L’itinerario perfetto per un viaggio in Rajasthan

Condividi questo articolo

Un viaggio in Rajasthan è sicuramente un classico itinerario dell’India, perfetto per chi ancora non è mai stato nel Paese e deve scoprire tutto ciò che ha da offrire. Il taj Mahal è sicuramente la prima attrazione che salta alla mente, ma ve ne sono tante altre come la città vecchia di Dehli, Marmuria Haveli, la Chefchaouen indiana Jodhpur. Questa zona è il cuore pulsante dell’India e per questo merita un’attenzione particolare e di essere attraversata tappa per tappa per essere scoperta e visitata nelle sue parti più belle ed affascinanti. Essendo molto estesa, però, armati di un po’ di pazienza perché gli spostamenti saranno lunghi e non sempre comodissimi e dotati di tutti i comfort!

Il classico itinerario del Rajasthan prevede di procedere in senso orario iniziando con il Taj Mahal, ma noi oggi vogliamo essere un po’ anticonformisti e illustrarti un itinerario del Rajasthan in senso antiorario, ossia da Nuova Delhi verso Agra. In questo modo Generalmente le agenzie locali consigliano di fare il tour del Rajasthan in senso orario, e cioè partendo da Nuova Delhi in direzione di Agra. In questo modo ti lascerai come ultima tappa la più emozionante e conosciuta. Attento, però, a non arrivare ad Agra di venerdì perchè è il giorno di chiusura del Taj Mahal, essendo un monumento musulmano ed essendo il venerdì giorno di preghiera.


Dehli

Dehli in Rajasthan è di sicuro la prima tappa. Qui potrai partire alla scoperta della città vecchia, prima con la Moschea Jama Masjid, poi con un giro in tuk tuk al bazar delle spezie e dell’artigianato che si snoda tra le vie dell’Old City. In seguito consigliamo una visita di Red Fort, per poi proseguire verso la città nuova. Ammirerai in prima battuta la Tomba di Humayun, patrimonio dell’Unesco e monumento che ha ispirato il Taj Mahal, per poi passare dal parco dedicato al Mahatma Gandhi – il Samadhi Rajghat. Infine, anche il Agasen ki Baoli, un pozzo nascosto tra le piccole vie di New Delhi e che attira per lo più turisti indiani, è imperdibile.

Da non perdere anche i diversi bazar e i deliziosi ristoranti dell’Old city, anche molto molto economici!


Mandawa

Dopo Dehli, un perfetto itinerario del Rajasthan prevede la visita di Mandawa. In molti consigliano di saltarla, ma noi pensiamo sia una tappa importante e molto interessante che merita di essere scoperta. Essa è ricca di tantissime Haveli, ossia le case cittadine tradizionali indiane con cortili e spesso anche fontane, simili alle riad marocchine. Una delle più belle è Murmuria Haveli. Nel cortile interno potrai osservare gli affreschi che raffigurano Marco Polo, il Ponte di Rialto e il Canal Grande. Vi consigliamo, poi, di godervi il tramonto da qualche torretta o tetto per un clima romantico e magico.


Bikaner

Nel prosieguo del tuo viaggio in Rajasthan l’itinerario prevede Bikaner, in cui visitare l’immenso Jungarth fort, sicuramente la principale attrattiva della città. Dopodichè potrai addentrarti nell’Old City in tuk tuk e fermarti ad ammirare la Kotari e la Rampuiya haveli, finemente decorate con jaalis (i disegni a traforo su pietra), chajjas (le sporgenze), jharokhas (i tipici balconi prominenti in stile rajasthano).
Sulla strada verso Jaisalmer è d’obbligo, poi, un pit stop al Karni Mata Temple a Deshnok dove avrai un’esperienza unica… entrare nel tempio dei topi! Questo è un tempio in cui ad essere venerati sono proprio i topi. I fedeli portano cibo e latte per questi animali che girano indisturbati nell’edificio, ormai diventata la loro casa.


Jaisalmer

Jaisalmer è la tappa seguente dell’itinerario del Rajasthan. Qui entrerai nel vivo del tuo viaggio in Rajasthan. Dopo tutte queste escursioni, potrai prenderti un po’ di tempo per te e rilassarti con un massaggio ayurveda e ammirare il tramonto al Royal cenotaphs, famoso anche come sunset point. Da qui potrai osservare il sole calare dietro le dune del Deserto del Thar.
L’attrazione principale di Jaisalmer è sicuramente il suo Forte! Infatti, una volta varcate le sue mura sembra di essere catapultati in un cartone della Disney. Tutto luccica di giallo oro che risalta ancora di più sotto i raggi del sole. Ti potrai perdere per i vicoli di questa grande città nella città, per poi salire fino alle mura.
Imperdibili, poi, sono anche i bazar della città e le antiche Haveli di Nathmal-ki, con la sua facciata ricca di bassorilievi, e Patwa ki.
La visita di Jaisalmer deve sicuramente terminare con con un giro tra le dune del deserto del Tahr in sella ad un dromedario al tramonto.


