TEMPO DI LETTURA: 20 min

Cosa vedere in Canada? Alla scoperta del paese dalle foglie d’acero

Il Canada è veramente un paese veramente unico, una natura selvaggia ed incontaminata, città con edifici mozzafiato e che ci regalano uno skyline da far invidia a quello delle vicine e ben più grandi città americane. I suoi laghi e le sue foreste sono un incanto e ogni anno attraggono visitatori da ogni parte del mondo, quindi perché non parti insieme a noi per scoprire il paese dalle migliaia di foglie d’acero?

 

1. Cosa vedere in Canada, dalle città alle bellezze della natura

 

 

a. Toronto

Toronto è la prima città del Canada per estensione nonché la capitale culturale, economica e amministrativa del Paese. Affacciata sul Lago Ontario, ha uno skyline inconfondibile, dominato dalla celebre CN Tower alta 447 metri, l’osservatorio più alto del mondo. Ma cosa vedere? La città cosmopolita è divisa in quartieri etnici tra cui non mancano Chinatown, Little Italy, Yorkville, il quartiere hippie, e Kensington Market, dove sono concentrate le comunità ebraiche, portoghesi e caraibiche.

Conosciuta anche come il castello di Toronto, Casa Loma è invece il principale monumento storico della città, situato su di un poggio dominante il centro, un vero e proprio piccolo gioiello architettonico in stile gotico rinascimentale. Per lasciare il cuore della città e dirigersi alla volta del distretto della vecchia distilleria, la Gooderham and Worts, tra le più grandi del Nord America, ideale è il percorso che prevede l’ampio tratto della bella e vivace King street, che corre verso l’est della città, la svolta in Parliament street e poi, dopo un breve tratto, la fermata in Mill street.

Eccoci così all’ingresso della zona della storica distilleria, straordinaria esposizione d’architettura industriale d’epoca vittoriana. Passeggiando per il distretto, dove dominano i mattoni rossi di edifici e strade, è facile lasciarsi rapire da gallerie d’arte, gioiellerie, negozi d’antiquariato, e negozi d’abbigliamento. Grande l’offerta di pub, bar e caffetterie oltre ai ristoranti etnici ricavati nelle vecchie strutture del distretto. Imperdibile una fermata per concedersi un assaggio di birre come la Stout e la Pilsner.

 


credits: THE CANADIAN PRESS/ Tijana Martin

 

b. Montreal

Montreal è la città più popolosa del Québec e la seconda del Canada. È una città molto verde, con tanti parchi, uno dei quali si trova proprio alle spalle della città ed è il grandissimo Parc du Mount Royal, frequentatissimo nei fine settimana. Vale la pena fare una gita fin lassù in quanto vi sono alcuni punti panoramici da cui si gode di una magnifica vista della città e un lago su cui d’inverno è possibile pattinare.

La particolarità di Montreal se la si visita d’inverno è quella di esplorare la città sotterranea, il Réso (dal francese réseau, rete), uno dei motivi per cui è anche chiamata la “Città doppia”. E’ la geniale soluzione urbanistica della metropoli che d’inverno soffre di temperature incredibilmente rigide, rendendo la vita all’aria aperta molto dura agli abitanti e ai turisti. Ben 32 chilometri di passaggi per 12 chilometri quadrati di superficie, 120 ingressi, 60 complessi commerciali e residenziali, 50 ristoranti, 8 dei maggiori alberghi e 2.600 tra mall, negozi e boutique, 7 stazioni della metro. E ancora: musei e università, stazioni ferroviarie e terminal dei bus.

I turisti che visitano Montreal con la bella stagione si concentrano soprattutto nella città vecchia (Vieux Montréal), in particolare nella piazza centrale, Place Jacques-Cartier, e lungo Saint-Paul Street. Si tratta di un’ampia zona pedonale frequentatissima anche dagli abitanti che amano stare all’aria aperta dopo essere rimasti tanti mesi chiusi tra le quattro mura per via del freddo. Per capire meglio la doppia vita di Montreal, bisogna andare sul St-Laurent Boulevard detta anche “The Main”, una strada che un tempo separava di netto la comunità francofona da quella anglofona, ma che oggi è il quartiere simbolo del mix multiculturale che c’è in città ed è una delle zone dove i giovani amano incontrarsi e dove sono concentrati molti locali.

