10 consigli per sopravvivere ad un lungo volo diretto

Tempo di Lettura: 7 minuti

Scopri i consigli migliori per sopravvivere ad un lungo volo diretto

Guida di sopravvivenza per affrontare un lungo volo diretto verso la località della tua prossima avventura

 

Il lungo viaggio in aereo verso la nostra prossima destinazione stimola di certo l’immaginazione sulle avventure che siamo prossimi a vivere.

Ma prima di godere delle avventure che ci aspettano, prima c’è tutta la fase di partenza, decollo, viaggio e atterraggio, che è uno stress per il corpo e la mente, soprattutto quando sono voli senza scalo e a lunga percorrenza. Il volo diretto più lungo è quello recente della compagnia Qantas, che permette un collegamento diretto tra l’aeroporto di Londra Heathrow e Perth, nell’Australia occidentale. 17 ore non-stop di volo.

 

 

Però, nonostante l’entusiasmo di riuscire a percorrere tutto questo tragitto in un colpo solo, senza fastidiosi scali, tra un check-in e un controllo vario, sarai costretto ad affrontare non pochi disagi, tra cui trascorrere un numero consistente di ore in aereo seduti, con le orecchie compresse, posizione scomoda, cibo precotto, vicini chiassosi e chi più ne ha più ne metta.

Il punto è che viaggiare deve essere una forma di piacere, anche se il volo è un volo intercontinentale, di 17 ore, che ti porta dall’altra parte del Pianeta.

Rolling Pandas ti dà il benvenuto a bordo, con questi 10 consigli/trucchi che puoi seguire per far “volare” il tempo trascorso in aereo.

Iscriviti per accedere ai viaggi in offerta

 

10 consigli di sopravvivenza ai voli diretti di lunga percorrenza

Scopriamo insieme, mio caro viaggiatore, come affrontare un lungo viaggio in aereo. Cosa possiamo fare per non annoiarci durante un  lungo viaggio, magari proprio un volo intercontinentale lungo più di 12 ore.

 

1. Scegli i tuoi intrattenimenti

Anche se ti ritroverai confinato in pochi metri quadrati, senza Internet a disposizione, non temere! Riuscirai comunque a goderti tutto quel tempo libero a disposizione. Su molti voli a lunga percorrenza, l’intrattenimento a bordo è un must have. I vettori dispongono di schermi individuali per ogni postazione, sui quali è presente un catalogo ben fornito nel quale è possibile scegliere film, serie TV, giochi o musica.

Certo, non darei per scontato il tutto. Infatti, è capitato che non funzionasse qualcosa, o non ci fosse la traduzione nella nostra lingua, del film o serie TV che volevamo vedere. Pertanto è più ragionevole prepararsi tutto quello che ci salverà dalla noia durante il volo. In fondo, il modo migliore per sopravvivere a un lungo volo è proprio quello di immergersi totalmente in qualcosa.  Potremmo portare un libro, magari che parla del posto in cui ci stiamo recando. E se abbiamo intenzione di leggere un e-book, ascoltare della musica, un podcast, vedere un film o una serie TV (per chi come me deve recuperare dopo mesi di lavoro intenso), è bene assicurarsi che tutti i nostri dispositivi elettronici siano carichi prima della partenza, e che abbiamo fatto il download dei film o episodi  che vogliamo guardare durante il viaggio.

 

 

2. Rilassati e prova a dormire

Direi che tutte quelle ore di volo che ci aspettano meritano di essere spese con un “dolce far nulla”. Alla fine quello che possiamo fare è solo lasciarci andare e rilassarci. Niente guida, c’è il pilota per quello. Niente preparazione del pasto per il viaggio, il personale di bordo si occuperà della cosa. E poi c’è una meravigliosa e misteriosa destinazione ad attenderci alla fine. Entrare nel mood di vivere il proprio volo in tranquillità è il primo passo che farà passare più in fretta il viaggio. Soprattutto se il volo è notturno e si segue il fuso che si avrà a destinazione.

Se abbiamo intenzione di dedicare qualche ore o tutte le ore del volo a dormire, direi che sorseggiare una bella camomilla e procurarci una mascherina per gli occhi, così come uno di quei confortevoli cuscini da viaggio, sono l’opzione ideale.

3. Snack Time!

Sui voli a lunga percorrenza, di solito, quando arriva il carrello dei pasti, è possibile scegliere tra diversi tipi di piatti. Ma è consigliabile portare sempre qualche biscotto o frutta secca per uccidere l’appetito che può sorgere in un viaggio così lungo, soprattutto se si seguono diete particolari, o si è allergici o intolleranti a determinati alimenti.

È poi buona norma evitare cibi pesanti. Stando tante ore seduti di certo non aiuteremmo la nostra digestione e il nostro corpo a smaltire tutte quelle calorie.

4. Rimani idratato

Uno dei trucchi per recuperare in fretta dal jet-lag? Mantenersi in buona salute, a partire dall’idratazione. Il viaggio in aereo, essendo le cabine compresse, renderà la nostra pelle molto asciutta e secca, ergo le possibilità di disidratarsi sono elevate. La cosa migliore è pertanto quella di bere molta acqua lentamente e regolarmente, applicare creme idratanti sulla pelle, evitare il tè, il caffè e l’alcol.

Se indossiamo lenti a contatto, è buona norma sostituirle con gli occhiali da riposo. Inoltre, ricordiamo di portare con noi del collirio, soprattutto se si è inclini alla secchezza oculare.

