporti

Il Brasile ha una rete di trasporti pubblici ben organizzata. I pullman sono di norma confortevoli, puliti e sicuri e collegano quasi tutte le città. I prezzi sono abbastanza abbordabili. Si può pagare in stazione oppure quando si sale, da qualsiasi fermata. Nelle città più grandi, trovate autobus che corrono fino a tardi.

In Brasile ci sono molti aeroporti che forniscono non solo voli internazionali, ma anche regionali e locali. I principali aeroporti sono quelli di San Paolo e Rio de Janeiro, che collegano il Paese con la maggior parte delle città Europee e Statunitensi. La rete interna collega le principali città brasiliane come Brasilia, Recife, Salvador e Belo Horizonte. Le piccole e medie compagnie aeree offrono a volte delle tariffe molto vantaggiose.

Nonostante tutto, il mezzo migliore per spostarsi nelle grandi città è Uber, molto più economico rispetto al taxi e presente ormai ovunque, da Nord a Sud.

 


 

c. Carnevale

Cosa vedere in Brasile se non il famosissimo Carnevale di Rio? È una festa annuale che si tiene a Rio de Janeiro, la seconda città del Brasile. I festeggiamenti culminano il giovedì grasso e il martedì grasso, che è l’ultimo giorno di carnevale, dato che il giorno successivo è il mercoledì delle ceneri, con cui iniziano i 40 giorni di digiuno della Quaresima. Rio de Janeiro è stato il primo e il più famoso dei Carnevali brasiliani. Le sue origini risalgono agli anni trenta del XIX secolo, quando la borghesia cittadina importò dall’Europa la moda di tenere balli e feste mascherate, molto in voga a Parigi.Il Carnevale di Rio de Janeiro è noto nel mondo soprattutto per le sfarzose parate organizzate dalle principali scuole di samba della città.

Le parate si tengono nel Sambodromo, e sono una delle principali attrattive turistiche del Brasile, grazie alle musiche che invitano a ballare, i colori così sgargianti e meravigliosi degli abiti dei ballerini e soprattutto grazie all’atmosfera di gioia e spensieratezza tipica del Carnevale. Le Scuole di Samba sono grandi e ricche organizzazioni che lavorano tutto l’anno in preparazione del Carnevale. Le parate durano quattro notti, e fanno parte di una competizione ufficiale suddivisa in sette divisioni alla fine delle quali una scuola verrà dichiarata vincitrice dell’anno. Perché infatti non organizzare un bel viaggio per andare a scoprire una delle manifestazioni culturali e folcloristiche di tutto il Brasile?
 


 

d. Costi

Sicuramente il volo aereo è una delle voci di spesa più consistenti quando si pianifica una vacanza in Brasile, ma molto dipende dal periodo nel quale si decide di viaggiare. I voli aerei per il Brasile possono essere divisi tra bassa stagione e alta stagione.

La spesa per l’alloggio è la seconda voce sul costo di una viaggio in Brasile. I prezzi degli hotel sono diventati molto cari soprattutto nelle grandi città come Rio de Janeiro, San Paolo, Salvador de Bahia e nelle località turistiche come Porto Seguro, Natal e Fortaleza e in media un hotel 4 stelle costa dai 50 ai 100€ a notte, a seconda della localizzazione e dei servizi offerti, inoltre meglio non scendere di categoria per non incappare in brutte sorprese.

Quando si parla di cibo la scelta migliore è sempre quella di mangiare il cibo locale, di fatti il Brasile offre tra i piatti più appetitosi al mondo come la feijoada, il caranguejo, il churrasco con la farofa che gli fa da accompagnamento e la buonissima picanha.

Allora ora che sai cosa vedere e quando andare sei pronto a fare le valigie per il meraviglioso e magico Brasile? Il Panda ti aspetta!

 

 

Condividi questo articolo con i tuoi amici

Come funziona Rolling Pandas?

req

Crea il tuo viaggio

  • Viaggia in tutto il mondo
  • Scopri 1000+ tour organizzati
  • Più di 200 partner scelti con cura
prev

Ricevi il preventivo

  • Manda la tua richiesta senza impegno
  • Ricevi il preventivo da un esperto locale
  • Prenota con un clic
go

Parti in sicurezza

  • Piattaforma per pagamenti sicuri
  • Utilizzato da centinaia di viaggiatori
  • Opzioni di pagamento flessibili

Vuoi fare un viaggio su misura? Contatta un operatore locale!

mood_bad
  • Comments are closed.
  • keyboard_arrow_up