Campeggio nel deserto Wahiba in Oman

Condividi questo articolo

Rosso di sera bel tempo si spera. Probabilmente è per questo che, in Oman, il deserto Wahiba offre l’opportunità di sperare e di vivere momenti magici attorniati da sfumature calde e avvolgenti. La sabbia rossastra si confonde col cielo che, al nascere e al calar del sole, si colora di toni giallo arancio come fosse su un rogo facendo perdere la linea dell’orizzonte segnata solo dalla sagoma di un dromedari che avanzano lentamente. Questo è lo spettacolo che puoi vivere decidendo di passare una notte in un campo tendato nel deserto dell’Oman.


La distesa rossa dagli infiniti chicchi di sabbia e avventure

A sud-est della penisola arabica si trova una distesa di polveri rosse, le Wahiba Sands, nome che deriva dalla tribù di Bani Wahiba.

Il deserto si estende su una superficie di 12500 km e si è formato sotto il soffio dei venti. Quello che forse non sai è che l’infinita distesa di sabbia non è tutta uguale, ma si divide e differenzia in base a come la natura l’ha scolpita nel corso del tempo. Ci sono il Wahiba superiore e quello inferiore: se sei un amante delle dune, ciò che devi assolutamente vedere in Oman è la parte settentrionale del deserto in cui i promontori sabbiosi raggiungono altezze fino a 100 metri!


Prendi un caffè con i beduini!

Se sei socievole e sempre pronto a fare nuove amicizie, devi sapere quando andare in vacanza in Oman: tra giugno e settembre tribù di beduini si riuniscono nell’oasi di Al Huyawah per raccogliere i datteri. Ciò che forse non sai è che alcuni di questi “nomadi” che si dedicano ad allevamento transumante sono pronti ad accoglierti nelle loro tende per offrirti un caffè, qualche dattero e l’opportunità di conoscere una cultura nuova e super interessante, d’altra parte il mondo è bello perché è vario!

Donne dai caratteristici costumi tradizionali e mascherine stile Batman, tatuaggi all’hennè, piccoli souvenir e tanti sorrisi sono ciò che devi provare e vedere in Oman, nel deserto Wahiba.

Una donna beduina del deserto Whaiba in Oman
Photo credits to Wikimedia Commons

Dune bashing

Ciò che non puoi assolutamente perderti nel deserto Wahiba dell’Oman è un giro a bordo di una 4×4 per le dune roventi. Adrenalina, splendidi paesaggi sconfinati, palette di rossi giallo e arancio sono le parole chiave per questa attività tutta da scoprire in Oman.

Ciò che devi sapere è che prima di affittare una macchina devi farti insegnare a guidare sul suolo sabbioso perchè non è facile come sembra.

Se, invece, non ti senti pronto a correre questo rischio, puoi sempre farti “scarrozzare” dallo staff del camp e goderti lo spettacolo in tutta tranquillità.


Trekking

Non ami i mezzi di trasporto e preferisci farti una camminata? Ciò che ti consigliamo, allora, è questa attività: un’escursione a piedi tra le dune del deserto verso il mare in cui potrai tuffarti e rinfrescarti dopo la faticosa traversata.

Lasciati trasportare dal tepore e dal silenzio che regna sovrano tra le valli sabbiose fino all’udire delle onde che si infrangono sulla costa.


Sandboard

Sulla neve tuta termica, giacca pesante, guanti e snowboard, sulla sabbia t-shirt e sandboard!

E questa una delle ultime attività all’insegna dell’adrenalina e dell’avventura che si possono trovare nel deserto.

Se sei uno snowboarder provetto salta sulla tua tavola e lanciati verso la valle sabbiosa a tutta velocità; se ti trovi alle prime armi pancia in giù, mani sui supporti dove si incastrano i piedi e via, giù in picchiata!

Unico problema? Scordatevi degli skilift, tavola sotto braccio e pronti per la salita! A meno che non ci siano quad con cui ritornare in cima.

Allora, che aspetti? Buttati, che è morbido!


Camel ride

Un gruppo di cammelli trainati da un beduino in Oman, nel deserto Wahiba
Photo credits to Wikimedia Commons

Ultima, ma non per importanza, la cammellata nel deserto! Non farti sfuggire l’opportunità di salire in sella ad un cav… ah no, cammello! Proprio così, questi simpatici animali saranno il tuo passaggio tra le dune sabbiose e ciò che non può mancare nel tuo viaggio in Oman.

Ti consigliamo di salire a bordo del tuo “destriero” prima che il sole sorga, così da poterti godere l’alba in una maniera del tutto anticonvenzionale!


Campo tendato nel deserto: ecco cosa devi vedere assolutamente in Oman

oman

Camel ride, crossing del deserto a bordo di una jeep e tante altre avventure ti aspettano nel deserto Wahiba, ma ciò che renderà magico e indimenticabile il tuo viaggio in Oman sarà dormire sotto la volta del cielo stellato in un campo tendato.

Dai più spartani senza letto luce e elettricità con bagno condiviso a quelli più lussuosi con addirittura l’aria condizionata, il deserto Wahiba pullula di camping cuciti su misura per ogni tipo di viaggiatore.

Ti consigliamo di arrivare al tuo campeggio verso il tramonto, in modo da poterti godere lo spettacolo di danze e intrecci di toni rossastri tra terra e cielo e poter cenare sotto la volte celeste illuminata da stelle lucenti e scintillanti.

Dopo cena fatti trasportare dalle note di tipiche musiche beduine attorno ad un falò per poi rientrare nella tua magica tenda e dormire cullata dal rumore delle onde.