 


credits: Tony Tremblay
 

c. Vancouver

Protagonisti di Vancouver sono innanzitutto i grattacieli. Tra i più alti si ricorda il “One Wall Centre“, capace di raggiungere i 150 metri di altezza (suddivisi in 48 piani). Meritano di essere menzionati anche l’Harbour Centre, lo Shaw Tower e il Granville Square. Oltre a questi meravigliosi grattacieli, cosa vedere a Vancouver?

Lo Stanley Park è un enorme parco cittadino di oltre 400 ettari, una cornice da fiaba, un percorso al centro di una vera e propria foresta che si snoda tra la metropoli e l’oceano, e che ti regalerà scorci meravigliosi e attimi di puro relax e che potrai girare in bicicletta o a piedi. Da non perdere al suo interno i pali totemici di Brockton Point, la Lost Lagoon Nature House e il Vancouver Aquarium, uno dei più importanti acquari di tutto il Nord America che ospita oltre 9000 specie marine, tra balene, squali e tartarughe.

Appena fuori dal caos cittadino si apre un’oasi di meraviglia in cui potrai immergerti nella natura più selvaggia, e camminare su uno dei ponti sospesi più lunghi e alti del mondo, il Capilano Suspension Bridge che ondeggia, in tutta sicurezza, sul Capilano Canyon, tra alberi centenari uniti da percorsi sopraelevati, pali totemici e reperti storici.

L’isola di Vancouver è così ampia e variegata che meriterebbe una visita approfondita ma se anche te hai un tempo limitato puoi comunque assaporarne una parte raggiungendo la città di Victoria in traghetto o in maniera molto spettacolare, ma anche costosa, in idrovolante. Victoria, capoluogo della regione della British Columbia, è una città piena di storia, che ha saputo stare al passo con i tempi, riempiendosi di locali non convenzionali e musei all’avanguardia. Ti consigliamo una passeggiata lungo il porto, un giro lungo le comodissime piste ciclabili e una visita al palazzo del Parlamento, con visita guidata in costume attraverso le stanze del governo.

 


credits: Touris Vancouver

 

d. Ottawa

Ottawa è una città del Canada della provincia dell’Ontario, al confine col Quebec, che dista circa 400 chilometri da Toronto e 200 da Montreal, ed è la capitale del Canada dal 1857. Tra le attrazioni turistiche più frequentate c’è la Collina del Parlamento, sulla sponda del fiume che attraversa la città, con il Centre Block e la Peace Tower, simboli nazionali. Oltre a numerosi edifici storici, la città di Ottawa offre al turista diverse possibilità di svago culturale, relativo soprattutto ai tre musei presenti.

La National Gallery of Canada offre la possibilità di ammirare opere di arte contemporanea di artisti canadesi ed europei, oltre ad altri capolavori, come la Venere di Rubens e un busto di Papa Urbano VIII del Bernini. Il Canada Science and Technology Museum fu fondato nel 1967 ed è stato il primo museo interattivo del Canada. Altro stupendo museo assolutamente da visitare è il Canadian Museum of Nature, ovvero di storia naturale nel quale si possono ammirare reperti geologici molto antichi.

Un bellissimo edificio da vedere è la Basilica di Notre Dame, costruita in stile gotico e barocco, con vetrate colorate e un soffitto dipinto come il cielo stellato che è un vero capolavoro.

