Un tuffo in Messico: cosa vedere in Riviera Maya

Condividi questo articolo

In Messico la Riviera Maya è molto frequentata, soprattutto per le sue spiagge: Playa del Carmen e le sue escursioni, Cancun con lo spring break e il perfetto mix tra relax e festa e Tulum con le sue rovine a picco sul mare!

Tra le sue sabbie bianche, le acque cristalline e le numerose rovine, la penisola dello Yucatan attira milioni di turisti ogni anno da tutto il mondo. 

Questa zona non è solo un luogo ambito dagli storici e dagli amanti del relax, ma anche da coloro che amano profondamente la natura, qui rimasta incontaminata tra vegetazione rigogliosa e fauna fiorente di cui può godere chi si avventura in mezzo alle foreste.

Abitata una volta perlopiù da pescatori, oggi è popolata da visitatori che si riversano nei numerosi hotel e resort in cui possono godere di ogni comfort.

Playa del Carmen

Nella riviera Maya è sicuramente imperdibile le famosissime spiagge di Playa del Carmen, che per dimensioni si avvicinano molto a quelle europee.

La sua fama è sorta non troppo tempo fa, grazie alle sue spiagge caraibiche e alla sua architettura caratterizzata da edifici bassi, molti dei quali progettati da italiani. Da qui partono i traghetti per Cozumel, l’isola più grande del Messico e conosciuta per lo snorkeling tra la barriera corallina.

Ma la domanda, una volta giunti a Playa del Carmen è “cosa vedere”? Innanzitutto, la Quinta Avenida, strada lungo cui si sviluppa tutta Playa del Carmen, con i suoi bar, locali e negozietti. In questa località le strade hanno una numerazione tutta loro: quelle parallele al mare si chiamano avenidas e aumentano di 5 in 5, quelle perpendicolari prendono il nome di calles e aumentano di 2 in 2; se non altro è facile orientarsi! Un’altra cosa imperdibile è la vita notturna della calle 12 in cui trovare qualche locale in cui andare a ballare e scatenarsi in pista o semplicemente prendere una birra.

Le spiagge di Playa del Carmen

Ovviamente una delle attrazioni principali di questa località è proprio la spiaggia, che fondamentalmente si divide in due grandi macro aree: quella che va dal Parque Fundadores a Punta Maroma e quella di Playacar.

La prima è probabilmente la più affollata, ma durante l’anno si riempie di alghe per le correnti e le frequenti piogge. Qui ci sono spiagge per tutti i gusti: libere in cui basta stendere il proprio telo per godersi il relax cullati dalle onde del mare oppure veri e propri stabilimenti balneari in cui sorseggiare cocktail e ascoltare un po’ di musica in mezzo ad ogni comfort, come Mamita’s Beach Club a Playa Mamita, il Kool Beach Club, l’Indigo Beach Club, il Martina Beach Club, Inti e il Coralina.

La zona di Playacar è più tranquilla e meno battuta rispetto all’altra, ma molto più suggestiva: distese di sabbia bianca, acque turchesi e nessuna alga! In questa zona si trovano tantissime ville di lusso e condomini sulla spiaggia.

Altre spiagge da vedere sono Playa Maroma, la spiaggia Xpu-ha, molto tranquilla e situata a circa 25 km verso sud di Playa e la spiaggia di Akumal, in cui potrai immergerti assieme alle tartarughe marine! 

Escursioni a Playa del Carmen

Playa del Carmen in Messico non è famosa solo per le sue spiagge, ma anche per le numerose escursioni in cui ci si può avventurare: snorkeling e immersioni a Cozumel, l’isola più grande del Messico, trekking su Isla Mujeres, Isla Holbox e Isla Contoy.

Se invece sei più tipo da storia e tranquillità non puoi perderti un buon pranzo di pesce a Puerto Morelos o un’escursione nei siti archeologici di Chichen Itza, Coba e Uxmal.

Se sei più un amante della natura, invece, ti consigliamo una visita al Parco Ecologico di Xcaret, in cui immergerti nella vegetazione e attraversare un fiume su una tipica canoa, o al Parco Acquatico di ecoturismo di Xel-Ha, in cui ammirare pesci, nuotare coi delfini o fare snorkeling.

Clima a Playa del Carmen

Qual è il periodo migliore per andare in Messico a Playa del Carmen? Tendenzialmente le temperature si aggirano attorno ai 25/26 gradi 365 giorni l’anno, anche se è sconsigliato recarsi a Playa del Carmen tra Giugno e Novembre per via di uragani e piogge.

Puoi seguire le previsioni meteo per verificare in tempo reale il clima a Playa del Carmen al link seguente: https://www.ilmeteo.net/meteo_Playa+Del+Carmen-America+Settentrional-Messico-Quintana+Roo–1-21767.html

Cancun

Nel tuo viaggio nella riviera Maya in Messico non puoi assolutamente perderti il mare di Cancun e tutto il resto che ha da offrire!

Meta abbastanza lontana dall’idea di caraibi relax e noci di cocco, è molto frequentata dai giovani americani durante lo spring break tra grattacieli, locali rumorosi e fiumi di alcool.