Si dice che il mattino ha l’oro in bocca, ed è sicuramente vero se i tuoi occhi vengono inondati dalle prime luci dell’alba in Oman, nel deserto Wahiba, circondato da silenzio e calma. Uscendo dalla tenda non troverai bus, tram, macchine o strade, ma solo una distesa sabbia pronta ad essere solcata e ad accarezzare i tuoi piedi.


4 tips per dormire sotto il cielo stellato

1. I posti sono limitati, per cui ricordati di prenotare e riservare la tua tenda e la tua esperienza in fase di pianificazione del tuo viaggio in Oman.

2. Fai attenzione alle calzature. Per poterti godere appieno le carezze della sabbia al tuo risveglio, ricorda di indossare scarpe comode e chiuse, preferibilmente alte fino alla caviglia per evitare di essere morso da qualche scorpione o altri abitanti del tappeto sabbioso.

3. Guardaroba per tutte le stagioni. Viste le temperature oscillanti tra giorno e notte, vestirsi a strati è la parola d’ordine per poter accedere al campo tendato nel deserto.

4. Tempeste di sabbia non vi temo: può capitare da un momento all’altro di essere travolti da un turbinio di polveri volanti, l’importante è non lasciare mai troppo scoperti gambe, petto, braccia o spalle per rimanere protetti.


La voce di Simone: il Safari Desert Camp di Bidiyah

Per farti assaporare l’esperienza in un campo tendato nel deserto in Oman, abbiamo intervistato Simone, che ha compiuto il suo viaggio in Oman a Gennaio 2020. E un giovane ragazzo di 25 anni appassionato di viaggi che nel tempo libero dal lavoro gira il mondo alla scoperta delle meraviglie terrestri.

Ecco l’intervista, enjoy!

Raccontaci la tua esperienza al Safari Desert Camp di Bidiyah

E stata un’esperienza molto bella e particolare, anche se dipende molto da come la si organizza. Partiamo dal presupposto che ho girato l’Oman da solo su una Toyota Land Cruiser 4×4, e viaggiare con la propria macchina fa vivere il tutto con un altro sapore!

Quando sono arrivato nella città di Bidiyah ho fatto il check in e poi ho seguito la macchina di uno dello staff per 40 minuti nel deserto. La strada che abbiamo fatto era circondata da dune e in buone condizioni per guidare, è sabbia battuta quindi i paesaggi sono molto belli e alla portata di tutti.

Sono arrivato al Safari Desert Camp intorno alle 15.30 così ho avuto due ore piene per organizzare delle attività: camel ride al tramonto, quad, hiking, girare in macchina sulle dune intorno al camp.

Il campeggio è in una bassa pianura circondato da dune, abbastanza silenzioso, forse perchè eravamo in 16 su 80! Si tratta di un complesso di casette e tende con bagni privati, molto pulite, rustiche e con un po’ di elettricità grazie al generatore che permette di non essere proprio al buio. Colazione e cena sono incluse.

Ci sono anche camp che costano meno e con meno comfort. Ovviamente tutti i campeggi sono senza acqua calda, questo è chiaro, e senza internet, cose di cui bisogna tener conto se si vuole fare una simil vera esperienza nel deserto, simil perchè per una reale bisognerebbe andare in camp più lontani fatti solo di tende e senza alcun comfort.

La cena era molto buona, servita presto con servizi di shisha e the successivamente intorno al fuoco. Dopo essermi svegliato ho fatto colazione, buona e abbondante, e ho avuto il tempo di dedicarmi anche ad altre attività.

Sulla strada per il camp ho incontrato vari insediamente di beduini con i propri cammelli, ma al camp stesso c’erano circa 10/15 cammelli (non legati) che girano, quindi non ho incontrato gli “abitanti del deserto”, ma se si gira con la macchina o si fa qualche escursione si trovano.

Ti è piaciuta l’esperienza in Oman, nel deserto Wahiba? Like e dislike?

Sì, mi è piaciuta molto perchè si può staccare dal mondo intero per 24 ore, si ha modo di ascoltare la natura e rilassarsi. Hanno creato un’area di comfort non indifferente e essere immersi nella sabbia, seppur in una casetta, è una bella emozione.

Like: non insistenza nel proporre attività, fortissima attenzione al cliente (hanno portato le valigie, chiedevano sempre se andava tutto bene).

Dislike: nessuno. Ciò che manca è il comfort, ma è una cosa a cui si deve rinunciare per godersi l’esperienza appieno e con il giusto spirito.

Consigli per i prossimi viaggiatori?

  • Andate con una vostra macchina 4×4 con assicurazione perché girare in modo autonomo tra le dune rende il tutto più emozionante. Ma, sì c’è un ma, se siete alla prima esperienza fatevi insegnare prima perchè non è semplice (io sono rimasto bloccato nella sabbia e lo staff mi ha recuperato con un’altra 4×4 munita di corde!)
  • Se non vi sentite di noleggiare e guidare un’auto da soli, non preoccupatevi! Ci sono servizi “taxi” che ti accompagnano al camp e vengono a riprenderti il giorno dopo.
  • Fate una sola notte perchè poi potrebbe diventare noioso.
  • Fate la doccia finchè il sole è visibile.
  • Portate qualcosa di pesante per la notte perchè fa veramente freddo, una felpa può bastare, e qualsiasi altra cosa vi serva perchè lì non c’è nulla oltre l’acqua in bottiglietta nella stanza.

E tu che tipo di viaggiatore sei? Un solitario, un amante dei viaggi di gruppo o viaggi in famiglia? Ami il comfort o ti piace l’avventura e il contatto con la natura selvaggia? Passare la notte in un campo tendato nel Deserto Wahiba in Oman è un’esperienza adatta a tutti, ricordati solo di pianificarla secondo i tuoi gusti!


Condividi questo articolo

Lascia un commento