 


 

e. La regione dell’Alberta

L’Alberta è una provincia magnifica, ma cosa vedere in un territorio così vasto? I suoi paesaggi sono naturali e diversificati: montagne, foreste, pianure e laghi si spartiscono il territorio. Per coloro che apprezzano i paesaggi di montagna con ghiacciai, laghi e fiumi, l’Alberta è la meta ideale perché a sud-ovest della provincia si ergono le Montagne Rocciose. Nella provincia di Alberta sono presenti ben cinque parchi nazionali. Essi costituiscono magnifiche e immense riserve naturali. I parchi nazionali di Banff e Jasper sono famosi in tutto il mondo. La fauna e la flora qui sono molte sviluppate; i turisti possono così vedere animali selvaggi (tra i quali alcune specie in via d’estinzione) e piante preservate.

Le Bow Falls sono le principali cascate create dal Bow River che attraversa gran parte dello stato e sono visibili anche nel parco nazionale di Banff, all’interno del parco tappa super consigliata sono i laghi Louise e Moraine, due specchi d’acqua limpidissima in cui si specchiano le Montagne Rocciose innevate. All’interno invece del Parco di Jasper vi è un ghiacciaio suggestivo, l’Athabasca Glacier che si trova lungo la Icefield Parkway, una strada panoramica che ti condurrà anche dritto dritto alle Athabasca Fall.

 


 

f. I Grandi Laghi e le Cascate del Niagara

Sono cinque Grandi Laghi, Superior, Michigan, Huron, Ontario, Erie, e formano il più grande bacino d’acqua dolce del mondo collegato all’Atlantico dal fiume San Lorenzo che offre meraviglie naturalistiche imperdibili in Canada, cosa vedere oltre a queste meraviglie della natura? La regione dei Grandi Laghi è anche casa di una delle meraviglie naturali più affascinanti al mondo, ovvero le Cascate del Niagara e intorno a questa gigantesca muraglia d’acqua vi sono alcune attrazioni veramente interessanti e spesso non molto conosciute. Tra queste abbiamo il Rainbow Bridge, è la porta per le cascate del Niagara e il collegamento fra Canada e Stati Uniti.

Oltre a segnare il confine fra i due stati è inoltre uno dei punti privilegiati dal quale scattare qualche foto e per godervi dall’alto lo spettacolo della natura che vi circonda. Se le condizioni del tempo lo permettono, i più temerari possono provare questa esperienza adrenalinica sulla zipline, sarai attaccato ad un cavo e ti potrai lasciar trasportare ad una velocità di 70 chilometri orari lungo il bordo della gola formata dal Niagara River. L’Hornblower Niagara Cruises è noto battello che, come il suo alter ego del versante americano Maid of the Mist, ti porterà ad ammirare le cascate da vicino in tutta la loro potenza e potrai ammirare lo spettacolo proprio da sotto le cascate.

Inoltre, Una vera e propria torre si staglia sopra le Cascate del Niagara ed è la Skylon Tower, grazie ai suoi 158 metri di altezza ti permetterà di godere di una vista unica sull’area circostante. Ma non è solo consigliata per fare delle splendide foto, infatti offre anche diverse soluzioni di ristorazione e di intrattenimento. L’escursione Journey Behind the Falls è particolarmente consigliata a chi vuole quasi toccare con mano le Horsehoe Falls, si esploreranno infatti i tunnel scavati nella roccia che corrono dietro le cascate e dai quali sentirete il rombo della potenza delle acque fino al punto di osservazione Lower Observation Deck.

 


 

g. Kingston

Precedentemente la prima capitale del Canada, la città di Kingston è ora una fiorente comunità con alcune delle storie e delle attrazioni più interessanti della provincia dell’Ontario, quindi cosa vedere? Originariamente costruito durante Guerra del 1812, Fort Henry è una fortezza militare che si trova dall’altra parte del fiume rispetto al centro di Kingston, in un punto sopraelevato che domina la foce del fiume San Lorenzo.