Jodhpur

Passata Jaisalmer è il momento Jodhpur, la Chefachouen dell’India. La prima cosa che salta all’occhio è il Forte costruito in posizione dominate e da cui potrai godere di una vista mozzafiato sulla città e scattare foto meravigliose della città blu per aggiornare il tuo profilo e farlo diventare magico.
Altra attrazione da vedere assolutamente nel tuo viaggio in Rajasthan è il Sadar bazar, per poi raggiungere la torre dell’orologio e girare per le vie del mercato perdendoti fra le case blu e azzurre.


Udaipur

Udaipur, la città sul lago di Pichola, è forse considerato il luogo più romantico del Rajasthan. Dopo un po’ di tempo trascorso tra le vie del bazar delle spezie e dei negozietti della via principale, la visita può continuare con il City Palace, ma non prima di aver prenotato la barca per l’ora del tramonto. Dopo aver osservato il City Palace e il suo museo, ti consigliamo di tornare verso l’Old City passando sul ponte pedonale da dove si possono scattare bellissime foto. 


Pushkar

Nel tuo viaggio in Rajasthan non può mancare Pushkar, la città più hippy di tutto l’itinerario. Qui si possono visitare il lago sacro, in cui moltissimi fedeli si immergono ogni giorno. Per accedere al lago ci sono numerosissimi gath (scalinate), tra cui uno dedicato a Gandhi. Oltre al lago, potrai visitare il Tempio dedicato a Brahma, uno dei pochi in India, e fare un giro nei bazar.


Jaipur

Jaipur è la capitale dello stato del Rajasthan. Ti consigliamo di dedicarle un soggiorno di almeno due giorni per la sua estensione e per tutte le meraviglie che custodisce. Il City Palace e l’Osservatorio sono le prime due mete di questa tappa dell’itinerario del Rajasthan. In seguito si può visitare il Wind Palace, prima dal piazzale sottostante e poi da una delle terrazze dei bar ai piani alti degli edifici fronte stanti il palazzo e l’Amber Fort a qualche chilometro dalla città. Qui si può salire in elefante e salire fino alla fortezza di Jamargath. Lungo questo sentiero potrai incontrare decine di scimmie che giocano e si rincorrono tra loro.
Per finire in bellezza il tour di Jaipur, poi, ti consigliamo di non perderti il tempio delle scimmie, luogo non molto turistico e generalmente visitato solo dai fedeli che permette di ammirare una vista mozzafiato di tutta la città, e i classici bazar indiani.


Agra

Finalmente siamo arrivati al momento del tanto agognato Taj Mahal. Prima, però, ti consigliamo di fare tappa in due luoghi che si trovano proprio sulla strada tra Jaipur ed Agra: il Chan Baori, un antico pozzo a gradoni che pare essere il più profondo di tutta l’India, e Fatepur Sicri, la città fantasma in cui i suoi abitanti vissero solo per 14 anni per poi abbandonarla.
Dopo questi pit stop, è giunta l’ora della visita del Taj Mahal, una delle 7 meraviglie del mondo, con la sua immensa porta di accesso in arenaria rossa. Il complesso architettonico è composto da cinque elementi principali: il darwaza (portone), il bageecha (giardino), il masjid (moschea), ossia il luogo di culto dei pellegrini e la struttura che santifica l’intero complesso, il mihman khana (“casa degli ospiti”) ed infine il mausoleum ovvero la tomba dell’imperatore Shah Jahan. Inoltre, vi sono altre strutture secondarie addossate alle mura che dividono il complesso dall’esterno: due portali secondari ed otto torri ottagonali.
Dentro al giardino, ti ritroverai tra aiuole di fiori e canali d’acqua che riflettono l’immagine del Taj e viali alberati.
Ai lati di ogni apertura dell’edificio, inoltre, vi è un pinnacolo ottagonale alto e stretto che supera in altezza il tetto. 


Rajasthan: quando andare

In Rajasthan il clima dipende dalle stagioni. D’inverno è abbastanza fresco, le temperature oscillano tra i 10 e i 20 gradi e le città più fresche sono Delhi, Mandawa, Bikaner e Agra, mentre per le altre di solito bastano una felpa per il mattino e t-shirt a maniche corte al pomeriggio. Se, invece, vuoi passare una notte in tenda nel deserto, ti consigliamo di portarti qualcosa di più pesante, ad esempio pile o indumenti termici.
Per quanto riguarda l’estate, in Rajasthan il clima è caldo, nel deserto del Thar le temperature possono superare anche i 50 gradi centigradi. Inoltre, in questo periodo vi sono monsoni in tutto il Nord dell’India e, quindi, una probabilità molto alta di imbattersi in intere giornate di pioggia.
Per tirare le fila, se la domanda è in Rajasthan quando andare? La risposta è tra novembre e marzo/aprile, evitando il periodo estivo.

Il Rajasthan ti emozionerà e ti rapirà con i suoi colori, profumi e sapori nel vostro prossimo viaggio!


Condividi questo articolo

Lascia un commento