Nonostante questo, però, le sue spiagge rimangono da sogno con infinite distese di sabbia bianca e acque turchesi tipiche delle zone caraibiche. In più se sei un amante del lusso e dei grandi resort, questa è la location adatta a te!

Situata nella Penisola dello Yucatan, la prima domanda che viene in mente è “Se mi trovo a Cancun, cosa posso vedere?” Tralasciando le spiagge che meritano un paragrafo a sé, i posti da visitare vanno dalla Laguna Nichupté, un ecosistema naturale con mangrovie di quattro tipi diversi e abitato da coccodrilli, leopardi e iguane, alle rovine Maya di El Rey e El Meco, al Museo Maya e quello subacqueo in cui dovrete immergervi per poter ammirare le opere!

Le spiagge di Cancun

Le spiagge più conosciute e famose si trovano lungo l’hotelera.

Playa Langosta

Con il suo lungo tratto di sabbia, mare calmo e qualche zona ombrosa, questa playa è amata dagli abitanti di Cancún per il suo tradizionale fascino messicano. Passa una giornata all’insegna di sole, mare e relax sulle calde spiagge di Playa Langosta o tuffati dal molo per un po’ di brivido in più. Le meraviglie di Playa Langosta e i suoi ottimi bar e ristoranti attirano sempre più viaggiatori da tutto il mondo. Le sue acque sono limpide, basse e sicure. La spiaggia non è esposta alle forti onde del Mar dei Caraibi, motivo per cui è perfetta per una vacanza in Messico con i bambini.

Playa Delfines

Con le sue alte onde che confondono e stupiscono gli occhi fra sfumature turchesi, questa spiaggia con la Bandiera Blu è conosciuta soprattutto per la sua vista mozzafiato. Sulle piccole scogliere che si trovano nell’area di accesso al pubblico vi sono, infatti, diverse piattaforme panoramiche dalle quali potrai ammirare il gradiente di colore dell’acqua: dal turchese al blu scuro. Qui vi sono anche molti servizi come parchi giochi, una palestra all’aperto, toilette e docce. 

Al Nord potrai trovare la zona più dedicata agli sport acquatici con Playa Las Perlas e Playa Linda, mentre a Est le mete più turistiche e con le correnti più forti che permettono di provare sport adrenalinici come il wind surf e il parapendio: Gaviota Azul, Chac Mool e Playa Marlin, Playa Tortugas e Playa Caracol.

Cancun: quando andare?

Tendenzialmente troverai bel tempo 365 giorni, ma i mesi migliori per le temperature vanno da Aprile ad Ottobre, mentre quelli peggiori per via delle piogge Giugno, Settembre e Ottobre.

Tulum

Un’altra località di mare imperdibile nella riviera Maya in Messico è Tulum, con le sue spiagge di Punta Soliman, Tankha, Akumal, Sian Ka’an, Xel-Ha e le sue rovine a picco sul mare che fa da sfondo magico e suggestivo.

Con i suoi 30000 abitanti e situata nello Stato di Quintana Roo, questa meta riserva paesaggi mozzafiato e un viaggio perfetto all’insegna della storia e del mare!

Il sito archeologico è stato costruito nel 1200 d.C dai Maya ed era un sito nevralgico dell’impero perché porto commerciale. Tulum non è solo storia e rovine Maya, ma anche spiaggia e relax!

Punta Soliman

Situata a 15 km da Tulum, le sue spiagge bianche e le sue acque cristalline sono accessibili a tutti, basta recarvisi e stendere il proprio telo per dar via alla propria giornata di relax.

Tankha

Ad un quarto d’ora di auto da Tulum si trova questa bellissima caletta privata. Basta giungere a destinazione con 150 pesos e ti ritroverai in mezzo ad ogni comfort: lettini, bar, ristoranti, ombrelloni e paesaggi da sogno.

Nonostante le alghe stiamo invadendo tutta la riviera Maya, la sua posizione isolata le permette di scappare da questo fenomeno.

Per finire, con una breve passeggiata è possibile raggiungere un vicino cenote, cosa vuoi di più? Un paradiso!

Akumal

Il suo significato in lingua Maya è “luogo della tartarughe”, ed è proprio per questo che quest’area è perfetta per gli amanti degli animali e, in particolare, di queste simpatiche creature.

Anche qui la spiaggia è a pagamento, e anche la possibilità di nuotare con le tartarughe! Infatti, questa comunità è stata fondata negli anni ‘50 da Pablo Rush Romero per gli amanti dello scuba diving.

Sian Ka’an

Se sei un amante della natura, non puoi assolutamente perderti questa area protetta e Patrimonio dell’UNESCO per via della sua biodiversità.

Dal momento in cui è protetta, questa meta va visitata tramite una guida e i gruppi sono molto piccoli per evitare di alterare l’ambiente e la natura incontaminata in cui è inserita.

Nella visita guidata di durata giornaliera è incluso anche il pranzo e dei momenti di pausa per rinfrescarsi nelle acque!

Come hai visto il Messico è una località tutta da scoprire fra storia e mare, rovine antiche e tuffi nelle acque caraibiche, il perfetto mix di cultura e relax!


Condividi questo articolo

Lascia un commento