Ora parte del Canale del Rideau, patrimonio mondiale dell’UNESCO e gestito da Parks Canada, il Forte è utilizzato come porta d’ingresso nella storia militare del Canada. Situato proprio un po ‘al largo di Kingston è Wolfe Island, la più grande delle 1000 isole. L’isola è completamente abitata e la sua città più grande, Marysville, è una pittoresca fila di negozi e caffè che sono molto popolari durante i mesi estivi. Accessibile anche con il traghetto è la zona di Big Sandy Bay dove, in estate, le spiagge sabbiose e le acque cristalline potrebbero convincerti che eri in un posto molto più esotico della riva del Lago Ontario.

 


credits: JohnTheBear
 

h. Halifax

Halifax, città sulla costa orientale, capitale della Nuova Scozia e la cittadella è il suo simbolo, sia per la sua bellezza sia per la sua storia. La cittadella è collocata a pochi passi dal mare, in un punto leggermente rialzato dal quale si poteva vedere tutta la costa della Nuova Scozia. Accanto all’area della cittadella di Halifax, si trovano i giardini pubblici. Questo piccolo polmone verde raccoglie numerose specie vegetali (se ne contano almeno 140) ed è il posto perfetto per una passeggiata romantica e tranquilla.

Per i più avventurosi è consigliato il tour in kayak presso l’Halifax Waterfront, dove istruttori professionisti vi accompagneranno a solcare le acque dell’Oceano Atlantico, con la possibilità di circumnavigare la Georges Island, il piccolo isolotto vicino alla costa, in un viaggio di un’ora e mezza. Nella zona sud di Halifax trovate un’altra area verde, molto più grande delle due precedenti. È il Point Pleasant Park e copre ben 75 ettari di terra. Serpeggiano dei lunghi e stretti sentieri percorribili con la bicicletta o con una corsetta salutare. Il parco si estende su una piccola penisola, punto di osservazione più vicino dell’isola Mcnabs.

All’interno di questo parco di Halifax si possono vedere alcune fortificazioni, la più famosa è senza dubbio la Prince of Wales tower, o anche detta Torre martello, in verità l’unica delle cinque torri martello rimaste: fu costruita nel 1796 dal capitale James Straton a scopo difensivo. Durante la stagione estiva, potrai perfino gettarti nelle acque di Halifax, sostando nella sua spiaggia.Come ultima tappa della visita ad Halifax potrai salpare e dirigerti verso la grande Isola della Nuova Scozia, McNabs island. La si può raggiungere dopo circa 30 minuti di battello partendo dalla costa sud.

 


 

i. Whistler

La cittadina di Whistler rappresenta quasi una tappa obbligata per chi vuole fare un viaggio in Canada, nel 2010 ha ospitato le Olimpiadi invernali ed essendo il comprensorio sciistico più grande e importante del Nord-America è inevitabile che venga presa d’assalto dagli appassionati del genere, soprattutto in inverno. La città si trova in posizione strategica tra i grandi parchi delle Rocky Mountains e Vancouver, quindi cosa vedere di Whistler?

La Peak 2 Peak Gondola è una funivia grandiosa e stupefacente, sia per altezza (caratteristica per cui detiene il Guinnes World Record), che per lunghezza ed il panorama a 360° che si gode dalle enormi cabine rosse è qualcosa di veramente spettacolare. Dal 2018 è operativo anche l’incredibile ponte sospeso, per un’esperienza davvero da brivido che ti darà l’idea di essere sul tetto del mondo.

Ti consigliamo di fare un giro anche fuori città, in quella che è la zona più frequentata dai cittadini locali e che comunemente viene chiamata Function Junction. Qui ci sono due eccellenti birrifici che propongono la degustazione di loro prodotti artigianali in un ambiente vivace e molto piacevole, ovvero la Coast Mountain Brewing e la Whistler Brewing Co.

 


 

2. Quando andare in Canada, clima e periodo migliore

a. Clima

Yukon e la zona artica: è come se esistessero solamente due stagioni, un lunghissimo inverno, con temperature notturne normalmente intorno ai -30/-35 °C, e una breve estate che dura tre mesi, durante la quale la temperatura si porta intorno allo zero, accennando al disgelo nelle zone artiche, oppure sale di poco sopra questo valore, rimanendo mediamente al di sotto dei 10 °C nelle zone subartiche.