 

5. Evita la caffeina e le bevande alcoliche

Da italiani, consideriamo il caffè come un ottimo modo per fare una pausa.  Però è preferibile evitarlo durante un lungo volo in aereo. La caffeina, infatti, ci rende vigili in maniera innaturale, aumenta la nostra sete e favorisce il tuo nervosismo e la tua intolleranza alla cabina in cui ti troverai a trascorrere diverse ore.

Gli alcolici? Certo si potrebbe pensare che ci aiutino a rilassarci e addormentarci in volo, ma commettiamo un grave errore in realtà. Le bevande alcoliche peggiorano solamente la situazione. Bere alcol, per esempio,  potrebbe provocarci nausea e farci star male per tutta la durata del volo.

6. Fai qualche esercizio

È buona prassi, non rimanere seduti tutto il tempo. Quando la spia della cintura è spenta, in fase di crociera, alzarsi o fare un po’ di stretching  seduti al proprio posto è un ottimo modo per evitare il rischio di sviluppare trombosi venose profonde. Non andiamo nel panico! Si tratta appunto di un rischio. Però , ricordiamo lo stesso di: fare una passeggiatina sul corridoio ogni 1-2 ore, per allungare un pochino le gambe e la schiena; fare esercizi di distensione delle dita dei piedi e non fare abuso di farmaci e pasticche per dormire.

Alcune compagnie aeree, come la Qantas e la Virgin, addirittura suggeriscono degli esercizi da poter fare seduti al proprio posto, da svolgere per 3-4 minuti ogni ora. Tra gli esercizi proposti, vi sono: alzare i piedi da terra di qualche centimetro e ruotarli; tenere i talloni appoggiati a terra e puntare le dita dei piedi verso il basso alzando la parte posteriore e viceversa; ruotare le spalle avanti e indietro.

 

7. Scegli il posto per te più confortevole

Uno dei trucchi per godere di un volo tranquillo e rilassato è quello di scegliere anticipatamente il proprio posto (early check-in).

Ora, se vogliamo più spazio per le gambe dovremmo optare per le uscite di emergenza o per i sedili del corridoio. Se preferiamo evitare i bambini che piangono, è consigliabile stare lontani dalla parte delle tende a loro riservate. E, se necessitiamo  un po’ di tranquillità, evitiamo di scegliere i posti vicini al personale di volo, che potrebbero voler scambiare due parole. Se soffriamo le turbolenze allora un posto nella parte vicino alle ali è l’opzione migliore, la coda è invece il posto in cui si “balla” di più, ergo lo eviterei. Se invece vogliamo evitare carrelli, il vicino che ogni 3 per 2 ci chiede di passare per andare al bagno, l’opzione finestrino è quella più congeniale.

 

 

8. Indossa vestiti confortevoli

Una delle buona regole da rispettare per viaggiare comodi e rilassati è: vestirsi comodi, larghi, a strati, prediligendo abiti che ci scaldano (visto che negli aerei fa piuttosto freddo) è una best practice. Possiamo optare per leggings o pantaloni della tuta, magliette di cotone a maniche corte o lunghe, una morbida felpa oppure un caldo maglione.

Importante è poi scegliere la calzatura ideale. Scarpe appropriate e  che non stringano, dal momento che, a causa della pressione in cabina, i piedi tendono a gonfiarsi.

Infine, una capo che non può mancare è una grande, calda e morbida sciarpa. Può servire come coperta, per riparare il collo dall’aria condizionata.

 

9. Igiene e pulizia

Gli aerei sono incubatori per virus e batteri, è meglio quindi prevenire infezioni e varie, portando con noi delle salviettine disinfettanti e pulendo gli oggetti a noi più vicini, come la cintura, il poggia gomiti, il tavolino, la tendina del finestrino.

 

10. Fai nuove amicizie!

Le lunghe tratte in volo sono un buon momento per far conoscenza con persone interessanti. Ogni passeggero ha una sua storia e un bagaglio di esperienze che è pronto a condividere se solo siamo in grado di aprirci. Potremmo cogliere l’occasione e far scorrere il tempo più celermente, chiacchierando e condividendo aneddoti e racconti di vita. E chissà magari incontreremo un amico per la vita o addirittura l’anima gemella.

 

Caro viaggiatore, spero che questi consigli, forse un po’ da “capitan ovvio” ti siano utili nel tuo prossimo viaggio, corto o intercontinentale che sia. Sono i consigli che cerco di seguire anche io quando mi accingo a “prendere il volo”.

 

Viaggia insieme a noi di Rolling Pandas, metti in pratica questi trucchetti, e facci sapere se ti sono stati utili.

Scopri tutti i  nostri viaggi

Condividi questo articolo con i tuoi amici

Come funziona Rolling Pandas?

req

Crea il tuo viaggio

  • Viaggia in tutto il mondo
  • Scopri 1000+ tour organizzati
  • Più di 200 partner scelti con cura
prev

Ricevi il preventivo

  • Manda la tua richiesta senza impegno
  • Ricevi il preventivo da un esperto locale
  • Prenota con un clic
go

Parti in sicurezza

  • Piattaforma per pagamenti sicuri
  • Utilizzato da centinaia di viaggiatori
  • Opzioni di pagamento flessibili

Vuoi fare un viaggio su misura? Scrivici!

mood_bad
  • Non ci sono commenti
  • chat
    Aggiungi un commento
    keyboard_arrow_up