Montagne Rocciose: della Columbia Britannica e dell’Alberta,,il clima varia a seconda dell’esposizione e dell’altitudine. I versanti occidentali hanno un clima molto umido e relativamente mite. Invece, nelle zone interne e sui versanti orientali le precipitazioni diminuiscono rapidamente.

Grandi Pianure: sulle pianure del centro-ovest, dalla zona meridionale dei territori del Nord-ovest alle pianure centro-meridionali del Saskatchewan e del Manitoba, il clima è fortemente continentale, con una breve estate, calda di giorno e fresca di notte, ma durante la quale vi possono anche essere giornate torride, e un inverno lungo e freddissimo.

Costa del Pacifico: il clima è oceanico, molto diverso dal resto del Paese. Gli inverni sono molto piovosi ma abbastanza miti, mentre le estati sono fresche ma piuttosto soleggiate, anche se a volte può piovere.

Sud: nella regione dei Grandi Laghi, nelle pianure centro-meridionali dell’Ontario e del Quebec, il clima è ancora continentale, ma diventa più umido. Ad un inverno gelido, caratterizzato da giornate secche e soleggiate alternate a giornate in cui dominano il maltempo e le nevicate, segue una primavera tardiva e molto fresca, e poi un’estate abbastanza breve, durante la quale si alternano giornate fresche e piovose, a giornate calde, afose e temporalesche.

Coste orientali: le coste orientali del Canada, Nuova Scozia, Terranova e Labrador, hanno un clima umido, gelido e nevoso in inverno, mite e piovoso in estate.

 


 

b. Periodo Migliore

Primavera, estate, autunno o inverno: qual è il periodo migliore per visitare il Canada? La risposta giusta è tutti. Sì, proprio così, tutti. Perché il Canada è bello in qualsiasi stagione.

Certo, i mesi estivi e primaverili sono sicuramente quelli in cui il tempo è migliore e si possono svolgere moltissime attività all’aperto, ma, in realtà, in questo vasto e complesso territorio, ogni stagione offre infinite possibilità; sta a te a scegliere, in base ai tuoi gusti e a quello che ti piace fare, qual è il periodo migliore per il tuo viaggio in Canada.

 


 

3. La Valigia del Panda, prepariamoci!

I. Documenti
Il passaporto è richiesto con validità pari almeno alla durata del soggiorno. Si suggerisce tuttavia che il passaporto abbia validità di almeno sei mesi della data d’ingresso nel Paese.
Dal 15 marzo 2016 gli stranieri esenti da visto, tra cui i cittadini italiani, diretti in Canada per via aerea dovranno munirsi prima dell’imbarco dell’”electronic Travel Authorization” (eTA), La richiesta dell’eTA dovrà essere effettuata online. A tale fine saranno necessari un passaporto valido, una carta di credito e un indirizzo di posta elettronica. L’eTA sarà collegata elettronicamente al passaporto del richiedente e sarà valida per cinque anni o fino alla scadenza del passaporto, se questa interviene prima. Il relativo costo è di 7 dollari canadesi.

II. Moneta
Il dollaro canadese è la valuta del Canada e attualmente 1 euro equivale circa 1,51 dollari canadesi.

III. Fuso Orario
Il Canada copre in totale ben 6 fusi orari (time zones):
– Newfoundland Standard Time,-4,5 dall’Italia
– Atlantic Standard Time, -5 dall’Italia, Nuova Scozia e Labrador
– Eastern Standard Time, -6 dall’Italia, Quebec e Ontario
– Central Standard Time, -7 dall’Italia, Saskatchewan e Manitoba
– Mountain Standard Time, -8 dall’Italia, Alberta
– Pacific Standard Time, -9 dall’Italia, Yukon e British Columbia

IV. Lingua
In Canada sono riconosciute due lingue ufficiali: l’inglese e il francese. Il 60% circa dei canadesi è di lingua madre inglese e circa il 24% di lingua madre francese. Gli altri hanno come lingue madri altri idiomi europei, tedesco e italiano soprattutto, e solo il 2% circa delle lingue parlate sono autoctone.

V. Abbigliamento consigliato
L’abbigliamento ideale varia in base al periodo della tua partenza, ma soprattutto le zone che vorresti visitare, quindi in generale per l’inverno è meglio coprirsi e indossare più strati, mentre durante l’estate ci si può liberare dei giacconi pesanti e in alcune città si possono raggiungere anche le classiche temperature torride che abbiamo in Italia!

VI. Vaccini e Sistema Sanitario
Non vi è nessuna vaccinazione obbligatoria e la situazione sanitaria in generale è, quanto a qualità di prestazioni mediche, è ottima. Per gli stranieri, l’assistenza sanitaria è a pagamento. Ottima reperibilità di medicinali.

 


 

4. Cosa fare in Canada, attività e curiosità

 

a. Attività Particolari

Vancouver è una delle metropoli più verdi e vivibili del mondo, ma anche la capitale della cultura aborigena della West Coast. Lo testimoniano anche i celebri totem di Stanley Park, simboli dell’arte nativa, che troneggiano di fronte alle avveniristiche architetture di Canada Place.

Calgary è all’apparenza una moderna e dinamica città ai piedi delle Montagne Rocciose, ma tra le vie e i locali di Calgary è ancora viva l’atmosfera Old West, di quando era una remota città di frontiera. Quel glorioso passato viene celebrato nei numerosi musei, dedicati anche alla cultura delle tribù native, e nel Calgary Stampede, il più grande rodeo del mondo, che si tiene ogni anno in estate con la partecipazione di cow-boys e indiani provenienti da tutto il Nord America.

– Gli orsi polari sono di casa nella Baia di Hudson, che è uno dei migliori posti al mondo in cui avvistarli. Ovviamente in inverno, quando la baia si ricopre di una spessa lastra di ghiaccio e un migliaio di orsi bianchi migrano nella tundra attorno a Churchill, da cui partono le escursioni per poterli avvistare nel loro habitat naturale.

– Dove le acque del fiordo di Saguenay si tuffano in quelle pacifiche del fiume San Lorenzo, in estate vengono a giocare le balene. L’emozione di un incontro ravvicinato con questi giganti del mare ripaga ampiamente di tutta la strada fatta per arrivare fino a Tadoussac, da dove partono le escursioni di whale-watching in battello e gommone.

– Nella Baia di Fundy, lungo le scoscese coste atlantiche del New Brunswick, va in scena lo stupefacente fenomeno della più alta marea del mondo. Due volte al giorno potete assistere allo spettacolo dell’Oceano che invade la baia facendo salire il livello dell’acqua, che può raggiungere punte massime di 16 metri, svelando un paesaggio surreale.

 


 

b. Trasporti

Per coprire le lunghe distanze a cui il Paese abitua sono nati nel tempo 10 grandi aeroporti che collegano le città principali e oltre 300 scali minori, l’hub più popolato è senza dubbio quello di Toronto. Spostarsi in aereo è sicuramente il modo più rapido per arrivare da un capo all’altro del Paese e con un po’ di flessibilità puoi riuscire a trovare prezzi onesti per i tuoi spostamenti.

Puoi anche vivere nell’incredibile viaggio a bordo del Canadian, da Toronto a Vancouver, attraversando quattro fusi orari differenti. Un’esperienza indimenticabile di 4 notti e 3 giorni su un treno con cui attraversare il Paese e ammirare la natura che ti sovrasta, dagli specchi d’acqua alle imponenti Montagne Rocciose.

Infine è anche possibile noleggiare un’auto con estrema facilità perché la patente italiana è valida per tre mesi, basta avere un documento di guida in vigore da più di un anno e una carta di credito.

 


 

c. Curiosità sul Canada, il Panda Intellettuale

– La parola Canada deriva dal termine irochese “Kanata”, che significa insediamento. Due nativi utilizzarono tale vocabolo spiegando all’esploratore Jacques Cartier la strada per arrivare a Quèbec City, l’allora Stadacona.

– La foglia d’acero è simbolo nazionale dal 1965 anno in cui fu inserita nella bandiera canadese e presenta 11 punte. Venne già proposta come emblema del paese nel 1836 dal quotidiano Le Canadien. L’animale simbolo del paese invece è il castoro.

– Le auto canadesi solitamente non sono dotate di disco orario, nemmeno quelle a noleggio. Questo perché i parcheggi ad orario sono basati essenzialmente sulla fiducia. Se il limite massimo di sosta consentito sono 2 ore si suppone che tu tenga la macchina parcheggiata per 2 ore non di più.

– I Canadesi amano cenare molto presto, a volte si mettono già a tavola già alle 17:30-18, motivo per cui i ristoranti tendono a chiudere ben prima che faccia buio, normalmente intorno alle 20.

– Nel 1912 il Titanic affondò al largo del Terranova in seguito alla collisione con un iceberg. 201 dei corpi recuperati vennero portati ad Halifax e qui sepolti, nel Fairview Cemetery. Una delle tombe più famose è quella del “bambino sconosciuto“, una delle vittime più giovani della catastrofe, deceduto a soli 19 mesi. Sono presenti anche le tombe di alcuni italiani, come quella di Luigi Gatti, gestore del ristorante di prima classe di bordo. Il Maritime Museum of the Atlantic di Halifax è un must per la tua lista “Cosa vedere in Canada” perché presenta un’importante esposizione di oggetti recuperati dal relitto tra cui parte della maestosa scalinata.

– Fondato nel 1964, Tim Hortons è l’emblema del caffè canadese. Molti lo preferiscono a Starbucks e lo sventolano con orgoglio.

– L’hockey è lo sport nazionale canadese: se ti capita di visitare il paese durante la stagione invernale, a Newfoundland potrai vedere persone che giocano direttamente sopra l’Oceano Atlantico ghiacciato.

 


 

d. Ma quanto costa il Canada?

Organizzare un viaggio dall’altra parte del mondo è sempre e sicuramente una spesa non indifferente ma risparmiare è sempre possibile, anche quando si vuole organizzare un viaggio in Canada. Piccolo consiglio, prenota tutto online, voli, albergo, biglietti per le attrazioni e per i mezzi pubblici perché molto spesso si trovano prezzi più bassi rispetto all’acquisto in loco.

Inoltre in Canada conviene spostarsi con i mezzi pubblici anche nelle grandi città, grazie all’efficiente sistema di autobus, metro e treni. Molto spesso, sono anche disponibili dei Pass, cioè dei biglietti cumulativi che consentono di visitare più attrazioni pagando una sola volta: a Toronto, ad esempio, c’è il CityPass, mentre alle cascate del Niagara canadesi c’è il Wonder Pass.

 

 

Ora il Canada per te non ha più segreti grazie alla nostra guida e ormai sei pronto per partire alla scoperta del più grande paese dell’America del Nord, quindi… stai già preparando le valigie?

 

Condividi questo articolo con i tuoi amici

Come funziona Rolling Pandas?

req

Crea il tuo viaggio

  • Viaggia in tutto il mondo
  • Scopri 1000+ tour organizzati
  • Più di 200 partner scelti con cura
prev

Ricevi il preventivo

  • Manda la tua richiesta senza impegno
  • Ricevi il preventivo da un esperto locale
  • Prenota con un clic
go

Parti in sicurezza

  • Piattaforma per pagamenti sicuri
  • Utilizzato da centinaia di viaggiatori
  • Opzioni di pagamento flessibili

Vuoi fare un viaggio su misura? Contatta un operatore locale!

mood_bad
  • Comments are closed.
  • keyboard_arrow_up